Mercoledì, 15 Agosto 2018 10:57

Mezzanotte di Fuochi a Vieste

Lo spettacolo pirotecnico è al Porto Turistico (molo nord) dalle ore 24,00.

Pubblicato in Avvisi

Ieri, pochi minuti prima della mezzanotte, dal basso Tavoliere al Gargano è stata avvertita la forte scossa di terremoto con epicentro nella zona di Montecilfone e Palata (Campobasso). La scossa, di magnitudo 4.7 è stata registrata alle 23.48 dai sismografi nazionali ad una profondità di 19 km.

Pubblicato in Ambiente

ORDINANZA Nr. 113 del 14 agosto 2018

IL SINDACO

Vista la Delibera di Giunta Comunale il 121 del 23/06/2017; con la quale sono state istituite le Zone a Traffico limitato, dalle ore 19:00 alle ore 08:00, nelle seguenti aree:

  1. zona Centro Storico, compresa tra le seguenti vie: lungomare E, Mattei (non incluso), via Madonna della Libera (non inclusa), corso C. Battisti ( incluso) - via Barbacane (incluso) - Piazza V. Emanuele II° (incluso) - via Pola (incluso) - via San Francesco (incluso), il tratto di falesia da via Ripe a Giardini Cristalda;
  2. zona Borgo Ottocentesco, delimitata dalle seguenti vie: via Santa Maria di Merino (non inclusa), corso Fazzini (non inclusa), viale Marinai d'Italia (non inclusa), lungomare C. Colombo (non incluso), via F. Magellano (non incluso), lungomare A. Vespucci (non incluso );

COME DA PLANIMETRIA ALLEGATA

Dato atto che con decreto di autorizzazione n. 189 del 13.06.2018 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il Comune di Vieste è stato autorizzato all’istituzione delle ZTL denominate "Centro Storico" e "Borgo Ottocentesco":

Vista la delibera di C.C. n. 31 del 05.07.2018. con la quale si è approvato il disciplinare delle ZTL "Centro Storico" e "Borgo Ottocentesco";

Vista l’Ordinanza n. 79 del 13.06.2018. con la quale è stata delimitata l'area pedonale tra cui Viale Marinai d'Italia, intera percorrenza dalla entrata in vigore delle due ZTL "Centro Storico" e "Borgo Ottocentesco";

Ritenuto di dover dare esecuzione a quanto richiesto a mezzo adozione di apposito provvedimento ordinatorio inerente la disciplina della circolazione nelle aree indicate, al fine di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione pedonale e veicolare, attraverso l’integrazione della segnaletica stradale lungo le vie e piazze interessate dalle "Zone a Traffico Limitato";

Visti gli arti. 2, 3. 5. 6,7, 14, 37, 38,158 e 159 del D.L.vo 30/04/1992, n° 285 e successive modifiche;

Visto l’art. 77 del D.P.R. 16/12/1992, n. 495;

ORDIN A

Con decorrenza dal 20/08/2018 e fino al 15/09/2018, dalle ore 19:00 alle ore 08:00, che la circolazione e la sosta veicolare nelle aree sopra indicate e denominate: Zona Centro Storico e Zona Borgo Ottocentesco - come da planimetria allegata -, siano disciplinate a regime di "Zona a Traffico Limitato ( Z.T.L. )" e regolate secondo le seguenti modalità:

1. DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO

Le Zone indicate come Centro Storico e Borgo Ottocentesco - delimitate come da planimetria allegata - per il periodo intercorrente tra il 20/08/2018 ed il 15/09/2018, vengono disciplinate a regime di " Zona a Traffico Limitato " dalle ore 19:00 alle ore 08:00.

1.1 DELIMITAZIONE AREA PEDONALE

Viale Marinai d'Italia (intera percorrenza) interdizione alla circolazione veicolare dalle ore 20,00 alle ore 01,00. come da Ordinanza n. 79 del 13.06.2018.

 

1.2 REGOLAMENTAZIONE

Nelle predette aree, nei giorni e nella fascia oraria in cui risulta attiva la Z.T.L., sono vietate la circolazione e la sosta di tutti i veicoli fatta eccezione per i veicoli adibiti a tutti i servizi di polizia di cui all'art. 12 del D.Lgs n.285 del 30.04.1992, dei VV.FF., delle Forze Armate, degli Enti di Pubblico Soccorso adeguatamente riconoscibili; nonché ai veicoli al servizio di persone con limitate capacità motorie, detentrici di contrassegno valido previsto dall'art. 12 del D.P.R. n.503 del 24.07.1966 e i veicoli in possesso di permesso di accesso alla Z.T.L.

