L’associazione viestana “La Rinascita dei Trabucchi Storici” si sta adoperando per ricostruire e ridare funzionalità ai vari “giganti di legno” presenti sulle coste della città. Nel contempo ha avviato una sorta di “scuola” per consentire alle nuove generazioni di apprendere l’arte della costruzione e manutenzione dei trabucchi. Ne abbiano parlato con Matteo Silvestri, presidente dell’associazione. Qui di seguito il report video.

Pubblicato in In primo piano
Domenica, 21 Maggio 2017 13:16

I trabucchi dal Gargano al Tg Uno

Pubblicato in Spettacolo

Sono in arrivo 295mila euro per la ristruttura­zione e la valorizzazione dei trabucchi garganici. I primi 200mila sono i fondi a lungo attesi, promessi sin dal 2015 dall'assessore regionale Leo Di Gioia, artefice della legge regionale ("Norme per la conoscenza la valorizza­zione ed il recupero dei tra­bucchi"), insieme all'ex as­sessore al territorio Angela Barbanente. A febbraio scor­so furono inseriti nel bilancio regionale 2016 dalla giunta Emiliano, notizia che provo­cò la grande soddisfazione dell' associazione "La rinascita dei Trabucchi storici", che in questi anni si è battuta duramente per un impegno fattivo della Regione occupandosi in maniera diretta della ricostruzione del trabucco di Molinella a Vieste (oggi usato per visite guidate e dimostrazioni di pesca in modo da raccogliere fondi per sistemare altri trabucchi e impedire che continuino a cadere a pezzi). Dei 200mila, una metà giun­gerà dall'assessorato all'agri­coltura e pesca di Di Gioia; l'altra metà dall'assessorato al bilancio di Raffaele Piemontese. "Ma ci saranno anche 95mila euro del Parco nazionale del Gargano: 50mila euro di do­razione iniziale e i 45mila euro stanziati per la ricostruzione del Trabucco di Rodi Garganico, bruciato da un incen­dio", spiega il pre­sidente del Parco, l'avvocato sipontino Stefano Pecorella. I tempi paiono finalmente serrati: dopo la prima seduta utile di giunta regionale ed entro la fine del 2016. "Stiamo perfezionando l'in­tesa tra Parco e Regione", continua Pecorella. "Mi auguro che sia questione di giorni. Entro fine anno vanno firmati gli atti sulla convenzione tra i due enti e su trasferimento delle som­me. L’Ente Parco sarà il sog­getto attuatore degli interventi di ristrutturazione e valorizzazione dei trabucchi. Faremo in primis un’azione di mappatura e una scheda storica dei trabucchi, in conformità a quanto previsto dalle legge voluta da Barbanente. E' un'attività che l'En­te Parco ha già avviato, esiste già una relazione consegna­taci dal tecnico cui ci siamo affidati, l'architetto Antonio Gatta di Manfredonia". Quante delle antiche mac­chine da pesca, caratteristi­che della Montagna del sole, potranno essere salvare e promosse grazie al tesoretto di 295mila euro? “L’auspicio è che si possa agire su tutti i trabucchi”, afferma Pecorella. "Ma non si tratta solo di con­solidamento statico, bensì anche di valorizzazione, dunque di creazione di un marchio di identità territo­riale, di organizzazione di at­tività come visite di scolare­sche e dimostrazioni di pe­sca. Si potrebbe anche pen­sare ad una grande manife­stazione, da fare una volta l'anno, dedicata ai trabuc­chi". L'Ente Parco interverrà (con 50mila euro) su due trabuc­chi viestani, quelli' di Punta San Lorenzo e di Punta Santa Croce, con un progetto redat­to insieme all'associazione "La rinascita dei 'trabucchi storici" presieduta da Gio­vanni Spalatro, trabuccolan­te e figlio del decano della ca­tegoria, L'associazione ha fatto mol­tissimo in tale direzione, portando ben 6500 visitatori in due anni ed organizzando nel giugno del 2015 la prima Festa dei trabucchi; dopo Molinella sta per terminare la ricostruzione del trabucco di Punta Lunga"che venne se­midistrutto da una forte ma­reggiata a gennaio 2016. "Mancano solo alberi ed an­tenne", spiega il vi­cepresidente, l'ingegnere trentenne Matteo Silvestri. L'associazione ha appena concluso il progetto realizza­to nell'ambito di InPu­glia365, il progetto di desta­gionalizzazione autunnale di Pugliapromozione, da cui so­no giunti 6mila euro. Mille euro sodo i fondi giunti dal Comune . "Ogni weekend, dal 4 novem­bre al 10 dicembre, abbiamo organizzato visite e dimostrazioni di pesca, ospitando circa 70 persone provenienti dal resto del Gargano ma anche da Bat e Barese. Hanno partecipato anche alcuni tu­risti irlandesi, cechi, francesi ed olandesi, che erano in va­canza a Vieste. Mentre grazie alla collaborazione con la Di­rezione didattica statale " Rodari", guidata dal dirigente Pietro Loconte, a bordo del trabucco sono saliti ben 150 bambini, tutti alunni di quin­ta elementare". Proficua la sinergia col Co­mune, in particolare con l'assessore al turismo Ros­sella Falcone e la consiglie­ra delegata alla pubblica istruzione Rita Cannaroz­zi. Un'esperienza che ha consentito anche ad un ra­gazzo autistico di trascor­rere ore indimenticabili. Sei i trabuccolanti coinvolti, tra cui tre over 65, due 45enni e il più giovane, una "nuova leva" di trent'anni.

