Nella graduatoria di medicina generale e guardia medica della Regione Puglia, per il 2018, ci sono 2.472 nominativi. Ma non bastano per soddisfare l’utenza, gli oltre 4 milioni di potenziali pazienti. Se la crepa è ancora piccola per quest’anno, scatenerà una valanga molto presto. Già, perché di quei professionisti il 70 per cento andrà in pensione nei prossimi dieci anni. E scorrendo l’elenco la statistica trova subito conferma: la maggior parte degli iscritti è nata negli anni ’50, ed è davvero a un passo dalla pensio¬ne. Certo, si potrebbe compensare facilmente con le nuove immissioni. Ma è più facile dirlo che farlo.

Pubblicato in Sanità

Anche se la legge regionale pugliese consente di mantenere i lidi aperti tutto l’anno, «l’autorizzazione paesaggistica può comunque imporre che strutture precarie, collocate in uno stabilimento balneare, siano rimosse al termine della stagione estiva». Con una sentenza che accoglie il ricorso del ministero dei Beni culturali ribaltando le decisioni del Tar di Lecce, il Consiglio di Stato mette la pietra tombale sul braccio di ferro che riguarda lo smontaggio dei lidi: se la Soprintendenza si oppone, le strutture devono essere rimosse a fine stagione.
I giudici amministrativi (sentenza 899/2018) hanno ripristinato il «no» che il Comune di Gallipoli aveva opposto nel 2011 ai titolari dello stabilmento Helios di Baia Verde sulla base del mancato rilascio dell’autorizzazione paesaggistica al mantenimento delle strutture tutto l’anno. Il Tar di Lecce era stato di diverso avviso, ritenendo che la Soprintendenza avesse violato un articolo della legge regionale 17/2006, quella che consentiva il mantenimento di tutte le strutture anche in deroga al parere paesaggistico e che fu poi cancellata dalla Corte costituzionale.
Dopo l’intervento della Consulta, la Regione cambiò strada e stabilì che la rimozione doveva avvenire alla scadenza della concessione demaniale del lido, e comunque sempre dopo aver ottenuto l’autorizzazione paesaggistica. Ed è proprio questo il punto. «L’attuale formulazione della normativa - scrivono infatti i giudici - consente che venga rilasciata una concessione che non impone, al termine della stagione estiva, la rimozione delle strutture funzionali all’attività. Tuttavia, l’ottenimento del titolo abilitativo, per evitare la riproduzione di una norma già dichiarata incostituzionale, deve intendersi come espressamente condizionata all’ottenimento del nulla osta delle autorità preposte alla tutela dell’ambiente e del paesaggio».
Insomma, il lido può anche rimanere in piedi anche oltre la stagione balneare, ma solo se la Soprintendenza dice sì. E come si concilia, questo, con l’apertura tutto l’anno? Sul punto i giudici hanno richiamato una precedente sentenza del 2012: «I “contesti, estivo e invernale, in cui gli stabilimenti si inseriscono sono diversi», il che implica che differente può essere l’impatto che un manufatto può avere a seconda del periodo che viene in rilievo». Significa che in pieno inverno, quando non serve fare il bagno, una parte delle strutture non è necessaria e deve essere comunque smontata. La Regione deve dunque convincere la Soprintendenza del contrario, altrimenti non c’è nulla da fare.

[m.s.]
Pubblicato in Turismo

Si è tenuta ieri nella sala Senato dell’Ateneo di Bari la riunione insediamento del Comitato esecutivo e di analisi finanziarie, nell’ambito del programma di fondazione della prima “City School” europea. Missione della “City School” è promuovere e sviluppare attività didattiche in favore di funzionari comunali, professionisti e studiosi interessati alla pubblica amministrazione comunale. Si tratta, in sostanza, di formare una classe dirigente idonea a governare la complessità urbana causata dal cambiamento innovativo e digitale divenuto dirompente. Promotori dell’iniziativa la Fondazione Dioguardi, l’Università degli studi di Bari e l’Anci. «Organizzare la città - spiega il professor Gianfranco Dioguardi, ideatore della scuola - significa anche cercare le modalità per ordinare la realtà urbana al fine di interpretarla nelle forme più efficaci, per governarla con la migliore efficienza possibile. Quindi una formazione in grado di stimolare motivazione, senso di leadership non burocratica, accompagnata da una sensibilità giuridica e da approfondita preparazione manageriale». Le attività didattiche potranno essere svolte sia in sede, con corsi standard (Master di II livello e Summer school) sia come “Formazione su misura” a carattere itinerante (road show) da svolgere nelle città che la richiederanno.

