(In memoria di Giuseppe Ruggieri) - In un convegno di studi, tenutosi a Vieste il 22-23 maggio 1982, riguardante la ricerca archeologica nel territorio garganico (La ricerca archeologica nel territorio garganico, Atti a cura del Centro di Servizio e Programmazione Culturale Regionale, Foggia, Grafisud, 1984), uno fra i più illustri studiosi europei della Preistoria, il prof. Arturo Palma di Cesnola, lesse una relazione facendo il quadro sulla preistoria nel territorio di Vieste dal Paleolitico inferiore alla fine dell'Eneolitico.

Il celebre e stimato studioso, nella premessa, tenne doverosamente a precisare che, fino a pochissimi anni prima, le conoscenze sulla Preistoria antecedenti l'Età del Bronzo riguardanti il territorio di Vieste erano del tutto modeste e che la svolta positiva al riguardo si era avuta dagli anni 1978-79, quando si ebbero i primi e fruttuosi contatti tra l'Università degli Studi di Siena e i valenti ricercatori locali Antonio Cirillo, Giuseppe Ruggieri e Angelo Vaira, nei confronti dei quali si espresse con queste testuali parole:

«... il panorama della Preistoria paleo-neo-eneolitica del territorio viestano si è fortemente ampliato, mentre si sono potuti approfondire i singoli momenti che scandiscono il lungo periodo di cui trattiamo. E ciò si deve – teniamo a ripeterlo – all'opera di prospezione, segnalazione e raccolta meticolosa e intelligente dei nostri giovani amici e collaboratori viestani».

Dagli studi citati è emerso un Gargano autentico distretto minerario della Preistoria con ben diciotto miniere presenti nel territorio dei comuni di Vico del Gargano, Peschici, Vieste e Mattinata.

Infatti, proprio l’anno prima del convegno, nel 1981, nel tenimento di Vieste era stata scoperta, ad opera dei giovani ricercatori Giuseppe Ruggieri e Antonio Cirillo, la più antica e grande miniera d’Europa per l’estrazione di noduli di selce, materiale largamente utilizzato già nel Neolitico Antico prima dell’uso dei metalli. I rilievi eseguiti nel 1986 dal prof. Attilio Galiberti, docente dell’Università di Siena, sul versante sud-orientale di località “Intreseglio-Defensola”, hanno riportato alla luce picconi da miniera, ceramiche, lucerne di pietra, punteruoli d’osso, resti di fauna (La miniera della Defensola, in «Archeologia Viva», n. 22, settembre 1991).

Il Gargano dalla conformazione calcarea e dalla natura carsica ha da sempre presentato rocce e pietre utili alle attività umane. Gli accumuli di sabbie retrodunali venivano utilizzate nelle malte cementizie e dalla pietra bianca e tenera di Monte Sant’Angelo si preparavano intonaci e si ottenevano preziosi altari per le chiese e artistiche statuette dell’Arcangelo Michele incise dalle mani esperte di abili scultori locali. Dalla pietra dura e pesante si preparava la calce, mentre la pietra “molare” veniva utilizzata negli antichi frantoi per estrarre l’olio dalle olive. Se le selci taglienti erano state estratte, lavorate e commercializzate nell’intero Mediterraneo sin dal Neolitico, col tenero tufo si costruivano le case dal Settecento. I filoni di pietre stratificate erano utilizzati per ricoprire i tetti delle case, mentre dalle cave di San Giovanni Rotondo, in località “Caldaroso”, e di Apricena e di Poggio Imperiale, si estraevano i marmi che avrebbero impreziosito i palazzi reali di Napoli capitale.

