Il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano oggi pomeriggio ha firmato il decreto di nomina quale assessore all’Ambiente, Ciclo dei Rifiuti e bonifiche, Rischio industria, Vigilanza Ambientale del consigliere regionale Gianni Stea.

Pubblicato in Ambiente

Le norme contro l'omotransfobia saranno presto all'attenzione del Consiglio regionale della Puglia. Il via libera al disegno di legge è arrivato con l'approvazione a maggioranza nelle commissioni Sanità e Lavoro, che hanno affrontato in seduta congiunta il testo approvato lo scorso 14 novembre dalla Giunta regionale. A sostegno del provvedimento legislativo si è tenuta in via Capruzzi, in contemporanea con la riunione delle commissione, una manifestazione con una ventina di attivisti che hanno chiesto "lo stop all'omofobia in Puglia". Le norme prossimamente al vaglio dell'Assemblea legislativa sono dirette a prevenire e contrastare le discriminazioni e le violenze determinate da orientamento sessuale, identità di genere o dalle condizioni intersessuali, al fine di consentire ad ogni persona la libera espressione e manifestazione del proprio orientamento sessuale e della propria identità di genere, nonché di prevenire e superare le situazioni di discriminazione, garantendo il diritto all'autodeterminazione.

Pubblicato in Società
Mercoledì, 19 Settembre 2018 17:05

La Puglia conquista il gotha del turismo del lusso

Prima regione italiana supporting partner del PURE LIFE EXPERIENCES 2018 a Marrakech

La Puglia ha preso parte per la prima volta in qualità di supporting partner della manifestazione Pure Life Experiences 2018, l’evento business che ormai da 10 anni coinvolge per 5 giorni (dal 9 al 13 settembre) a Marrakech i principali Private Travel Designer del mondo, le proprietà di maggior prestigio, gli esperti di fama internazionale e i giornalisti delle più importanti testate del settore turismo luxury.

Il Pure è una manifestazione cui è possibile prender parte solo su invito, dopo una accurata selezione, e aperta esclusivamente alle figure apicali delle aziende: il 48% dei partecipanti, infatti, è composto da presidenti, amministratori delegati, direttori, proprietari. I “PUREist”, coloro che partecipano alla manifestazione, sono ormai una vera e propria community, i cui principi guida sono la capacità di creare avventure su misura in destinazioni che ispirino i viaggiatori, avendo come obiettivo la salvaguardia del pianeta e delle comunità locali. “PUREist change worlds” è la visione guida della manifestazione. La destinazione Puglia da quest’anno è parte e protagonista di questo cambiamento. Una regione che riscuote sempre maggior successo nel settore del lusso e del turismo nel Mediterraneo grazie all’autenticità dei nostri luoghi, all’accoglienza delle nostre comunità e alla qualità crescente dell’offerta turistica, sia in termini di ricettività sia in termini di servizi.

Tantissimi  al Pure 2018 gli appuntamenti di networking in agenda con operatori provenienti da tutto il mondo, curati da Pugliapromozione, per la quale erano presenti Alfredo De Liguori, Marylina De Sario e Anna Pellegrino, cui si sono aggiunti incontri extra agenda su richiesta di Private Travel Designer desiderosi di conoscere la nostra regione. Grazie a un activation point con una macchina fotografica tridimensionale gli operatri della stampa e i travel designer sono stati coinvolti nella condivisione di immagini e video sulla Puglia. Due gli operatori pugliesi presenti al Pure, già da qualche anno: Borgo Egnazia e Southern Visions.