STABILISCE

Che venga apposta la segnaletica stradale prevista dal C.d.S. e dal Regolamento di Esecuzione, per la disciplina di quanto ordinato.

Il presente provvedimento revoca tutti i precedenti incompatibili cori il contenuto del presente dispositivo.

AVVERTE:

La violazione alle norme di cui trattasi, fatte salve più gravi responsabilità penali, comporterà l’applicazione delle sanzioni amministrative previste dal Codice della Strada, NONCHÉ' la rimozione forzata del veicolo ove previsto.

Gli interessati che, avverso la presente ordinanza, è ammesso ricorso:

Entro 60 giorni al Tribunale Amministrativo Regionale;

Entro 120 giorni al Presidente della Repubblica;

Entro 60 giorni, ai sensi delPart. 37 del D.L.vo 30 aprile 1992 n. 285, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con la procedura di cui all'art. 74 del regolamento emanato con D.P.R. 495/92.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tutto il personale addetto all'espletamento dei servizi di Polizia Stradale, di cui all'art. 12 del C.d.S., e chiunque sia tenuto ad osservarla e farla osservare, è incaricato della vigilanza sull'esecuzione della presente ordinanza.

Copia della presente sarà inviata a tutti gli Organi Istituzionali preposti ed ai Servizi di Emergenza e Soccorso, nonché agli organi di stampa locali per la più ampia informazione.

Il presente atto, viene pubblicato all'albo pretorio per 15 giorni, e reso noto mediante pubblicazione sul sito internet del Comune di Vieste.

 

Il SINDACO

Avv. Giuseppe NOBILETTI

Vieste - Planimetria ZTL

Pubblicato in Avvisi

Dai comunicati del Centro Funzionale Decentrato del Servizio Protezione Civile regionale si informa che sono in atto le seguenti condizioni di allerta meteo con il seguente evento previsto:

 

  • Precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Puglia Settentrionale e in estensione anche sulle restanti zone della Puglia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Validità dalle ore 12.00 del 14.08.2018 per le successive 6 ore.

I fenomeni potrebbero causare allagamenti urbani ed extraurbani, principalmente in corrispondenza di aree depresse e nella zone a rischio allagamento del PAI.

Zone urbane (zona Pantanello , zona Scialara, L.mare Europa con aree adiacenti, zona compresa fra via R.Bonghi-via Tantimonaco-Via Pizzomunno-via S.Pellico ) con difficoltà di smaltimento delle acque nelle reti di drenaggio urbano .

Zone extraurbane(zona Pilone del Prete-Masuliane- Macchia di Mauro- Gioia-Focareta,  Spacco-S.Luca-Lavavola-Calma-Le Mezzane-PaludeMolinella, S.Lucia-Scialmarino- S.Maria-MontincelloPiano Piccolo, Sfinalicchio, Risega-Macchia Pastinella Cutino del rospo, Campi,Pugnochiuso e in ogni altra parte del territorio comunale )con difficoltà di smaltimento delle acque nel reticolo idrografico dei bacini minori e, dilavamenti e/o smottamenti sui versanti , sulle strade extraurbane e rurali.

I fenomeni potrebbero causare rottura e cadute di rami e alberi, difficoltà nella circolazione pedonale e carrabile su strade ; distacco di oggetti sospesi e mobili (impalcature, segnaletica, ecc.) e di caduta di oggetti anche di piccole dimensioni (vasi, tegole, calcinacci, etc…); Inoltre si potrebbero attivare fenomeni di dissesto idrogeologico in corrispondenza dei versanti ,scarpate stradali, falesie di qualsiasi natura e coste sul mare.

Il Servizio Protezione Civile comunale consiglia

  • prestare maggiore attenzione alla guida di autoveicoli e moderare la velocità, al fine di evitare sbandamenti;
  • evitare le zone esposte a forte vento per il possibile distacco di oggetti sospesi e mobili (impalcature, segnaletica, ecc.) e di caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri (vasi, tegole…);
  • non sostare lungo viali e spazi alberati per possibile rottura e caduta di rami;
  • non effettuare percorsi e non sostare su aree attigue a ciglio e al piede dei versanti ,scarpate stradali, falesie rocciose ;
  • prestare attenzione lungo le zone costiere, e, in presenza di mareggiate, evitare la sosta su moli e pontili;

Il Comando VV.UU., unitamente all’Associazione di volontariato di Protezione Civile “PEGASO” , sono invitati alla vigilanza sulle aree a rischio , già indicate sul Piano Comunale di Protezione Civile.