Le pietre, anche nel Settecento, venivano estratte mediante esplosioni prodotte da mine riempite da polvere pirica. L’utilizzo di mine riempite di polvere pirica era un altro argomento sul quale lo scienziato Michelangelo Manicone faceva le sue riflessioni di natura chimico-fisiche, al fine di risparmiare polvere pirica grazie all’aggiunta di ossigeno ed ottenere migliori risultati. Ma, come spesso gli accadeva, rassegnato, concludeva sarcasticamente che non meritava di «esser deriso come insensato vaneggiatore» da garganici che ne sapevano «tanto quanto, ne sanno i Kamtschadali popolo selvaggio del Nuovo Arcipelago settentrionale scoperto di fresco da’ Russi».

Nel 1936, la Montecatini di Milano avrebbe iniziato i processi di estrazione della bauxite, un miscuglio di vari minerali che si trovava facilmente all’interno di cavità comprese tra i calcari argillosi in località “Quadrone” del territorio di San Giovanni Rotondo. La bauxite, da cui si estraeva l’alluminio, veniva caricata a Manfredonia e spedita via mare a Marghera per la produzione di aerei, mobili, lampadine ed aveva anche lo scopo di sostituire il rame proveniente dall’estero durante il periodo autarchico e in prossimità dell’imminente guerra. La miniera di San Giovanni divenne una delle più grandi d’Europa, si estendeva su ben 1640 ettari che sconfinavano anche nel territorio di San Marco in Lamis. Giunse ad occupare 600 operai e ad assicurare una produzione di 200 mila tonnellate all’anno, nonostante le ampie falle per la sicurezza e per la salute degli operai. Fu chiusa arbitrariamente dalla Montedison, nata dalla fusione tra Montecatini ed Edison nel 1973, con una prassi tipica di quelle attuate nelle aree colonizzate.

Nel Secondo dopoguerra, migliaia di braccianti e contadini del Gargano, discendenti e fieri eredi degli antichi minatori del Neolitico, furono costretti dalle condizioni di totale subalternità in cui erano stati relegati forzatamente dal processo unitario in poi fino a tutto il periodo del fascismo, ad emigrare nelle miniere del Belgio, della Francia e della Germania.

Un antico e orgoglioso popolo di minatori lasciava la propria terra e si incamminava tristemente verso le miniere di un altro mondo.

 

Michele Eugenio Di Carlo

(Socio ordinario della società di Storia patria per la Puglia)

Pubblicato in Cultura

Seconda edizione con un calendario di “lezioni botaniche” ancora più ricco

Il ricco patrimonio di biodiversità floristica del Gargano sarà ancora una volta protagonista delle “Peregrinazioni botaniche nel Gargano”, seconda edizione del ciclo di escursioni didattiche organizzate da Domenico Antonacci con la direzione scientifico-didattica della Schola Botanica Garganicae.
La seconda edizione delle Peregrinazioni sarà strutturata come Corso di primo livello di botanica, rivolto particolarmente a specialisti, studenti universitari, degli istituti tecnici ma anche appassionati.
Saranno il botanico Nello Biscotti e i suoi collaboratori (Gennaro del Viscio e Daniele Bonsanto), della Schola Botanica Garganicae, a trasmettere l’anima botanica alle camminate con la formula di didattica sul campo (Cattedra Ambulante di Botanica).
Sono previsti apporti specialistici esterni (si ricorda, nella passata edizione, il prof. Biondi, già cattedra UNESCO) e ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione/idoneità.
Le esperienze di osservazione e studio si terranno mensilmente, da marzo a giugno, con quattro le uscite programmate in diversi contesti paesaggistici del promontorio a cominciare da domenica 11 marzo nella Pineta Marzini di San Menaio, un importante Sito di Interesse Comunitario, per poi proseguire il 15 aprile nella Faggeta Vetusta della Foresta Umbra, adesso anche sito UNESCO. Il 13 maggio si farà ritorno tra le suggestive praterie di Paglizzi-Cortigli, estesi e rigogliosi pascoli nel Gargano più interno, e la seconda edizione si chiuderà il 3 giugno nell’altopiano carsico di Monte Nero, uno dei Monti più alti del Gargano nel territorio di San Marco in Lamis.
Saranno il botanico prof. Nello Biscotti e i suoi collaboratori (prof. Gennaro del Viscio e Daniele Bonsanto), della Schola Botanica Garganicae, a trasmettere gli apporti scientifici alle camminate, con la formula della didattica sul campo (Cattedra Ambulante di Botanica).
Sono previsti apporti specialistici esterni (si ricorda, nella passata edizione, il prof. Biondi, già cattedra UNESCO) e ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione/idoneità.
Come da tradizione, ognuno degli appuntamenti si chiuderà con un pranzo in una tipica masseria dell’entroterra garganico in modo da offrire ai partecipanti un altro spaccato di quel Gargano vero e autentico che sembra lontano anni luce dai riflettori della costa.