Pubblicato in Società

“Dalle analisi dei campioni delle “acque di scarico” di 31 depuratori della provincia foggiana, emerge il superamento dei valori limite previsti dalla legge per parametri come Escherichia coli, solidi sospesi, azoto totale e fosforo”. Lo dichiara la consigliera del M5S Rosa Barone,che ha presentato un’ interrogazione diretta agli assessorati ai Lavori Pubblici e all’Ambiente per sapere quali azioni intendano mettere in campo per superare questa situazione critica dal punto di vista sanitario e ambientale. Dai documenti acquisiti dalla Provincia di Foggia, l’ente deputato al controllo e all’erogazione di sanzioni per eventuali anomalie nella depurazione, risultano 51 rapporti di non conformità emessi da ARPA Puglia in seguito alle analisi sui campioni delle “acque di scarico” prelevati a luglio 2017 da 31 depuratori tra cui quelli di Foggia, Cerignola, Lucera, San Severo e Manfredonia, e molti altri piccoli comuni.

“Dalle informazioni acquisite - incalza Barone - sono evidenti possibili di situazioni di pericolo per la salute pubblica e per l'ambiente, soprattutto con riferimento al parametro Escherichia coli. Questo, nonostante gli ingenti investimenti fatti ultimi anni, come dichiarato dallo stesso Acquedotto Pugliese. Abbiamo interrogato la Regione per chiedere se fosse a conoscenza di questi rapporti di prova emessi da ARPA e per conoscere quali interventi e risorse finanziarie siano stati previsti per migliorare il processo di affinamento dei reflui in provincia di Foggia e per accelerare le azioni per il recupero dei reflui in agricoltura”

In 27 rapporti si evidenzia il superamento dei limiti consigliati di Escherichia coli: in alcuni casi di poco più del doppio del limite consigliato, pari a 5.000, in altri oltre venti volte il limite con valori che superano la soglia di 100.000 (come ad Orta Nova in località Palata e a Cerignola in località San Lorenzo); in 13 rapporti è segnalata la positività alla prova di tossicità; in 37 rapporti sono segnalate varie non conformità, tra le quali le più ricorrenti sono il superamento dei valori di BOD5, della richiesta di ossigeno, dei solidi sospesi, dei valori di fosfati, nitrati e tensioattivi.

“Per comprendere questi dati - aggiunge la pentastellata - chiediamo che la Provincia disponga analisi che possano chiarire caso per caso il perché del superamento dei valori limite. Vorremmo inoltre sapere se siano state applicate le sanzioni previste per le anomalie riscontrate e quale sia stato l’esito dell’incontro tra l’ente provinciale e l’AQP avvenuto lo scorso 23 gennaio”.

Pubblicato in Ambiente

La Banca Popolare di Bari si è impegnata ad erogare, nel triennio 2018-2020, circa 200 milioni di euro alle Pmi del Mezzogiorno, nell'ambito dell'iniziativa Smei lanciata dalla Commissione Europea con il gruppo Bei (banca europea degli investimenti) per migliorare l'offerta di fonti di finanziamento delle piccole e medie aziende. L'istituto pugliese, assistito da Banca Finint in qualità di advisor, è uno degli intermediari selezionati dalla Bei per promuovere lo strumento Smei in Italia, selezione sancita dalla firma degli accordi avvenuta recentemente. Lo strumento contempla la combinazione di diverse risorse: fondi strutturali e di investimento europei, fondi nazionali messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico nell'ambito del programma operativo "Iniziativa PMI" e risorse del bilancio UE attraverso il programma per la competitività delle imprese e delle piccole e medie imprese e fondi Bei

Pubblicato in Economia

Si svolgerà come unica tappa in Puglia, sabato 17 febbraio alle 16,00 a Bari presso l’Hotel Excelsior Congressi la conferenza di presentazione del progetto “Alla radice della violenza di specie”. L’evento è organizzato dall’associazione” Noi adv Parco Solidale” e vedrà la presenza del suo ideatore, il noto criminologo Marco Strano ed alcuni dei relatori che hanno contribuito alla realizzazione del manuale “Alla radice della violenza di specie”. Il manuale è stato realizzato infatti, dal Prof. Marco Strano con la collaborazione di nomi illustri del panorama criminologico, giuridico, investigativo, veterinario e sociale. E’ rivolto a forze dell’ordine, avvocati, educatori, assistenti sociali, psicologi, veterinari e associazioni operanti nel campo animalista e del sociale. E’ infatti, scientificamente provato il nesso che la violenza sugli animali ha con la violenza sulle persone. Nella mattinata di sabato è previsto un incontro riservato agli studenti dell’Istituto Tecnologico Euclide- Centro Studi Polivalente mentre alle 16,00 presso l’Excelsior congressi Marco Strano parlerà di analisi, prevenzione e contrasto dei crimini ai danni degli animali; il veterinario Michele Buttiglione del contrasto al maltrattamento degli animali; l avvocato Fabio Lofrese degli strumenti legislativi di contrasto ai reati di maltrattamento e uccisione animali. La dott.ssa Francesca Toto, delle forme illegali di business legate al randagismo; Gabriella Mancino, Presidente NOI ADV, del corretto modo di fare volontariato. L’incontro sarà moderato da Antonella Gerbi, referente regionale dell’Ass. M.E.T.A. e “Irriducibili Liberazione animale”. La partecipazione è libera, fino ad esaurimento posti, ma su prenotazione alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Ambiente