Il Dirigente

Ing. Antonio Chionchio

Pubblicato in Ambiente

La prestigiosa rivista tedesca Der Feinschmecker, leader in Germania nel settore alimenti e stili di vita, come ogni anno ha organizzato il concorso oleario internazionale “Olio Award 2018” che mette a confronto i migliori oli d’oliva al mondo.

Una giuria internazionale ha preso in esame oltre 650 campioni di olio provenienti da oltre 20 nazioni.

L’olio extravergine Primofiore Biologico, prodotto a Vieste dall’Azienda Agricola Prencipe Maria Rosa, è stato considerato eccellente e selezionato come uno dei migliori 250 oli extravergine al mondo.

Pubblicato in Avvisi

Un week end caratterizzato da controlli a 360° sulle spiagge viestane, ad opera dell'unità operavita BEACH PATROL - POLIZIA LOCALE. Sequestrati capi di abbigliamento, chincaglieria etnica, noci di cocco, libri, profumi, bongo etnici e quant'altro. Rimossi gli ombrelloni, le sdraio e i lettini lasciati in spiaggia libera dopo il tramonto.

Sin dall'inizio dell'estate, la Polizia Locale di Vieste sta controllando le spiagge del territorio viestano per contrastare la contraffazione e l’abusivismo commerciale in linea con quanto disposto su scala nazionale dal Ministero dell’Interno con servizi che iniziano sin dalle prime ore dell'alba e che terminano a notte fonda.

Con una nota a firma del Comandante Vicario Isp. Sup. DIMAURO Gaetano, la Polizia Locale di Vieste invita a rispettare una serie di divieti sulla spiaggia libera, e soprattutto invita tutti a non lasciare in spiaggia sdraio, ombrelloni, sedie a calar del sole, in quanto saranno puntualmente rimossi dagli uomini della Unità Operativa Beach Patrol, coadiuvati dal personale dell'ASE.

L’articolo 3 comma 1 lettera A dell’Ordinanza Balneare 2018 della Regione Puglia approvata con Atto Dirigenziale n. 309 del 24 Aprile 2018 recita “Sulle aree demaniali marittime della costa pugliese è vietato lasciare sulle spiagge libere, oltre il tramonto del sole, ombrelloni, lettini, sedie sdraio, tende o altre attrezzature comunque denominate;-

In questo week end sono stati rimossi diversi ombrelloni, sdraio, sedie, lettini ed altro materiale, il tutto puntualmente invenariato.

I controlli sono stati intensificati notevolemente ed hanno consentito di effettuare diversi sequestri di capi tra bigiotteria etnica, scarpe, borse, borselli, profumi ed anche noci di cocco, libri, posti in vendita senza autorizzazione.

Elevati diversi verbali ad autocaravan per campeggio abusivo, ed altresì per installazioni abusive di tende e veri e propri pic-nic in spiaggia.

Circa 500 sanzioni elevate al codice della strada in questo WEEK END di fuoco.

Il messaggio che la Polizia Locale vuol far passare è questo: SPIAGGE LIBERE – TOLLERANZA ZERO!

Il Sindaco di Vieste, Avv. Giuseppe NOBILETTI, informato tempestivamente dei risultati ottenuti si è complimentato con tutto il personale operante.

Quest’anno la Polizia Locale di Vieste ha posto particolare attenzione alla vigilanza sulle spiagge, formando il “Nucleo Operativo Spiagge – BEACH PATROL” ed iniziando subito una importantissima campagna di sensibilizzazione e di informazione con l’aiuto degli assistenti bagnanti degli stabilimenti balneari e degli organi di informazione (radio, televisione, stampa, internet).

Il Comando Polizia Locale di Vieste sarà preso equipaggiato con un particolare fuoristrada pickup per contrastare questo tipo di fenomeno, riferisce il Comandante Vicario Isp. Sup. DIMAURO Gaetano, che sta procedendo in sinergia con il Dirigente della Polizia Locale Dott. Angelo Raffaele VECERA.

Gli uomini della “BEACH PATROL” Isp. RICCARDI Pietro, V. Sovr. FABRIZIO Sergio, V. Sovr. BISCOTTI Massimo e V. Sovr. DI MARZIO Maurizio spiegano che, molto spesso la gente ignora le conseguenze che possono derivare da un determinato comportamento, per esempio:

  • Ø l’Articolo 3 comma 1 lettera A dell’Ordinanza Balneare 2018 della Regione Puglia approvata con Atto Dirigenziale n. 309 del 24 Aprile 2018 prevede che: Sulle aree demaniali marittime della costa pugliese è Vietato campeggiare con tende, roulotte, camper ed altre attrezzature o installazioni impiegate a tal fine, nonché pernottare al di fuori delle aree specificatamente destinate con regolare titolo abilitativo;

Come previsto dall’articolo 1161 del Codice della Navigazione, Se l’occupazione di cui al primo comma è effettuata con un veicolo, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 103,00 (1) a euro 619,00 (2); in tal caso si può procedere alla immediata rimozione forzata del veicolo in deroga alla procedura di cui all’articolo 54.