Informazioni e iscrizioni al 393173151 o su Facebook (“Peregrinazioni botaniche nel Gargano”).

Pubblicato in Ambiente

Nuovo flusso freddo in provincia di Foggia, e nuova neve sui Monti Dauni e sulle vette del Gargano. Questa volta le precipitazioni hanno interessato maggiormente il versante settentrionale dei Monti Dauni dove questa mattina sono caduti una decina di centimetri di neve. Sul Gargano, invece, imbiancato il monte Calvo. Massima attenzione sulle strade di montagna dove vengono segnalate lastre di ghiaccio. Temperature ad una cifra e di poco superiori allo zero.

 

 

-------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Alla GARGANICA tutti i FIORI DI NATALE e non solo....

Ogni anno aspettiamo il Natale per godere di momenti unici con la famiglia, con gli amici e con persone per noi speciali. Quest'anno può essere ancora più meraviglioso perché puoi esprimere i tuoi sentimenti e festeggiare il Natale 2017 nel migliore dei modi, regalando un mazzo di fiori in grado di trasmettere tutto ciò che senti. Alla GARGANICA trovi il regalo originale per Natale, per i tuoi amici e per i tuoi familiari, un mazzo di fiori potrebbe essere quello che fa per te. Oltre ad essere un pensiero splendido e gradito, è utile per decorare la casa e dare un’ottima accoglienza a tutti gli ospiti e invitati di queste feste natalizie.
Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.
Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento, camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !

La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Il Piano Straordinario di Sicurezza Pubblica e di Controllo integrato del Territorio, nell’intera provincia di Foggia è iniziato il 10 agosto con l’obiettivo di aumentare la sicurezza dei cittadini, ma anche per intensificare l’attività investigativa e realizzare un’incisiva e capillare attività di controllo del territorio, che funga da deterrente all’attività criminale.

Nelle cinque Macro Aree individuate:
AREA SAN SEVERO/TORREMAGGIORE/APRICENA/SAN MARCO IN LAMIS
AREA MANFREDONIA/MONTE SANT’ANGELO/MATTINATA
AREA VIESTE
AREA FOGGIA
AREA CERIGNOLA ED ORTA NOVA
sono stati conseguiti risultati lusinghieri.

Alcuni numeri:

Persone controllate: 14.151, di cui 2.895 pregiudicati

Persone denunciate: 59

Persone arrestate: 40

Sequestri penali: 37

Sequestri amministrativi: 97

Sanzioni amministrative: 78

Veicoli controllati: 13.710

Sanzioni al C.D.S.: 873 di cui 47 guida senza casco

Controlli arrestati domiciliari: 1013

Perquisizioni sul posto: 2509

Controlli amministrativi esercizi commerciali: 74

 