Quasi il 5 % delle imprese pugliesi ha un titolare straniero: la metà rispetto alla media nazionale. Lo dice l’indagine condotta da Unioncamere sui dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio relativi al 2017. In Puglia, dove sono attive 380.553 imprese, sono 18.762 (pari al 4,9%) quelle con titolari stranieri. Nel 2017 c’è stata una crescita netta di 396 unità, con 1.732 nuove imprese fronte di 1336 cessazioni. Taranto è la provincia in cui si registra il tasso di crescita più elevato di imprese stra-niere (5,1%), mentre a Bari il numero è rimasto invariato.
A livello nazionale la situazione è ben diversa. Le imprese degli stranieri crescono quasi cinque volte più della media e, da sole, rappresentano il 42% delle nuove imprese registrate nel 2017. Alla fine dello scorso anno hanno raggiunto quota 590mila presenze, pari al 9,6% del totale. Nel corso del 2017 le imprese riconducibili a stranieri si sono incrementate di 19.197 unità come risultato del saldo tra 57.657 aperture e 38.460 chiusure, corrispondente ad un tasso di crescita del 3,4 % (contro lo 0,75% fatto registrare dall'intera base imprenditoriale italiana). Il settore in cui le imprese di stranieri sono maggiormente presenti a livello nazionale è quello del commercio al dettaglio (circa 162mila imprese, il 19% di tutte le aziende del settore), seguito dai lavori di costruzione specializzati (109mila, il 21% del totale) e dai servizi di ristorazione (43mila, all’11% dell’intero comparto).

 

 

---------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Economia

L’assessore regionale al Welfare ha espresso soddisfazione per l’esito dell’incontro sull’assegno di cura tenuto oggi a Bari, nella sede della Presidenza, con i referenti delle Associazioni dei pazienti A.MA.RE Puglia, ANFFAS Puglia, ANMIL Puglia, Associazione Paraplegici Puglia, AISLA Puglia, Comitato 16 novembre, Uniti per i risvegli Puglia, Viva la Vita Onlus Italia. Presenti anche la dott.ssa Francesca Zampano Dirigente Sezione benessere e pari opportunità e vicaria Sezione Inclusione sociale attiva e Innovazione reti sociali, il dott. Giuseppe Chiapperino RUP Assegno di cura e dott.ssa Rossella Bratta, funzionaria Sezione Inclusione Sociale attiva e innovazione reti sociali.
L’assessore al Welfare ha espresso apprezzamento per il fatto che le Associazioni presenti al Tavolo siano addivenute ad un documento unico e condiviso, assicurando che saranno soddisfatte le istanze evidenziate nello stesso documento. In particolare, come richiesto dalle associazioni, è stata assicurata la riclassificazione della condizione di non autosufficienza in base alle scale di valutazione previste dal Decreto FNA 2016 di tutti i potenziali beneficiari del contributo già in carico e conosciuti ai servizi sanitari territoriali dei DSS per l’elevato grado di complessità delle cure e dell’assistenza, ivi compresi i gravissimi non autosufficienti già percettori del precedente Assegno di Cura (ex DGR n. 2530/2013). La riclassificazione, già in corso, sarà conclusa a cura delle AA.SS.LL. nel termine di 7 giorni lavorativi.
L’erogazione dell’assegno ai richiedenti “ammessi a beneficio” sarà disposta immediatamente, ma comunque nei limiti delle risorse finanziarie disponibili e secondo i criteri dell’Avviso Pubblico.
Per quanto riguarda gli utenti non in carico ai servizi, richiedenti l’Assegno di Cura e che non possono essere riclassificati, dovranno essere valutati al fine di accertare la sussistenza dei requisiti di gravissima disabilità secondo i criteri previsti dal Decreto FNA 2016 e recepiti integralmente dall’Avviso Pubblico.
Nella riunione tenuta lunedì 12 febbraio u.s. con l’assessore al Welfare, i Direttori Generali delle AA.SS.LL. hanno convenuto che, laddove la valutazione della condizione di gravissima disabilità possa essere inequivocabilmente accertata attraverso valutazione sanitaria a cura del DSS con il supporto dello specialista di riferimento, la convocazione della Unità di Valutazione Multidimensionale, non è indispensabile ai fini del completamento dell’istruttoria della domanda di accesso all’Assegno di Cura.
Per i casi sui quali risulta necessaria la valutazione multidimensionale a cura dell’UVM distrettuale, sarà definito, da parte di ciascuna ASL, un dettagliato cronoprogramma delle attività distrettuali e la calendarizzazione delle sedute. Il cronoprogramma sarà approntato entro 30 gg. dalla conclusione delle attività di riclassificazione.
Nel corso dell’incontro l’assessore al Welfare ha evidenziato che le risorse finanziarie attualmente allocate sull’Avviso potrebbero non essere sufficienti a soddisfare tutti i richiedenti in possesso dei requisiti di accesso al beneficio. A tal proposito, anche a nome del Governo regionale, si è impegnato a reperire risorse finanziarie aggiuntive, portando la problematica all’attenzione delle competenti sedi regionali e nazionali, supportando le richieste con dati certi relativamente al numero dei disabili gravissimi della Puglia.
“La Regione Puglia – ha sottolineato l’assessore al Welfare – ha allocato su questa misura un quantitativo di risorse consistente se confrontato con quello di altre Regioni, come la Lombardia che può contare su circa 50 milioni di euro di risorse finanziarie a fronte di una popolazione pari al doppio di quella della Puglia”.
Infine l’assessore si è detto concorde con le associazioni sull’opportunità di procedere sin da subito alla predisposizione di un nuovo Avviso con decorrenza luglio 2018 e ha chiesto alle stesse Associazioni di elaborare proposte univoche da condividere con gli uffici dell’Assessorato.

