Nuovo anno, nuovo servizio di raccolta porta a porta: a Vico del Gargano, da lunedì 14 gennaio 2019, comincerà il nuovo servizio della raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta. La prima novità è che, finalmente, il porta a porta riguarderà anche le frazioni balneari di San Menaio e Calenella. “Grazie a un ulteriore sforzo da parte dell’azienda dei rifiuti, concordato con l’Amministrazione comunale, il servizio è stato potenziato ed esteso senza alcun costo aggiuntivo per le casse comunali e, dunque, senza nessun altro onere per i cittadini”, ha spiegato Silvio Matano, presidente del Consiglio comunale e assessore all’Ambiente.

LE NOVITA’ IN SINTESI. Come detto, la novità più importante è l’estensione del porta a
porta, finora previsto solo per Vico del Gargano, anche alle frazioni balneari di San
Menaio e Calenella. I giorni dedicati alla raccolta dell’umido passano da 3 a 4 alla
settimana: sarà ritirato anche il sabato. Gli ingombranti e il vetro saranno ritirati una volta
la settimana e, non più, come avvenuto finora, ogni 15 giorni. La plastica sarà ritirata il
giovedì, non più il sabato.

LA CAMPAGNA DI INFORMAZIONE. Con l’affissione dei manifesti, è da circa un mese
che è partita la campagna di informazione rivolta ai cittadini. L’esigenza del nuovo
servizio potenziato raccoglie proprio le tante richieste giunte all’Amministrazione
comunale da parte dei vichesi. Sono due i principali obiettivi delle novità messe in atto: il
raggiungimento del 65% di raccolta differenziata, per centrare la soglia utile a ottenere
premialità; il miglioramento dei livelli di igiene e di decoro in tutto il territorio comunale.

ENTRANO IN AZIONE LE GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE.
Contemporaneamente alla partenza del nuovo calendario della raccolta differenziata,
prenderà il via anche il servizio di vigilanza ambientale per contrastare l’abbandono dei
rifiuti in paese e nel territorio comunale. Il servizio sarà svolto dalle Guardie Ecologiche
Volontarie di Capitanata, con le quali, appena un mese fa, l’Amministrazione comunale
ha stipulato una convenzione. Le Guardie Ecologiche di Capitanata GEV sono volontari
giurati. Dopo un corso di specializzazione organizzato dalla Provincia di Foggia, hanno
conseguito il titolo di polizia amministrativa, a tutti gli effetti di legge e con regolare
rilascio della Prefettura di Foggia. Opereranno in collaborazione con la Polizia
Municipale e potranno emettere sanzioni amministrative nei riguardi di chi compie reati
contro l’ambiente. Le GEV di Capitanata sono normate dalla LEGGE REGIONALE 28
luglio 2003, n. 10 "Istituzione del servizio volontario di vigilanza ecologica" Regione
Puglia. Il Comune di Vico del Gargano è il primo Comune della Provincia di Foggia ad
adottare questo servizio di vigilanza ambientale a tutela dei propri cittadini, del territorio
e della comunità tutta.

Pubblicato in Ambiente

Il servizio è stato esteso anche alle frazioni balneari di San Menaio e Calenella. Più giorni a disposizione per il ritiro di umido, vetro e ingombranti. Parte anche il servizio di vigilanza ambientale delle GEV

Il 14 gennaio 2019, comincerà il nuovo servizio della raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta. La prima novità è che, finalmente, il porta a porta riguarderà anche le frazioni balneari di San Menaio e Calenella. “Grazie a un ulteriore sforzo da parte dell’azienda dei rifiuti, concordato con l’Amministrazione comunale, il servizio è stato potenziato ed esteso senza alcun costo aggiuntivo per le casse comunali e, dunque, senza nessun altro onere per i cittadini”, ha spiegato Silvio Matano, presidente del Consiglio comunale e assessore all’Ambiente.