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cronaca

Tra luglio e agosto 2017 le acque marine antistanti le coste del Gargano hanno ospitato nuovi ed interessanti organismi. Si tratta del bottone blue, Porpita Porpita, un'idrozoo coloniale planctonico, distribuito in acque superficiali degli oceani Pacifico, Atlantico e Indiano. Il bottone blue è stato osservato lungo il promontorio del Gargano e nello specifico sulle spiagge di Foce Varano e di Baia Calenella. Nello stesso periodo veniva segnalata la presenza più a nord, nell’AMP di Torre Cerrano (Abruzzo). La notizia è stata divulgata dalla ricercatrice del CNR di Lesina e biologa marina, Lucrezia Cilenti che aggiunge:
"Porpita porpita (Linnaeus, 1758) è un organismo le cui dimensioni variano da 0.5 a 2 cm dotato di un corpo centrale e piccolissimi tentacoli ramificati ma con un basso potere urticante. Le segnalazioni sempre più numerose della presenza improvvisa a carico del plancton gelatinoso, come le meduse, potrebbero essere il risultato del riscaldamento globale, così come osservato anche lo scorso anno per Mnemiopsis leidyi nello stesso periodo e nella stessa area. Infatti, la temperatura dell'acqua di mare superficiale misurata dai sensori installati su un sistema di osservazione fisso "Meda Gargano" dell’ISMAR-CNR Lesina situato nel Golfo di Manfredonia variava da 27 a 30 °C. Queste fioriture potrebbero avere elevati impatti sulla pesca considerando il ruolo ecologico della specie lungo la catena alimentare.

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Da San Severo a San Nicandro Garganico: i Carabinieri della Compagnia di San Severo, unitamente ai militari della Compagnia di Intervento Operativo e dell’11° Battaglione "Puglia" di Bari, hanno passato al setaccio il territorio dell’Alto Tavoliere. Decine di perquisizioni e controlli, sequestri di veicoli sprovvisti di assicurazione, sei arresti e tre denunce a piede libero: questo il bilancio delle operazioni.
A San Severo i militari dell’Aliquota Radiomobile del NORM hanno tratto in arresto per il reato di furto aggravato Claudio Ruggiero, 46enne. L’uomo era stato sorpreso dai militari subito dopo aver asportato un veicolo a tre ruote parcheggiato per strada. Alla vista dei Carabinieri l'uomo ha tentato di dileguarsi ma è stato immediatamente bloccato e dichiarato in arresto. Il veicolo è invece stato restituito al legittimo proprietario.
Arresti anche a Lesina, dove i Carabinieri della locale Stazione, al termine di una accurata e meticolosa perquisizione presso un’abitazione di Marina di Lesina, hanno rinvenuto circa 2 kg di marijuana e 20 gr. circa di hashish, nonché materiale per il taglio e il confezionamento in dosi dello stupefacente. A finire in manette sono stati Anna Rita Bonfilio, 42 anni, e il figlio Felice Acacio, 23 anni. Per entrambi l’accusa è di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
A San Paolo di Civitate, invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto in esecuzione di un provvedimento cautelare Giacinto Paolo Emilio Occhionero, 40 anni. L’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari per pregresse vicende penali, era stato segnalato dai militari per reiterate violazioni al regime cui era sottoposto. Nei suoi confronti è quindi stata disposta la custodia presso il carcere di Foggia.
E’ stato invece arrestato e sottoposto ai domiciliari il 53enne Angelo Mancini. Nei confronti dell’uomo i militari della Stazione di Torremaggiore hanno dato esecuzione a un'ordinanza di esecuzione pena per il reato di maltrattamenti in famiglia. L’uomo dovrà scontare una pena di sei mesi.
Per quanto riguarda invece l’area garganica, i Carabinieri di San Nicandro hanno proceduto all’arresto di Nazario Silvestro Sticozzi, 50 anni. Anche in questo caso l’uomo si trovava già ai domiciliari ed era stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per diverse infrazioni commesse. Raggiunto dai Carabinieri, l'uomo è stato tradotto presso il carcere di Foggia.
Infine, i militari hanno proceduto anche al sequestro di quattro veicoli sprovvisti di copertura assicurativa, nonché al deferimento in stato di libertà di due uomini sorpresi alla guida dei rispettivi veicoli sotto l’effetto di alcool e droga.

Pubblicato in Cronaca
Lunedì, 14 Agosto 2017 19:10

BUON FERRAGOSTO DAL GARGANO !