Lucia Piemontese

l'attacco

 

----------------------------------------------------------------------------------------------

Informazioni pubblicitarie/ Vieni a scoprire le nuove offerte della Parafarmacia Santa Maria pensate proprio per te!

Le nostre fantastiche Idee Regalo per questo Natale 2016 ti aspettano!

Parafarmacia Santa Maria, il piacere di prendersi cura di sè!

------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Nello scorso week end, per “Inpuglia365”, si è inaugurato a Vieste il progetto/evento per conoscere i trabucchi, un’iniziativa che proseguirà tutti i sabati fino al 10 dicembre, dalle 16.00 alle 19.00. Si tratta di una escursione lungo la costa con visite guidate su tre trabucchi storici (San Lorenzo, Punta Lunga e Molinella) allocati sulla litoranea Vieste-Peschici. Ad Alta Marea se ne è parlato con Matteo Silvestri, vice presidente dell’associazione “La Rinascita dei Trabucchi Storici” che gestirà il progetto presentato dal Comune di Vieste all’agenzia regionale Pugliapromozione. Qui di seguito il report audio.

Pubblicato in In primo piano

Uno dei pezzi forti del programma di destagionalizzazione che scaturisce dal Piano strategicoPuglia365 e si snoderà per i week end di autunno in Puglia. Questo week end per Inpuglia365 si inaugura l’iniziativa a Vieste dei trabucchi che proseguirà tutti i sabati fino al 31 dicembre,dalle 16.00 alle 19.00. Si tratta di una Escursione lungo la costa con visite guidate su tre trabucchi storici (San Lorenzo (130 anni), Punta Lunga (112 anni) e Molinella (123 anni) siti in Vieste sulla litoranea Vieste-Peschici. Lungo l'intero tratto, si alternano poi aree di macchia mediterranea, antiche cave di tufo e boschi di pino centenari. Il tratto di territorio in questione, insomma, concentra in meno di due chilometri numerosi elementi di eccezionale interesse culturale, storico, paesaggistico e naturalistico. Proprio da questo presupposto nasce quindi, l'idea di proporre l'interessante escursione per poter godere e fruire di così tante pecularietà.
Per ogni sosta, per ognuno dei tre trabucchi che si incontrano lungo il percorso, sono previste specifiche attività di divulgazione:
SAN LORENZO: Sul trabucco di San Lorenzo un trabuccolante (mastro d'ascia che costruisce e fa pescare un trabucco) racconterà ai visitatori l'incredibile storia dei trabucchi garganici dalla loro genesi (intorno alla fine del 1600 ) ai giorni nostri ripercorrendo le fasi più suggestive legate, per esempio, al periodo delle cruente incursioni saracene fino alla recente crisi del settore della pesca e alle necessità, nei tempi odierni, di far nascere strumenti adeguati che ne contemplino la tutela. Lo stesso Trabuccolante fornirà a coloro che iniziano il percorso le mappe necessarie a proseguire l'escursione spiegando ogni dettaglio;
PUNTA LUNGA: Sul trabucco di Punta Lunga un altro trabuccolante esperto, affronterà e spiegherà gli aspetti legati alle tecniche di costruzione focalizzando l'attenzione sull'enorme bagaglio di conoscenze tecnico/pratiche che un trabuccolante deve possedere per poter realizzare una macchina da pesca tanto complessa. Essendo il trabucco in questione in piena fase di restauro si avrà la possibilità concreta di mostrare al visitatore, praticamente e dal vivo, le tecniche di cui sopra;
MOLINELLA: Il trabucco di Molinella accoglierà i visitatori in assetto di pesca con l'equipaggio di due trabuccolanti a spiegare ogni operazione nel dettaglio. Durante le varie battute di pesca si cercherà inoltre di coinvolgere fattivamente l'ospite facendolo operare agli argani e all'avvistamento del pesce e facendolo partecipare alla spartizione del pescato. L'intento è, ovviamente, quello di rendere l'attività quanto più esperienziale possibile. Al termine il prodotto pescato sarà preparato secondo le tradizioni locali per la conservazione o per il consumo immediato.

