È stato definito il programma completo della novena, della veglia e della festa liturgica di san Pio da Pietrelcina per il 2018, anno in cui nel Santuario di San Giovanni Rotondo si commemorano il centesimo anniversario della stimmatizzazione permanente di Padre Pio (20 settembre) e il cinquantesimo anniversario della sua morte (23 settembre).

Il calendario degli eventi liturgici prevede la presenza di due cardinali e di otto arcivescovi e vescovi. La Celebrazione Eucaristica della domenica mattina della novena (16 settembre) sarà presieduta dal cardinale Angelo De Donatis, vicario generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma, mentre quella mattutina del 23 settembre (giorno della festa liturgica) sarà presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia e presidente della Conferenza Episcopale Italiana. La prima Messa del 23 settembre sarà celebrata alle ore 00,15 da colui che sarà eletto come prossimo Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini durante il LXXXV Capitolo generale, che si svolgerà a Roma, presso il Collegio internazionale “San Lorenzo da Brindisi” dal 27 agosto al 16 settembre.

Ecco il calendario dettagliato degli eventi.

NOVENA

Venerdì 14 settembre “Esaltazione della Santa Croce”

chiesa inferiore di San Pio da Pietrelcina, ore 18,00, Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Luigi Rennavescovo di Cerignola – Ascoli Satriano e amministratore apostolico dell’Arcidiocesi di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo.

Sabato 15 settembre “Beata Maria Vergine Addolorata” e “Primi vespri della XXIV Domenica del Tempo Ordinario”

chiesa di San Pio da Pietrelcina, ore 18,00, Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Domenico D’Ambrosioarcivescovo emerito di Lecce.

Domenica 16 settembre “Santi Cornelio papa e Cipriano vescovo” e “XXIV Domenica del Tempo Ordinario”

chiesa di San Pio da Pietrelcina, ore 11,30, Celebrazione Eucaristica presieduta dal card. Angelo De Donatisvicario generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma;

chiesa di San Pio da Pietrelcina, ore 18,00, Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Francesco Savinovescovo di Cassano all’Ionio.

Lunedì 17 settembre  “Impressione delle stimmate del Serafico Padre san Francesco” 

chiesa inferiore di San Pio da Pietrelcina, ore 18,00, Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Domenico Cornacchiavescovo Molfetta – Ruvo – Giovinazzo – Terlizzi. 

Martedì 18 settembre “San Giuseppe da Copertino”

chiesa inferiore di San Pio da Pietrelcina,ore 18,00, Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Piero Mariniarcivescovo titolare di Martirano e presidente del Pontificio Comitato per i Congressi eucaristici internazionali.

Mercoledì 19 settembre “San Francesco Maria da Camporosso”

chiesa inferiore di San Pio da Pietrelcina,ore 18,00, Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Ciro Fanellivescovo Melfi – Rapolla – Venosa.

Giovedì 20 settembre “Sant’Andrea Kim Taegon e compagni, martiri”

chiesa di Santa Maria delle Grazie, ore 9,30, Commemorazione delle stimmate di san Pio presieduta da fr. Maurizio Placentinoministro provinciale dei Frati Minori Cappuccini della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio;

chiesa inferiore di San Pio da Pietrelcina, ore 18,00, Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Antonio Menniniarcivescovo titolare di Ferento e officiale della Segreteria di Stato della Santa Sede.

Venerdì 21 settembre “San Matteo, apostolo ed evangelista”

chiesa di Santa Maria delle Grazie, ore 10,00, Celebrazione Eucaristica per il personale e i degenti di Casa Sollievo della Sofferenza, presieduta da mons. Luigi Renna;

chiesa inferiore di San Pio da Pietrelcina, ore 18,00, Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Giacomo Cirulli di Calvi - Teano.

VEGLIA

Sabato 22 settembre

chiesa all’aperto di San Pio da Pietrelcina

ore 18,00, Liturgia di Accoglienza

presiede fr. Francesco Dileorettore del Santuario di Santa Maria delle Grazie e della chiesa di San Pio da Pietrelcina in San Giovanni Rotondo;

ore 19,00, Celebrazione dei vespri

presiede fr. Maurizio Placentino;

ore 20,00, Adorazione eucaristica vocazionale

presiede fr. Pasquale Cianciresponsabile del Servizio di Pastorale giovanile-vocazionale della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio dei Frati Minori Cappuccini;

ore 21,00, Preghiera sotto la croce*

presiede fr. Carlo Maria Labordeguardiano del Convento dei Frati Minori Cappuccini di San Giovanni Rotondo;

ore 22,30, Santo Rosario

presiede fr. Luciano Lottisegretario generale dei Gruppi di preghiera di san Pio da Pietrelcina.