Il Gargano è mia madre, il Gargano è mio padre. Il Gargano è il racconto in cui siamo nati. Il Gargano è la lingua che parliamo, i paesaggi che ci nutrono, dove sono i nostri avi. Il Gargano è le sue piazze, le sue chiese, le sue bellezze, i suoi laghi, il suo mare, i suoi ulivi, le sue colline, i suoi trabucchi, le sue torri, chi le onorò. Il Gargano è la nostra storia. Il Gargano è la nostra casa, è il ritorno, è l’infanzia, il cielo e la terra che ci copre. La sua bellezza.

Benvenuti... grazie per averci scelto.

BUON FERRAGOSTO

Pubblicato in Società

L’evento è organizzato dal Club auto e moto storiche sipontino, con la partecipazione del “Fiat 500 club Italia“.

Pubblicato in Manifestazioni

A inventare il turismo sul Gar­gano fu Enrico Mattei. Il padre pa­drone dell'Eni, dopo aver sorvolato il promontorio alla fine degli anni Cin­quanta si innamorò di questo lembo di terra sperduto, senza collegamenti, senza strade, privo di infrastrutture, e decise di realizzare Pugnochiuso, a ridosso di Vieste, ancora oggi tra i luoghi più incantevoli del Mediterraneo. Ne sono trascorsi di stagioni ed il Gargano, da quel seme germinale che fu appunto il complesso realizzato dal­la Semi (società dell'Agip) ne ha fatta di strada: oggi è la locomotiva del turismo pugliese con località che superano le due milioni di presenze come Vieste e detiene quasi il 40% dei posti letto dell'intera regione. Un luogo che continua ad attrarre, anche vip internazionali, e mentre nel Salento attendono Emmanuel Ma­cron (annunciato a San Vito dei Nor­manni) e nella terra di Bari Ivanka Trump (annunciata a Monopoli),· sul Gargano esponenti del mondo politico internazionale ci sono in carne ed ossa nuotano tra Peschici è Vieste e fanno escursioni anche all'interno, ad esem­pio per ammirare i siti Unesco come la grotta dell'Arcangelo Michele a Monte Sant'Angelo (l'unica chiesa non consacrata al mondo) e le faggete della Foresta Umbra. Tra gli ultimi arrivati c'è il Primo ministro della Biolorussia, Andrej Kabjakou ed il Bundesminister (mi­nistro degli Interni) della Repubblica d'Austria, Wolfgang Sobotka. Con le loro famiglie hanno fatto tappa proprio a Monte Sant'Angelo e non solo per visitare luoghi sacri e monumenti (ca­stello, tomba di Rotari, rione Junno) ma anche per una immersione a 360 gradi nella, cucina garganica, come quella del rinomato chef internazio­nale Gegé Mangano, titolare dei «Galantuomini» e più volte ospite alle fortunate trasmissioni sulla cucina di Rai e Sky. «È stata una belle esperienza perché oltre a degustare i nostri piatti si sono ovviamente informati sulla preparazione e sulla provenienza dei prodotti. Per me è stata una bella gratificazione, spiega lo chef montanaro che ha proposto un menu che comprendeva il Cuciniello (crema di pomodoro con mousse di ricotta e tuorlo d’uovo scottato); un caldo freddo con cicoriella di campo e purea di fave fredda; Maccheroni con crema di marasciuoli e olio Evo ed infine un “TiramiSud”. Il tutto innaffiato con spumante e vini della pro­vincia di Foggia. Presenze importanti che si affian­cano a quelle tradizionali e dei nuovi arrivati. I dati raccolti da Assoturismo della Confesercenti foggiana hanno confermato il trend positivo ed un au­mento delle presenze con un più 5% di stranieri, in particolari tedeschi, fran­cesi, svizzeri e austriaci, ma in queste ultime settimane si sono visti anche inglesi e statunitensi. «Il 2017 si sta confermando un anno florido per le aziende turistiche. Oc­corre approfittare per investire in competitività e per affrontare alcuni nodi strutturali del sistema pugliese. Vanno realizzati interventi a basso co­sto, ma ad alta efficacia. Dobbiamo, da regione leader dei beni Unesco, espri­mere modelli di gestione del territorio che siano efficaci», spiega Bruno Zan­gardi, responsabile di Assoturìsmo della provincia di Foggia. «Sfruttiamo le potenzialità del tax free shopping in chiave di attrattività, ma dobbiamo completare le infrastrutture necessarie ed accelerare soprattutto le proce­dure per attivare l'aeroporto di Foggia per conquistare i mercati emergenti come Russia, Cina e India», aggiunge Alfonso Ferrara, presidente della Confesercenti Foggia.