Pubblicato in Turismo

II Consiglio regionale ha approvato all’unanimità al­tre due leggi, oltre quella per contrastare il cyber bulli­smo, entrambe proposte da Peppe Turco (Puglia con Emiliano). La prima, con uno stanziamento iniziale di 272 mila euro, obbliga i Co­muni costieri ad attrezzare una porzione di spiaggia li­bera per l’accesso dei diver­samente abili. «Anche in Pu­glia - dice Turco - dalla prossima stagione estiva le spiagge dovranno obbliga­toriamente essere attrezzate anche per i diversamente abili». Il testo prevede una serie di adempimenti per i Comuni: individuare alme­no una spiaggia; predispor­re parcheggi riservati; con­sentire l'accesso alla spiag­gia con l’abbattimento delle barriere architettoniche; do­tare la spiaggia di servizi igienici e spogliatoi accessi­bili; predisporre segnaletica (corrimano e mappe tattili) per persone affette da disa­bilità sensoriale; dotare le spiagge di appositi ausili speciali, come la sedia per il trasporto dei diversamente abili e degli anziani. La se­conda legge prevede azioni a sostegno di soggetti in con­dizione di svantaggio perso­nale, in particolare affetti da

deficit di natura cognitiva e con residue capacità lavora­tive, le cui performance pro­fessionali possono essere in parte compromesse. Preve­de che, nel caso di partecipa­zione a bandi indetti dalla Regione per il sostegno all'occupazione o all'auto- imprenditorialità, il candi­dato che certifichi la propria lieve disabilità possa essere affiancato da un tutor e go­dere di riserve o punteggi ag­giuntivi.

Pubblicato in Turismo

L’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, dichiara quanto segue: 

"Comprendiamo la preoccupazione del Commissario europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale, Phil Hogan, espressa nella risposta all’interrogazione sull'attuazione del PSR Puglia. Una preoccupazione sulla quale ci eravamo già confrontati con i tecnici europei nel corso dell’ultimo Comitato di Sorveglianza dello scorso giugno. Da mesi abbiamo messo in piedi una struttura aggiuntiva per accelerare i pagamenti delle Misure a Superfice così come abbiamo rafforzato l’attività di espletamento delle istruttorie al fine di arrivare a una decisione quanto più immediata del Tribunale Amministrativo regionale e riprendere l’ordinaria attuazione e svolgimento del nostro PSR.

Ad ogni modo, dai dati in possesso di Agea della spesa effettuata insieme a quella che stiamo per liquidare, gli obiettivi verranno raggiunti a dicembre 2018”

Pubblicato in Economia

Agli esami per l'abilitazione venatoria per la sessione autunno 2018  saranno ammessi tutti coloro che avranno fatto pervenire regolare istanza, agli Uffici della competente Sezione, entro il 28 settembre c.a..

Ne dà informazione l'assessorato alle Risorse agroalimentari dove si è svolta, questa mattina, l'apposita riunione con i Presidenti delle Commissioni Provinciali per le abilitazioni.

Le istanze che perverranno successivamente a tale predetta data saranno prese in considerazione nella successiva sessione di esami.

L'Assessorato  si farà inoltre  carico di comunicare le date delle ulteriori sessioni per il tramite di apposito avviso che sarà debitamente pubblicato sul sito regionale "PRESSREGIONE".

Pubblicato in Ambiente
Martedì, 18 Settembre 2018 15:17

REPORT NUMERO VERDE 2018 Regione Puglia – WWF-

“Con il numero verde abbiamo voluto avere anche un controllo sociale sull’andamento della stagione balneare durante al quale occorre garantire la sicurezza e il rispetto delle regole. Come Regione Puglia attuiamo tanti controlli tramite le Capitanerie di Porto, la Polizia, i Carabinieri e ora abbiamo aggiunto, in collaborazione con il WWF, anche il controllo da parte dei cittadino. I risultati sono molto incoraggianti, naturalmente ci spingono a continuare questa iniziativa, anche per il prossimo anno”.

Così Raffaele Piemontese, assessore regionale al Demanio, commentando il report dei tre mesi di attività, dal 15 luglio al 15 settembre, del numero verde 800 894500 della Regione Puglia contro i reati ambientali in mare e sul demanio marittimo.