FESTA

Domenica 23 settembre

chiesa all’aperto di San Pio da Pietrelcina

ore 00,15, solenne Concelebrazione Eucaristica*

presiede il neo eletto Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini;

chiesa di San Pio da Pietrelcina

ore 09,30, Recita del Santo Rosario

ore 11,00, solenne Concelebrazione Eucaristica

presiede il card. Gualtiero Bassettiarcivescovo di Perugia e presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

ore 17,00, solenne Concelebrazione Eucaristica

presiede mons. Luigi Renna;

a seguire, “Atto di affidamento dei bambini a san Pio da Pietrelcina” e processione con l’immagine del Santo (percorso:chiesa di San Pio da Pietrelcina, piazzale Santa Maria delle Grazie, viale Cappuccini, piazza Europa, corso Matteotti, piazza Padre Pio, corso Umberto I, piazza Europa, viale Cappuccini, Casa Sollievo della Sofferenza, piazzale Santa Maria delle Grazie, chiesa all’aperto di San Pio da Pietrelcina).

* (La Preghiera sotto la crocee la Celebrazione Eucaristicadelle 00,15 saranno tradotte nel linguaggio italiano dei segni).

In concomitanza con la novena e la festa liturgica di san Pio da Pietrelcina, nella sala delle Icone, adiacente alla chiesa inferiore intitolata al Santo, sarà allestita una mostra delle tavole del maestro Stefano Pachì, dipinte in esclusiva per il calendario 2019 “Incontro alla Luce” di Voce di Padre Pio, che sarà inaugurata il 14 settembre, subito dopo la prima Messa della novena.

Gli orari di apertura delle chiese conventuali nei giorni 22 e 23 settembre saranno pubblicati sui siti www.teleradiopadrepio.it ewww.conventosantuariopadrepio.it.

Per informazioni: 0882.417500 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per ragioni di sicurezza, i giornalisti, i fotografi e i telecineoperatori che vorranno seguire gli eventi devono far pervenire dalle rispettive redazioni una richiesta di accredito almeno 48 ore prima dell’evento a cui sono interessati, allegando una copia del documento di identità dell’inviato/a. Non si garantisce il rilascio del pass a chi non seguirà l’indicazione sopra espressa. Si specifica che il pass non dà diritto ad un posto a sedere né alla libera circolazione durante gli eventi, ma solo all’accesso ad un’area specificamente riservata agli operatori della stampa.-- 

Pubblicato in Manifestazioni

Il premier Giuseppe Conte è stato invitato a San Giovanni Rotondo il 22 e 23 settembre in occasione del 50esimo della morte di san Pio. Lo rende noto il Comune con un comunicato. L'invito al premier è stato fatto con una lettera firmata dal Comune di San Giovanni Rotondo, dall'arcidiocesi Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo e dai frati minori cappuccini della religiosa provincia "S.Angelo e Padre Pio".
    "Dai primi giorni del suo insediamento avevamo chiesto al presidente del Consiglio dei ministri di venire a San Giovanni Rotondo e rispondere così all'appello dei suoi concittadini garganici. La presenza del premier sarà un ulteriore omaggio a San Pio e alla comunità dei frati e dei sangiovannesi, impegnati nella organizzazione delle commemorazioni per il centenario della stimmate e il cinquantenario della morte di San Pio", sottolinea il sindaco Costanzo Cascavilla.Ieri Leonardo Russo, sindaco di Volturara, Comune del Foggiano dove è nato il presidente del Consiglio dei Ministri, aveva annunciato la presenza di Conte nel paese il 15 agosto dove, nel corso di una cerimonia, saranno consegnate al premier le chiavi della città.

Pubblicato in Personaggi

Il 5 agosto, in occasione della giornata finale del Festival di Legambiente nel Gargano, una serata, in collaborazione con Welcoming Europe, per parlare di migranti e di un Mediterraneo di pace, di diritti e di accoglienza. Firma ora per un'Europa che accoglie su welcomingeurope.it

 A seguire il concerto finale The Wailers che chiuderà a suon di musica il Festival diretto da Paolo Fresu

“Il dramma dell'immigrazione non si può risolvere alzando muri e barricate o chiudendo i porti, ma preparandoci a un'accoglienza capace di coniugare sicurezza, integrazione e solidarietà. Vogliamo un’Europa che non volti le spalle al Mediterraneo e ai problemi di chi è costretto a scappare da guerre e territori pericolosi e invivibili. Basta muri e pregiudizi, si al dialogo e ad un rilancio delle politiche europee per l’accoglienza, i diritti delle persone e la cooperazione internazionale”. È questo l’appello che Legambiente lancia da FestambienteSud, il Festival dell’associazione ambientalista nel Gargano, in vista dell’incontro del 5 agosto che organizzerà, in collaborazione con Welcoming Europe, a San Giovanni Rotondo (Parco del Papa), per parlare del tema dell’immigrazione e dell’accoglienza.