LE NOVITA’ IN SINTESI. Come detto, la novità più importante è l’estensione del porta a porta, finora previsto solo per Vico del Gargano, anche alle frazioni balneari di San Menaio e Calenella. I giorni dedicati alla raccolta dell’umido passano da 3 a 4 alla settimana: sarà ritirato anche il sabato. Gli ingombranti e il vetro saranno ritirati una volta la settimana e, non più, come avvenuto finora, ogni 15 giorni. La plastica sarà ritirata il giovedì, non più il sabato.

LA CAMPAGNA DI INFORMAZIONE. Con l’affissione dei manifesti, è da circa un mese che è partita la campagna di informazione rivolta ai cittadini. L’esigenza del nuovo servizio potenziato raccoglie proprio le tante richieste giunte all’Amministrazione comunale da parte dei vichesi. Sono due i principali obiettivi delle novità messe in atto: il raggiungimento del 65% di raccolta differenziata, per centrare la soglia utile a ottenere premialità; il miglioramento dei livelli di igiene e di decoro in tutto il territorio comunale.

ENTRANO IN AZIONE LE GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE. Contemporaneamente alla partenza del nuovo calendario della raccolta differenziata, prenderà il via anche il servizio di vigilanza ambientale per contrastare l’abbandono dei rifiuti in paese e nel territorio comunale. Il servizio sarà svolto dalle Guardie Ecologiche Volontarie di Capitanata, con le quali, appena un mese fa, l’Amministrazione comunale ha stipulato una convenzione. Le Guardie Ecologiche di Capitanata GEV sono volontari giurati. Dopo un corso di specializzazione organizzato dalla Provincia di Foggia, hanno conseguito il titolo di polizia amministrativa, a tutti gli effetti di legge e con regolare rilascio della Prefettura di Foggia. Opereranno in collaborazione con la Polizia Municipale e potranno emettere sanzioni amministrative nei riguardi di chi compie reati contro l’ambiente. Le GEV di Capitanata sono normate dalla LEGGE REGIONALE 28 luglio 2003, n. 10 "Istituzione del servizio volontario di vigilanza ecologica" Regione Puglia. Il Comune di Vico del Gargano è il primo Comune della Provincia di Foggia ad adottare questo servizio di vigilanza ambientale a tutela dei propri cittadini, del territorio e della comunità tutta.

Pubblicato in Ambiente

Il programma è il seguente:

-          Partenza lunedì 21 gennaio alle ore 13:00 da Vico del Gargano, Piazza San Francesco

-          Arrivo e sistemazione presso Hotel Perticari Pesaro alle ore 18:00 circa, cena e pernottamento

-          Martedì 22 gennaio ore 7:30 colazione e partenza per Rimini Fiera, arrivo in fiera previsto per le ore 9:00

-          Visita fiera fino alle ore 17:00

-          Ore 17:30 partenza da Rimini fiera, arrivo a Vico previsto per le ore 23:00 circa

La quota di partecipazione è di € 100,00 a persona comprensiva di viaggio, pernottamento in mezza pensione, ingresso fiera.

Le imprese interessate a partecipare sono invitate a comunicarlo entro il 12 gennaio versando la somma in acconto di € 50,00 presso la sede della CNA di Vico in via Giuseppe del Viscio n.9 .