Nel tre mesi di attività del Numero Verde le segnalazioni pervenute sono in totale 415. Questa la distribuzione per provincia (in ordine decrescente):

- 87 segnalazioni pari al 20,96% nella Provincia di Bari che riguardano fondamentalmente carcasse di animali sulle spiagge, accessi negati alle spiagge, rifiuti nei porti, rifiuti nell’agro, scorie industriali ferrose sulla spiaggia, recupero di animali, cani senza guinzaglio sulla spiaggia, accumuli di alghe sulla spiaggia, natanti sotto costa;

- 71 segnalazioni pari al 17,10% nella Provincia di Barletta-Andria-Trani, che riguardano soprattutto accessi negati al mare, abusivismo/cementificazioni sul demanio, spiaggiamento di carcasse di animali, strutture lidi in abbandono, natanti sotto costa, recupero di animali vivi, vendita illegale di animali sottoposti a certificazione CITES, pesca e vendita di novellame, pesca e vendita di datteri di mare;

- 67 segnalazioni pari al 16,15% nella Provincia di Foggia, che riguardano principalmente rifiuti abbandonati sulle spiagge, rifiuti nelle campagne, accessi negati alle spiagge e natanti avvistati sotto costa, accesso di cani sulla spiaggia;

- 61 segnalazioni pari al 14,70% nella Provincia di Brindisi che riguardano in particolar modo accessi negati alle spiagge, rifiuti nell’agro, strutture di lidi in abbandono e natanti sotto costa;

- 65 segnalazioni pari al 15,67% nella Provincia di Lecce con segnalazioni che riguardano recuperi di carcasse di animali sulla spiaggia, pesca in area naturale protetta, posizionamento lettini e ombrelloni sulla battigia e rifiuti sulla spiaggia oltreché natanti sotto costa, rifiuti nell’agro;

- 60 segnalazioni pari al 14,46% nella Provincia di Taranto riguardanti nella maggior parte discariche di rifiuti nell’agro, incendio di rifiuti in pineta, scarico di reflui maleodoranti, natanti sotto costa e rifiuti lungo le zone costiere.

-  4 segnalazioni pari allo 0,96% provenienti da fuori regione (Calabria n. 2, Lazio n. 1,  Liguria n.1)

Inoltre tutte le Organizzazioni Aggregate del WWF Puglia attraverso i propri volontari, sono state coinvolte nel monitoraggio continuo dei circa 900 km di costa pugliese.

L’attività si è svolta tutti i giorni dal lunedì alla domenica, festivi inclusi, dalle ore 9.30 alle 18.30 con la turnazione di cinque operatori.

Gli strumenti di contatto disponibili sono stati il numero mobile 3493274799 per l’invio di materiale fotografico e video, l’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e la pagina Facebook NumeroVerde 800894500 utilizzata sia per la raccolta delle segnalazioni che per la divulgazione delle attività svolte.

Pubblicato in Ambiente

L’internazionalizzazione interessa sempre più alle imprese pugliesi. Più di 700 aziende del territorio hanno partecipato agli eventi, alle presentazioni e agli appuntamenti del padiglione Internazionalizzazione. Una presenza sulla quale la Regione Puglia, in collaborazione con Puglia Sviluppo, ha voluto investire raddoppiando l’offerta dei Paesi esteri rappresentati. Quest’anno sono stati 41 e 24 gli eventi tra Country presentation, incontri e seminari. L’offerta è stata arricchita con il duplice obiettivo di accompagnare le imprese pugliesi nella conoscenza dei mercati più dinamici al mondo ma anche di presentare la Puglia a chi desidera investire in un territorio ricco di opportunità.

“Ogni mercato estero - ha commentato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - può essere un’opportunità per le nostre imprese. Ma conoscerlo è fondamentale per avere successo. Per questo abbiamo voluto un padiglione dedicato all’Internazionalizzazione. Lo realizziamo già da alcuni anni. All’inizio sembrava un servizio di nicchia e invece ci siamo trovati di fronte ad un pubblico sempre più grande, un pubblico di imprese e di operatori economici. Favorire il loro sviluppo vuol dire creare occasioni di lavoro e di crescita per la Puglia”.