Filippo Santigliano

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Turismo

Il Gargano

”Lo scenario nel territorio garganico rimane ancora molto instabile. Le variabili che influenzano l’evoluzione dei fenomeni criminali dell’area sono, infatti, molteplici: la presenza di gruppi a forte organizzazione verticistica, basati essenzialmente su vincoli familiari e non legati tra loro gerarchicamente; l’ascesa delle giovani leve desiderose di colmare i vuoti determinati dalla detenzione di elementi di spicco della mafia garganica, in particolar modo appartenenti al clan dei MONTANARI; non ultima, la vicinanza geografica ad altre realtà mafiose, come quella foggiana e cerignolana. A Vieste, per esempio, dopo l’omicidio del boss dei NOTARANGELO 422, i più gravi episodi criminali hanno visto protagonisti alcuni soggetti già appartenenti al clan, segnando di fatto un cambio al vertice della criminalità locale. Tale avvicendamento, tuttavia, non sembra essersi perfezionato anche per le immediate ed efficaci azioni di contrasto delle Istituzioni, che di fatto hanno accentuato il vuoto di potere creatosi con la morte di NOTARANGELO, determinando, altresì, da un lato fratture interne alla criminalità locale e, dall’altro, l’ambizione di gruppi di altre aree423.
Sul fronte delle estorsioni si segnala l’incendio doloso avvenuto il 20 luglio 2016, presso il porto turistico di Vieste, di una motonave che assicura i collegamenti con le Isole Tremiti; tale episodio segue al danneggiamento, del 13 luglio, di tre gommoni, anch’essi adibiti al trasporto di persone. Per quanto attiene al mercato degli stupefacenti, la città di Vieste si conferma raccordo nevralgico per i comuni limitrofi di Vico del Gargano, Peschici e Rodi Garganico. Il controllo di tale attività rimane il più importante motivo di frizione per le diverse fazioni che si contendono le piazze di spaccio. Nel triangolo di Monte Sant’Angelo-Manfredonia-Mattinata, le difficoltà del clan LI BERGOLIS, conseguenti alla detenzione dei suoi vertici, potrebbero aver rinvigorito i gruppi già organici al clan dei MONTANARI e ora guidati da figure di maggiore spessore criminale.
Gli esiti dell’operazione Ariete424, conclusa a fine ottobre dall’Arma dei Carabinieri, ha fatto luce su come l’assetto criminale del Gargano risenta e sia espressione anche della collaudata sinergia registratasi tra soggetti di Manfredonia, Monte Sant’Angelo e Mattinata. In particolare, nella città di Monte Sant’Angelo – dove il T.A.R. della Regione Lazio, con la sentenza del 24 ottobre 2016, ha rigettato il ricorso in merito al provvedimento di scioglimento per infiltrazione mafiosa dell’Amministrazione Comunale – la presenza di soggetti di elevata caratura criminale potrebbe stare alla base dei contrasti verificatisi per il controllo del territorio. In uno scenario così complesso, le attività illecite più remunerative continuano ad essere il traffico di sostanze stupefacenti, le estorsioni (anche mediante l’imposizione di servizi) ed i reati di natura predatoria, in particolar modo le rapine ai tir ed ai portavalori.

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 4

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005