Per ulteriori informazioni potete contattarci al numero 0884 591212

La Responsabile provinciale CNA Agroalimentare Sabrina Pupillo

La Responsabile CNA Agroalimentare Carpino Maria Giulia Russi

Pubblicato in Economia

Il 2019 del Gargano è partito piuttosto freddamente, riscaldato solo da una certa politica, vecchia, nuova, metà e metà, fate voi, giudicate voi. L’annuncio più importante, che ha riscaldato i cuori di Capitanata, è stato senza alcun dubbio quello fatto dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante la sua recentissima visita in provincia di Foggia:” Un miliardo per finanziare il Contratto di Sviluppo di Capitanata.” Annuncio solenne, impegnativo, un regalo di fine d’anno che ha fatto ringalluzzire il ristretto partenariato invitato al tavolo. Questo miliardo deve, o dovrebbe, finanziare, a quel poco che si sa, circa una ottantina di progetti arrivati sul tavolo di Conte. Progetti di cui si ignora il contenuto, il beneficiario, l’utilità, la destinazione e, soprattutto, quali e quanti benefici tangibili e immediati ricadranno sul territorio di Capitanata. Spero che il principio della trasparenza e del cambiamento ci dia qualche risposta. Ma, il mio rovello è un altro:” Fra gli ottanta circa progetti piovuti sul tavolo del presidente Conte, ce ne qualcuno proveniente dal Gargano, qualcuno progettato sul Gargano, qualcuno che parla del Gargano, qualcuno che contiene una istanza del Gargano e dei suoi bisogni? La “ classe politica “ del Gargano è stata coinvolta tra i circa 80 progetti del Contratto di Sviluppo di Capitanata? E quale modello di sviluppo è stato pensato, immaginato, forse proposto, tentato, per il Gargano. Cosa sanno gli “ amministratori “ locali del Contratto Conte e cosa sanno, per esempio, i Sindaci del Gargano, quelli invitati e quelli ignorati, sulle tante vie che il miliardo di euro promesso da Giuseppe Conte percorrerà? Qualcuno ha visto, forse, il completamento della superstrada, la salvaguardia dei Centri Storici, il recupero dei Beni Culturali e Monumentali, il miglioramento della viabilità esistente e quella ferroviaria, il futuro del Parco Nazionale del Gargano? Si prevede qualche posto di lavoro in più?

Vico/ 2019 a piccoli passi.                    

Sostituzione del manto in erba sintetica campi da tennis comunali. 60.000 euro.

Rimozione rifiuti, spiagge e litorali. 15.500 euro.

Spiagge accessibili ai disabili- 20.000 euro

Recupero Torri di avvistamento a fini turistico-culturali. 25.000 euro.

Finanziaria 2019 strade, edifici, scuole 70.000 euro.

Siamo fiduciosi; qualcuno risponderà. Nell’attesa:” …buon 2019 Gargano “.

 

Michele Angelicchio

Pubblicato in Politica

Sono in tutto quattordici i Comuni pugliesi che riceveranno un finanziamento di 20 mila euro per rendere accessibile alle persone con disabilità l'accesso alle spiagge libere a gestione municipale. "Uno specialissimo augurio per un anno nuovo che diffonda e potenzi gli sforzi per liberare le nostre spiagge e il nostro mare in modo che tutti possano viverle" ha sottolineato l'assessore regionale al Bilancio, con delega al demanio costiero, Raffaele Piemontese. I Comuni che hanno proposto loro progettualità e che sono stati ammessi a finanziamento regionale sono Ischitella, Peschici, Vico del Gargano e Zapponeta in provincia di Foggia; Bisceglie e Margherita di Savoia nella provincia di Barletta-Andria-Trani; Molfetta in provincia di Bari; Alliste, Melendugno, Nardò, Racale, Taviano e Ugento in provincia di Lecce; Maruggio in provincia di Taranto. Il progetto del Comune di Castellaneta, in provincia di Taranto, potrà probabilmente essere recuperato in seconda battuta. La procedura aperta dalla Regione Puglia dall’1 al 10 dicembre scorsi chiedeva alle Amministrazioni di individuare almeno una spiaggia libera in cui prevedere parcheggi riservati, agevolazioni all'accesso in spiaggia, servizi igienici e spogliatoi accessibili, realizzati in legno o altro materiale eco-compatibile, docce esterne con maniglioni, supporti e pavimentazione tattile unicamente per il raggiungimento della battigia, ovviamente amovibili, segnaletica, corrimano e mappe tattili. L'altro avviso, indirizzato a interventi su torri costiere e di avvistamento nella disponibilità dei Comuni e da valorizzare con finalità turistico-culturali pubbliche, ha selezionato i progetti dei Comuni di Nardò, Racale, Vico del Gargano e Zapponeta, che avranno 25 mila euro di contributi regionali per realizzare le opere entro 6 mesi dalla concessione del finanziamento.