 

 

---------------------------------------------------------------

Informazione pubblicitaria/ Il Ristorante Pelikano aperto il venerdì, sabato, domenica

La cucina tipica pugliese tra tradizione e innovazione.
Il Pelikano propone con arte ed eleganza i suoi piatti, sapiente equilibrio di sapori, aromi e colori.
Al Pelikano anche gustosissime pizze, cotte su forno a legna e succulenti grigliate miste di carne e pesce.
E per organizzare il tuo evento contattaci allo 0884/702489.

Il Pelikano ristorante, pizzeria, Braceria è a Vieste sul lungomare Mattei.

------------------------------------------------------------

Pubblicato in Turismo

Erano 107 i progetti arrivati per la selezione di “Inpuglia365”, l’iniziativa dell’agenzia regionale del turismo PugliaPromozione, rivolta ai Comuni ed ai soggetti gestori di attrattori culturali e ambientali, individuati dagli stessi Comuni, in forma singola o associata. Quello presentato dal Comune di Vieste, denominato “Trabucco: macchina della tradizione popolare garganica”, è stato scelto fra quelli da finanziare. Il progetto è incentrato sull‘idea di proporre il trabucco sia come antica macchina da pesca e sia come strumento perla riscoperta della tradizione garganica delle arti, dei mestieri e del patrimonio gastronomico. Saranno coinvolti nel progetto il trabucco di San Lorenzo, quello di Punta Lunga e quello di Molinella. Su di essi saranno realizzate visite guidate plurilingue su diversi temi (storia, tecniche di costruzione e manutenzione, tecniche di pesca, enogastronomica garganica). L'escursione verrà proposta nei sabati a partire fino al 31 dicembre con orari dalle 16,00 fino alle 19,00 e prevede l'impegno di 12 persone tra guide, trabuccolantì e addetti alla gastronomia tradizionale.

“Siamo davvero soddisfatti per questo risultato – ha sottolineato il vicesindaco ed assessore al turismo Rossella Falcone - Il nostro progetto sui trabucchi ha l’obiettivo di divulgare la storia e la cultura marinara legata a questa macchina da pesca. Per noi il trabucco è un vero e proprio strumento di promozione del territorio ma nel contempo deve servire a sensibilizzare le nuove generazioni verso gli antichi mestieri di mastri d'ascia e pescatori, in abbinamento alla divulgazione delle tradizioni enogastronomiche garganiche”.

“In Puglia 365” ha lo scopo di promuovere il patrimonio diffuso, luoghi d’arte, cultura e natura, della Puglia al di fuori della stagione estiva, garantendo una maggiore accessibilità e conoscibilità degli attrattori turistici e culturali.

Pubblicato in Turismo

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005