L’offerta del padiglione si è rivelata efficace perché insieme con le informazioni sono stati erogati servizi concreti. Lo stand 110 ha unito infatti alla presenza degli sportelli dedicati ai Paesi rappresentati nel Padiglione (Country Desk), vere e proprie presentazioni degli stessi (Country Presentation) e soprattutto i BtoB.

Si tratta di sessioni di incontri specifici tra imprese pugliesi ed esperti di mercato dei Paesi esteri rappresentati, nella formula dei Business-to-Business (appunto BtoB). Il tutto moltiplicato per i 41 Paesi presenti: Canada; Senegal, Cina, Giappone, Paesi della Lega Araba (Algeria, Arabia Saudita, Bahrein, Comore, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Gibuti, Giordania, Iraq, Kuwait, Libano, Libia, Mauritania, Marocco, Oman, Palestina, Qatar, Siria, Somalia, Sudan, Tunisia, Yemen) e ancora Azerbaigian, Kazakistan Malesia, Hong Kong, Iran e Vietnam; e l’Europa con Bulgaria, Macedonia, Bielorussia, Repubblica Ceca, Moldavia, Albania, Lituania, Romania e Regno Unito.

A questi si sono aggiunti gli incontri d’affari con i componenti della delegazione russa arrivata in Fiera per la missione incoming dell’11 e 12 settembre. Gli incontri bilaterali tra aziende pugliesi attive nel settore dell’ICT e operatori economici russi sono stati più di 100.

Tra tutte le attività un vero e proprio boom di presenze ha riguardato la presentazione del bando Voucher Fiere 2018-2019. Una partecipazione di dimensione tali da aver richiesto il cambiamento della sede per poterla contenere.

I seminari di maggior successo sono stati quelli dedicati alla Russia per il settore Ict e alla Cina per la presentazione del protocollo tra la Regione Puglia ed il Distretto di Futian, Shenzhen, Provincia del Guangdong.

Quanto ai Desk, vivacità di presenze per tutti a cominciare da quello di Hong Kong.

Ma il record è del desk della Gran Bretagna. L’interesse è legato alla forte presenza di imprese e cittadini pugliesi nel Regno Unito e alle incertezze generate dalla Brexit. Proprio per questo la presenza di uno sportello della Camera di Commercio Italiana per il Regno Unito è stata resa permanente nell’Incubatore di Puglia Sviluppo, a Modugno.

“Le attività di internazionalizzazione della Regione Puglia – ha ricordato infine il vicepresidente della Regione Puglia e assessore allo Sviluppo economico Antonio Nunziante – non terminano oggi. La Sezione Internazionalizzazione della Regione e Puglia Sviluppo continuano ad essere al lavoro nelle rispettive sedi di Bari e Modugno per accompagnare le imprese su nuovi mercati e sostenerle negli investimenti in Puglia”.

Il padiglione Internazionalizzazione ha anche ospitato gli eventi dedicati ai tanti pugliesi residenti all’estero, tra queste l’assemblea delle Associazioni iscritte all’albo dei Pugliesi nel Mondo per l’elezione dei nuovi rappresentanti.

Pubblicato in Economia

È un bel momento per la Puglia turistica. L’industria turistica afferma il suo ruolo d’importante motore dell’economia della Puglia, secondo quanto affermato in Banca d’Italia e gli addetti crescono del sedici per cento nei primi sei mesi dell’anno secondo Unioncamere. Il Turismo pugliese cresce anche nel 2018. Aumentano arrivi e pernottamenti, in particolare di turisti stranieri, che vengono in Puglia prevalentemente al di fuori della stagione estiva, mentre cala lievemente il numero di italiani nei mesi estivi.  Nel complesso la Puglia continua a tirare sul mercato del turismo, aumenta il tasso di internazionalizzazione e allunga la stagione: nei primi tre mesi del 2018 si è registrato un +15,5 di presenze. E’ il momento per la Sezione Turismo della Regione Puglia, diretta da Patrizio Giannone, di fare una riflessione concreta sulle cose fatte e sui risultati raggiunti, sulle iniziative in corso a sostegno dello sviluppo del turismo e sui possibili scenari futuri. Questo il senso dell’incontro che si è svolto oggi in Fiera del Levante su “Destinazione Puglia fra passato, presente e futuro”.