In altri casi si può sanzionare in base all’articolo 1164 del Codice della Navigazione, Salvo che il fatto costituisca reato o violazione della normativa sulle aree marine protette, chi non osserva i divieti fissati con ordinanza dalla pubblica autorità in materia di uso del demanio marittimo per finalità turistico-ricreative dalle quali esuli lo scopo di lucro, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 100 euro a 1.000 euro.

  • Ø l’Articolo 3 comma 1 lettera G dell’Ordinanza Balneare 2018 della Regione Puglia approvata con Atto Dirigenziale n. 309 del 24 Aprile 2018 prevede che: Sulle aree demaniali marittime della costa pugliese è Vietato accendere fuochi o fare uso di fornelli ed allestire pic-nic con tavolini e sedie in aree non allo scopo riservate;

In questi casi si può sanzionare in base all’articolo 1164 del Codice della Navigazione, Salvo che il fatto costituisca reato o violazione della normativa sulle aree marine protette, chi non osserva i divieti fissati con ordinanza dalla pubblica autorità in materia di uso del demanio marittimo per finalità turistico-ricreative dalle quali esuli lo scopo di lucro, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 100 euro a 1.000 euro.

  • Ø Un'altra legge molto importante in materia è la Legge Regionale N. 11 del 11.02.1999 ovvero la cosiddetta "Legge sul Turismo". L'articolo 71 prevede che "è soggetto alla sanzione amministrativa da Euro 1.549,37 a Euro 4.648,11 con sequestro della tenda o roulotte chi dovesse campeggiare nelle aree consentite (Art. 22)." Nel caso in cui il mezzo di pernottamento fosse incorporato alla motrice di trasporto, sarà comminata soltanto la sanzione amministrativa da Euro 3.098,74 a Euro 6.197,48.

Per quanto concerne il delicatissimo argomento “rifiuti”, occorre ricordare alcune sanzioni previste:

La norma principale è il Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152.
Ø Abbandonare rifiuti, comporta una sanzione da € 300,00 ad € 3.000,00 se la violazione è commessa da un cittadino qualsiasi. Se tali rifiuti sono “pericolosi” la sanzione è raddoppiata. Se la stessa violazione è commessa da una Ditta ci saranno conseguenze di natura Penale e pertanto più gravi.
Ø Il conferimento irregolare di ingombranti ai sensi dell'Ordinanza del Signor Sindaco di Vieste n. 106 del 1° giugno 2017 con riferimento alla Delibera di Giunta del Comune di Vieste n. 100 del 31 maggio 2017 comporta una sanzione di € 400,00.
Ø Gettare piccoli oggetti come scontrini, gomme da masticare, sul suolo o in acqua comporta una sanzione da € 30,00 ad € 150,00. Se si tratta di mozziconi di sigarette la sanzione è raddoppiata.

Nel mirino non c’è solo chi abbandona gli ingombranti, bensì anche coloro che non fanno la raccolta differenziata o che la fanno male. E’ inaccettabile il fatto di ritrovarsi un armadio, una lavatrice o un materasso in un cassonetto dei rifiuti e non si fanno sconti a nessuno.

Ricordiamo sempre che: se il negoziante che sta vendendo un nuovo elettrodomestico si rifiuta di ritirare gratuitamente il vecchio elettrodomestico oppure chiede di pagare una somma per tale servizio, bisogna contattare immediatamente la Polizia Locale di Vieste (tel. 0884.708014).

Per quanto concerne la contraffazione e l’abusivismo commerciale, ricordiamo sempre che:

Dietro la contraffazione e l’abusivismo si nascondono spesso realtà abominevoli come lo sfruttamento di bambini dei paesi poveri, costretti a lavorare per produrre prodotti contraffatti, piuttosto che giocare o studiare. Acquistare un prodotto contraffatto produce un danno alla collettività ed anche all’acquirente stesso! Acquistare merce contraffatta comporta cali di produzione per aziende “regolari” e quindi perdita di posti di lavoro. Acquistare prodotti contraffatti arreca ingenti danni alle aziende, ma anche allo Stato che attraverso le imposte come tasse e Iva, incamera liquidità che possono essere utilizzate per garantire servizi necessari come sanità, pensioni, scuola……). Inoltre va ricordato che la merce posta in vendita deve avere necessariamente una etichetta in lingua italiana.