Pubblicato in Ambiente
Domenica, 23 Dicembre 2018 10:51

Vico/ Il tema della Talassemia in un convegno

Nel ricordo del dott. Franco Bergantino, e della sua prematura scomparsa, si è svolto presso l’Auditorium comunale “ Raffaele Lanzetta “ di Vico del Gargano, l’interessante convegno “ La Talassemia ieri ed oggi. L’importanza della donazione. “ Il tema introduttivo ha messo a fuoco gli aspetti diagnostici e terapeutici e come convivere con la Talassemia. Nel dibattito, moderato dal dott. Nicola Stabile, sono intervenuti la dott.ssa Filomena Sportelli, Dirgente medico U.O. Immunoematologia e Trasfusione Ospedali Riuniti di Foggia; la dott.ssa Grazia Roberti, Dirigente medico U.O. Immunoematologia e Trasfusione Ospedali Riuniti di Foggia; prof. Vincenzo Manzo, Vicepresidente Consociazione Nazionale dei Gruppi donatori di sangue “Fratres“; dott. Mario Tateo, Vicepresidente Associazione Microcitemici di Capitanata. Nell’aprire i lavori del convegno il dott. Stabile ha tracciato un commovente ricordo di Franco Bergantino, amico e collega “ della prima ora ” ha detto. La dott.ssa Roberti si è soffermata sulla genesi della Talassemia, sulle aree geografiche a più alto tasso di diffusione e sulla rete dei servizi specialistici di cui la Regione Puglia è dotata. La dott.ssa Sportelli ha illustrato la gamma dei nuovi farmaci nella lotta alla malattia e le nuove frontiere di cure, l’efficacia dei trapianti partendo dalla disponibilità di fratelli e sorelle del malato, allargando, poi, la ricerca ai compatibili. Il prof. Manzo ha toccato gli aspetti più pratici, per allargare la platea dei donatori, sottolineando un aspetto importantissimo che porta il donatore occasionale a trasformarsi in donatore permanente. “ Inoltre – ha detto Manzo – il modello di donazione volontaria resta insostituibile.” Ha chiuso gli interventi il dott. Tateo sull’importanza dell’associazionismo volontario, portando ad esempio riuscito quello dei microcitemici di Capitanata. Una targa ricordo “ Nessuno muore nel cuore dei vivi “ è stata consegnata alla signora Rosa Buo, dal Sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino. Al convegno erano presenti numerosi colleghi di Franco Bergantino e tanti amici, che hanno avuto modo di conoscerlo e apprezzarlo come medico, amministratore pubblico e amico.

Michele Angelicchio

Pubblicato in Società

Torna in scena il Laboratorio Teatrale “ TEATRO K “ diretto da Massimo Montagano. Due brevi lavori, la sera del 18 dicembre, alle ore 20.00, presso l’Auditorium comunale “ Raffaele Lanzetta “ con “ Bertoldo alla corte del Re Alboino “ e “ Il mio presepio “. I due lavori teatrali rientrano nel ciclo delle manifestazioni del dicembre nel Borgo Antico – Natale a Vico – organizzato dall’Amministrazione comunale.

La novella di Bertoldo e del Re Alboino, dal romanzo di Giulio Cesare Croce, libero adattamento, rivisto da Massimo Montagano, riporta all’attualità l’antico e moderno concetto della dialettica pronta, del pensiero libero, l’astuzia, la creatività, il sapersi arrangiare in tutte le situazioni, soddisfacendo la curiosità e le richieste del Re Alboino ( il Re che guida i Longobardi in Italia nel 568 d.C.). Non c’è persona, sapiente, consigliere, lo stesso Re, in grado di trasformare le risposte in antifrasi, nonsense, metafore, controdomande, a un puro gioco di indovinelli, come racconteremo nella piece; un mostro di sapienza che riesce ad affascinare il Re e tutta la corte. Il contadino Bertoldo appartiene al mondo di persone quasi sempre analfabete, ha una sua cultura fatta di proverbi, detti, indovinelli, favole e storielle. Svincolandosi così dalle moralità medievali questo personaggio con il suo linguaggio diretto, espressivo e grossolano, con le battute comiche e grottesche ma contemporaneamente aggressive e spietate, con il suo linguaggio basso, terra terra, si contrappone ai riti e all’ambiente della corte miope e ottusa.