 “La parola chiave in passato è stata promozione, nel presente sono: qualità dell’offerta turistica e  allungamento della stagione;  e nel futuro sarà Destinazione – ha detto l’Assessore all‘Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - In questa direzione si è mosso e muove l’investimento regionale: 36 milioni di euro in tre anni che si snodano all’interno di una strategia condivisa con l’intera comunità pugliese (dagli operatori alle associazioni di categoria, ai cittadini) le cui linee guida sono fissate nel “Piano Strategico del Turismo della Puglia”. Un piano in costante aggiornamento, che punta a migliorarsi, per investire sui prodotti turistici pugliesi, dalla cultura allo sport e al benessere, all’enogastronomia, al MICE. In questi anni siamo cresciuti molto ma ci siamo dati obiettivi davvero strategici: puntare sull' internazionalizzazione del turismo pugliese (non solo con la promozione, ma anche con l'accoglienza e la formazione) che significa anche allungamento della stagione, e puntare sulla qualità dell’accoglienza, garantendo le strutture e gli attrattori turistici aperti. Tutto questo richiede un salto di qualità nell’accoglienza e un lavoro di squadra fra Regione, Comuni e operatori.

Tante le azioni già messe in campo in questa direzione, dal bando sul potenziamento degli infopoint ai bandi InPuglia365 per il sostegno di iniziative culturali fuori dalla stagione estiva, dai bandi per l’ospitalità a quello sulle  infrastrutture turistiche, con il quale interveniamo per aiutare le città a presentarsi meglio, a collegare le città ai porti, a collegare gli attrattori culturali presenti, a realizzare parcheggi per i turisti, riqualificare con un buon design urbano i luoghi attraversati dei turisti. Sempre con finalità turistiche e nelle città turistiche. E con il disegno di legge sul codice identificativo promuoviamo l’emersione dell’enorme nero che c’è. Ovunque in Italia anche in Puglia”.

 Capovolgendo la cronologia, durante l’incontro su Destinazione Puglia si è partiti dal futuro nel quale Matilde Trabace, Dirigente della sezione Mice della Sezione Turismo della Regione Puglia, intravede possibilità interessanti di espansione anche per la Puglia di un turismo emergente che è quello proveniente dal mondo arabo. un segmento di turismo di alta gamma, i cui numeri negli ultimi anni rivelano una crescita esponenziale. 

Nel Presente invece esistono grandi opportunità per operatori e comuni e nuove regole che appaiono all’orizzonte. Le opportunità, illustrate da Mariangela Sciannimanico e Mariaelena Schiraldi della Sezione Turismo della Regione Puglia, riguardano due bandi della Regione ancora in corso, quello  per l’organizzazione di iniziative di ospitalità  nei confronti di giornalisti  e opinion leader promosse dai comuni e quello per la selezione di interventi strategici per la fruizione di aree ed infrastrutture, finalizzati prioritariamente al miglioramento della qualità dei sistemi e dei servizi di accoglienza nel settore turistico. Le innovazioni introdotte a livello normativo, illustrate da Gabriella Belviso, riguardano la comunicazione Prezzi e sevizi,  la riorganizzazione delle competenze in materia di classificazione e agenzie di viaggio, la legge sulle Pro-loco e il Codice identificativo.

Pubblicato in Turismo

La Xylella si sta diffondendo in tutta Europa, in particolare in Francia, Spagna e Germania e non è più certo un problema solo italiano e tantomeno della Puglia.
    E' quanto ha fatto sapere il ricercatore dell'Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (Ipsp) del Cnr di Bari, Pierferdinando La Notte, in audizione alla commissione Agricoltura della Camera nell'ambito dell'indagine conoscitiva sull'emergenza legata alla diffusione del batterio nella regione Puglia.
   

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 34

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005