  • Ø Vendere merce contraffatta è un reato, e chi lo fa rischia il carcere. A tal proposito si rammenta ancora una volta che l’acquisto di prodotti contraffatti comporta una sanzione (a chi acquista) da € 100 ad € 7.000.

Un Week-end di fuoco questo che è appena passato, ma sicuramente all'insegna della sicurezza e della legalità in cui si è resa indispensabile una perfetta collaborazione tra tutti gli attori presenti sul territorio ottimizzando al meglio le risorse disponibili.  

I controlli continueranno per tutta l'estate quindi siamo tutti invitati al rispetto delle leggi, dei regolamenti comunali e tutte le norme per una corretta convivenza civile con il territorio che ci circonda.

Si ringraziano vivamente:

1)    Gli organi di stampa, televisione, radio, internet, social network hanno contribuito alla diffusione di informazioni preziose, riguardanti consigli, notizie sul traffico, ordinanze ed altro.

2)    Il personale degli stabilimenti balneari, in particolare gli addetti all’assistenza bagnanti che svolgono giornalmente una importante opera di informazione e di formazione sulle bellissime spiagge viestane.

Per segnalazioni:
Comando Polizia Locale di Vieste tel. 0884.708014.

Dal Comando Polizia Locale di Vieste

Isp. RICCARDI Pietro

Pubblicato in Avvisi

Scadenza Avviso: 20 agosto 2018 ore 12,00;

Amministrazione Conferente: Comune di Vieste

Invio a mezzo P.E.C all’indirizzo: ufficioprotocollo.comune.vieste@ pec.rupar.puglia.it

o presentata all’Ufficio Protocollo del Comune di Vieste –

E’ intenzione di questo Assessorato organizzare la seconda edizione della ”Settima dell’Olio” che si svolgerà a Vieste dal 27 al 31 agosto 2018.

P.Q.M.

si ritiene opportuno invitare tutte le aziende agricole produttrici di olio a Manifestare Interesse per la partecipazione all’evento attraverso la compilazione del modello allegato.

Pubblicato in Manifestazioni

Egregio Vigile sanitario che dovresti vigilare anche per le strade..

Egregio Medico Sanitario,

Egregia ASL,

Egregio vigile normale,

Egregio Assessore alla Sanità,

Egregi proprietari di ristoranti e pizzerie….

d’accordo, è estate! Vieste trabocca di turisti e bisogna lavorare. Nulla da aggiungere o contestare. Ci stà il disordine. Ci stanno certi rumori e anche certi odori. Ma quando è troppo è troppo, anche perché sa di furbizie. Il lavoro non comprende la libertà di puzze in piazze e strade. Lavorate, lavorate, lavorate e “sangue e latte”. Ma gli impianti, cari miei, vanno adeguati. E non ci sono storie. E gli organi preposti non si capisce per quale motivo non intervengono per tutelare i vicinati. Le puzze di scarico, di intrugli vari, di fritto, trabocca da ogni dove. Sono solo gli abitanti delle strade investite ad avvertirle? E non è si tratta di “puzzine” facilmente rimosse dalla brezza. Si tratta di PUZZONI!!. E’ vero il denaro non dorme mai, e i soldi non puzzano. Ma, è anche vero che il denaro diventa come il letame, se ammucchiato, puzza.

Adeguate gli impianti….

LETTERA FIRMATA

Una casa vacanza su due è stata affittata in maniera irregolare. E' quanto emerge dai controlli effettuati dalla Guardia di Finanza sui proprietari di seconde e terze case nelle località balneari, di montagna e nelle città d'arte nell'ambito degli interventi predisposti in occasione dell'estate. Su 895 controlli effettuati 539 sono irregolari e, di questi, 450 sono risultati affitti in nero. Le regioni dove si sono registrati i casi più numerosi sono Puglia, Toscana e Lazio.
    Da metà giugno ad oggi a Gdf ha individuato 2.187 venditori abusivi: soggetti che non hanno mai richiesto la licenza, che non hanno mai comunicato al fisco l'inizio dell'attività o che non hanno mai installato i registratori di cassa. Dai dati relativi ai controlli per il periodo estivo, emerge inoltre che sono stati sequestrati 9 milioni e mezzo di prodotti contraffatti, con una media di 210mila al giorno.
    Complessivamente sono state denunciate 761 persone e scoperte 15 tra fabbriche e depositi clandestini.

Pubblicato in Turismo
Pagina 1 di 215

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005