Nel secondo spettacolo a più voci “ Il mio Presepio “, testo di Alessandro Pronzato, riduzione teatrale di Massimo Montagano, si pone a fondamento la riflessione sul Natale oggi. Si contesta da parte di tanti la realizzazione del Presepe, nelle case, nelle scuole, nella lunga tradizione. Noi presentiamo un Presepe che non si costruisce ma si scopre per riconoscere che ogni uomo è un Presepe vivente. Cristo nasce nella grotta del cuore dell’uomo, superbo, avaro, lussurioso, goloso, invidioso, accidioso, iroso, perché si liberi da questi vizi e viva come dono gratuito per ogni uomo. Sono voci che parlano alla nostra coscienza, del peso delle nostre passioni che ci tengono inchiodati alle piccolezze del vivere quotidiano: la Passione dell’Essere ( SUPERBIA ) nella gerarchia dei vizi, occupa un posto speciale, ne è la regina perché radicata nella condizione originaria dell’uomo come male ambiguo, come desiderio di conoscere ma al tempo stesso di eccedere la misura. La Passione dell’Avere ( AVARIZIA ) L’avaro di oggi è posseduto dalle cose, accumula e conserva ma non usa, possiede ma non condivide. La sua infelicità è un fallimento della volontà o della ragione. La Passione della Conoscenza ( LUSSURIA ), più che un peccato, appare una forza debordante della natura. Sarà anche un vizio, ma sappiamo come da vizi privati nascano pubbliche virtù e quando i “lumi” della Ragione stanno cedendo il posto alle “lanterne” del Terrore. La Passione Triste ( INVIDIA ), e’ il peccato di Lucifero invidioso dell’uomo, quello di Caino verso Abele, quello di Jago nei confronti di Otello, ma anche quello di Grimilde verso Biancaneve. La Passione dell’Ingordigia ( GOLA ), il vizio che si vede, perché inscritto nella carne, oltre che nell’anima. Ma poi peccato o malattia, vizio volontario o predisposizione genetica, come si chiedono oggi dietologi e medici. La Passione Furente ( IRA ). Lo sguardo del ­filosofo, cogliendone il senso e, o, rendendone una spiegazione teorica, getta luce anche sulle in­finite manifestazioni di questo nodo dell’anima, sulle sue origini naturali e culturali, sulle sue declinazioni storiche, politiche e sociali. La Passione dell’Indifferenza ( ACCIDIA ), diventa malattia psichiatrica nella visione laica e moderna. Come è rappresentato nell’interpretazione occidentale questo male dell’anima. Dall’impazienza di Baudelaire, alla malinconia romantica di Leopardi alla noia di vivere di certi personaggi della letteratura russa, dall’angoscia esistenzialista, al vuoto oscuro e maligno nella mente del depresso dei nostri tempi.

Una serata di teatro per grandi e piccini.   Auditorium comunale, 18 dicembre 2018, ore 20.00.

Michele Angelicchio

Pubblicato in Spettacolo

Il sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino, è stato nominato componente del Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Nazionale del Gargano. La nomina è stata ufficializzata con decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare Sergio Costa, su designazione della Comunità del Parco Nazionale del Gargano.

“Ringrazio chi ha ritenuto utile che a ricoprire questo importante incarico ci fossi anche io, per rappresentare al meglio una parte rilevante della Comunità dell’Ente, vale a dire quella di Vico del Gargano”, ha commentato Michele Sementino che, nella scorsa primavera è stato riconfermato sindaco dai cittadini vichesi. “Il Parco Nazionale è il cuore e il futuro del Gargano, perché le dinamiche dello sviluppo sostenibile sono tutte legate all’economia verde, l’utilizzo e la riscoperta dell’enorme biodiversità di questa ampia fascia di territorio, con politiche che valorizzino l’agricoltura, la silvicoltura, l’uso delle energie pulite, il turismo, la riscoperta delle erbe spontanee commestibili, l’allevamento”, ha aggiunto Sementino.