 

 

 

---------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Società

Il comitato permanente della Protezione civile Puglia ha espresso parere favorevole al piano di previsione, prevenzione e lotta contro gli incendi boschivi 2018-2020. «Si tratta di un piano innovativo, che introduce degli strumenti adatti a prevenire concretamente gli incendi» dice il consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente della Protezione civile,.
«Con questo nuovo piano sarà possibile effettuare la proiezione di ogni incendio nel momento in cui inizia, così da poterne calcolare il livello di pericolosità - spiega - intervenendo in maniera tempestiva e non quando le fiamme sono propagate e i danni irreparabili. Dispone, in pratica, le linee guida per delimitare il rischio incendi e introduce il monitoraggio della viabilità forestale, con una cartografia aggiornata delle strade che consentono di arrivare quanto prima alla zona interessata». Tra le novità del piano anche campagne di prevenzione e sensibilizzazione dei cittadini: «puntiamo a mettere al corrente la popolazione del rischio collegato a un incendio e a trasferire quelle regole che non solo evitano gli incendi, ma impediscono anche di appiccarli in modo indisturbato. Dunque, l’obiettivo di questo è formare una nuova coscienza - ha sottolineato - dando ai cittadini il compito di vigilare su questo reato ambientale. Questo piano va nella direzione di limitare gli oltre 5mila incendi che scoppiano ogni anno, di cui il 90% è di origine dolosa. La Puglia è in prima linea - ha concluso - per tutelare la sua bellissima vegetazione, l’ambiente e l’incolumità dei suoi cittadini».

 

 

 

---------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Discesa demografica «naturale». Succede in Puglia, il dato ammonta al 9,796 nello scorso anno ed è frutto dell’indagine Istat relativa al calo delle nascite e al saldo migratorio interno negativo (-8,7%). A rivelare che la Puglia sia sempre più vecchia è Coldiretti Puglia, anche perché al Sud che la longevità aumenta grazie soprattutto alla dieta mediterranea. Ma al contempo si registrano più malattie croniche degli anziani e si acuisce, sempre secondo Coldiretti Puglia, la cronica carenza dei servizi alla persona, soprattutto nelle aree rurali. In considerazione delle patologie che affliggono gli anziani in Puglia - commenta il presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - va riconosciuto un sostegno alle famiglie che si fanno carico di accudire in casa gli anziani con disabilità». E Cantele continua: «Esiste una disparità di trattamenti nelle aree rurali. In Puglia sono circa 210 mila pensionati dei lavoro autonomo - 63 mila coltivatori diretti, 73 mila artigiani ed altrettanti commercianti - con un’alta percentuale di pensioni integrate che vivono un momento di difficoltà».

 

 

 

-----------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 10

Ondaradio consiglia...

Reporter della tua città

14 Febbraio 2018 - 10:47:28

Reporter della Tua Città/ “Vieste ha dimenticato Lino Protano: increscioso è anche il silenzio di coloro i quali hanno ricevuto dei benefici dall’allora Presidente della Provincia”.

Mi son posto un interrogativo: Vieste è forse pervasa dall’ingratitudine? Ebbene ho constatato, purtroppo, che l’ingratitudine fa parte del d.na. della gente e che sembra esser…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005