“Dobbiamo essere capaci di aprire una stagione nuova. I sindaci del Gargano stanno dimostrando di capire quanto sia importante lavorare insieme, come territorio, su tutte le questioni da cui dipendono il presente e l’avvenire di un’area ricchissima, con potenzialità ancora largamente inespresse. La green economy, che comprende anche l’economia dei servizi avanzati in favore dello sviluppo del territorio, offre possibilità ancora inesplorate, se non in parte, per creare nuova e buona occupazione, sia per chi in questi anni ha perso il proprio lavoro sia per i tanti giovani altamente scolarizzati che finora hanno trovato poche possibilità di impiego”, ha concluso Sementino.

Pubblicato in Ambiente

“La gioia di portare il dialetto di Vico del Gargano, altrove - scrive sul suo profilo facebook - con orgoglio, semplicemente perché amo le mie origini, il mio bellissimo paese, il favoloso Gargano”.

Terra mè

A terra mè jè bèll da vucin e da luntèn

P mèr p n'cil e p ntèrr

Girann p' i pajis, p'i strèt e quartir

Jè rumast arradchèt a i tèmp d jir

A tèrra mè jè com nu quètr d tanta c' lur

Lu vid, l'ammír quès quès sint pur a ddur

Di jinèstr u'ffaccià da stèt

Castagnj arrstut, a pignèt ntra ciammnir appiccèt... quann arriv a vrnèt

A terra mè jè ricc d frutt e bunnanz

I jènt du Garghèn tèn'n tanta crijanz

"trèscj, vin't scaud, assètt faccj u cafè

Jènt d cor, n'n ci crid? Abbè t'ha vdé!

U Garghèn, tèrr d tanta pajis

ògnun pa gusanza sò

Abbandunarl n'n ci pò

Addonn vu ji circann bllèzz?

N'n t'avast tanta rcchézz?

U gadduccj che cant a prim matin

Sui cucènt e garia fine

Vuliv sott a cén'r còtt e muss annrut

Nu schètt caud d pèn arrstut

U Garghèn tèrr d tradziun

I stéss d quann jiv uagnun

Tèrr d sant e prucissiun

D surìjènz, jardín ranci e c'mun

Garghèn mè n'n t vogghje lassà

Dd'or du munn lu ténche aqquà.

 

Michela Di Perna -

 

 Traduzione

 Terra mia

- La Terra mia è bella da vicino e da lontano / Per mare per cielo e per

terra / Girando per paesi per strade e quartieri / È rimasto irradicato ai tempi di ieri.

/ La terra mia è come un quadro di tanti colori. / Lo vedi lo ammiri quasi quasi senti

pur l'odore / Di ginestre all'affacciarsi dell'estate / Castagne arrostite, la pignata nel

camino acceso quando arriva l'inverno. / La terra mia è ricca di frutti ed abbondanza.

/ La gente del Gargano ha tanta creanza / "entra, vieni a scaldarti, siediti, faccio il

caffè" / Non ci credi? Vedrai! / II Gargano, terra di tanti paesi / Ognuno con le sue

usanze / Abbandonarlo non si può. / Dove vai cercando bellezze? / Non ti basta tanta

ricchezza? / II gallo che canta di primo mattino / Sole cocente ed aria fine / Olive

cotte sotto la cenere e muso annerito / Una fetta calda di pane arrostito. / Il Gargano,

terra di tradizioni / Le stesse di quando ero bambina / Terra di santi e di processioni /

Di sorgenti, giardini, arance e limoni. / Gargano mio non ti voglio lasciare / L'oro del

mondo ce l'ho qua.

 

Motivazione della Giuria

 La scelta dialettale della poesia esalta l'amore per la propria terra, il Gargano. L'autrice dipinge un quadro suggestivo fatto di paesaggi e tradizioni semplici ed autentiche e scene di vita quotidiana che hanno il sapore di un tempo passato nel quale il presente affonda le sue radici.

Pubblicato in Cultura
Pagina 1 di 24

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005