Un argomento fortemente sentito anche in Puglia, terra di grande bellezza e storia ma anche luogo dove sono ancora tanti i problemi da risolvere, tra questi il caporalato e lo sfruttamento dei migranti. La storia di Rignano, definito il Grande Ghetto dei braccianti, ne è un esempio. Nelle campagne tra San Severo e Rignano Garganico, i migranti braccianti che arrivano in Puglia vengono sfruttati e fatti lavorare in condizioni disumane. Per questo Legambiente a FestambienteSud torna a ribadire l’importanza di puntare su politiche europee di accoglienza che si basino su integrazione e solidarietà. Stando agli ultimi dati diffusi dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), dall'inizio del 2018 sono oltre 1.500 i migranti morti nel Mediterraneo mentre tentavano di raggiungere le coste europee. E a giugno 2018 i morti sulla tratta centrale del Mediterraneo (cioè quella che ha per destinazione l’Italia e Malta) sono stati 564, contro i 529 dello stesso mese del 2017.

Al dibattito del 5 agosto dal titolo Gargano, terra di cammini, di migranti e pellegrini”, in programma alle ore 19.00 a San Giovanni Rotondo, interverranno: Edoardo Zanchini, Vicepresidente nazionale di Legambiente, i Sindaci di San Giovanni Rotondo, Rignano Garganico e San Marco in Lamis, il Direttore della Caritas diocesana e il Presidente del consorzio Matrix richiedenti asilo. Tra gli altri presenti anche Vanessa Pallucchi, Vicepresidente nazionale di Legambiente. La serata sarà anche l’occasione per rilanciare e raccogliere le firme per Welcoming Europe, un’iniziativa dei cittadini europei (ICE) di cui Legambiente è promotore insieme a tante altre associazioni e che ha come obiettivo il cambiamento delle politiche europee sui migranti. In che modo? Invitando la Commissione europea a presentare un atto legislativo in materie di competenza Ue relativa a tre obiettivi fondamentali: la decriminalizzazione di qualsiasi intervento di solidarietà o aiuto dei migranti (in Italia esiste ancora il reato di clandestinità), la creazione di corridoi umanitari e programmi di sponsorship rivolti ai rifugiati, e la protezione delle vittime di abusi e violazioni e la garanzia di accesso alla giustizia. Welcoming Europe è stata lanciata in 18 paesi dell’Unione Europea e si pone di raccogliere un milione di firme in almeno sette Stati europei entro febbraio 2019. Si può firmare sul sito welcomingeurope.it e per chi, parteciperà il 5 agosto a FestambienteSud, si potrà invece firmare direttamente presso lo stand che sarà allestito per l’occasione.

“Di fronte ai respingimenti in mare dei migranti, ai preoccupanti fenomeni di razzismo e alle campagne contro le ONG l'obiettivo di “Welcoming Europe, Per un’Europa che accoglie” - spiega Edoardo Zanchini, Vicepresidente nazionale di Legambienteè affermare la richiesta da parte dei cittadini di un'Europa che non volti le spalle al Mediterraneo e ai problemi di chi è costretto a scappare da guerre e territori pericolosi e invivibili, anche per le conseguenze dei cambiamenti climatici. Con la raccolta firme si chiede alla Commissione europea di intervenire con urgenza su una materia fondamentale e delicata per il futuro dell’umanità”.

A concludere la serata finale della quarta edizione di FestambienteSud, che dal 25 luglio ha impreziosito il Gargano con eventi musicali, incontri, laboratori e dibattiti che hanno avuto come filo conduttore il tema della questione meridionale, sarà il concerto sempre a San Giovanni Rotondo alle ore 21.00 (Parco del Papa), dei The Wailers che porteranno sul Gargano il messaggio del re del reggae Bob Marley e il loro sound rivoluzionario, capitanati dal famoso bassista e fondatore Aston “Familyman” Barrett, insieme agli altri due membri originali Junior Marvin e Donald Kinsey. Bob Marley & The Wailers hanno venduto più di 250 milioni di album in tutto il mondo. Per info sull’acquisto dei biglietti: http://festambientesud.it

“Bilancio estremamente positivo – dichiara Franco Salcuni, direttore culturale del Festival -per gli appuntamenti di FestambienteSud, il festival partito da Vieste, il 25 luglio, con la straordinaria apertura nello splendido scenario di Marina Piccola, per poi continuare nella tre giorni nel cuore del centro storico della città UNESCO di Monte Sant’Angelo, anti per fare tappa nel centro storico di CagnanoVarano. Tanti i temi trattati nei numerosi incontri e forum, positivo anche il bilancio della Gargano Summer School “Progettisti per la rigenerazione culturale e territoriale”, per quattro giorni, educatori, tecnici progettisti e operatori culturali si sono confrontati in un laboratorio transdisciplinare di rigenerazione a tutto tondo. Nei forum si è discusso di caporalato, agricoltura, ecomafie, gestione delle aree protette, cibo e paesaggio con tanti ospiti intervenuti sui vari temi”.

Pubblicato in Manifestazioni

L'abito che Padre Pio indossava il 20 settembre del 1918 quando gli furono date le stimmate, il 29 luglio sarà portato dai frati cappuccini di San Giovanni Rotondo nella basilica di Santa Maria degli Angeli, ad Assisi. Qui l'abito resterà fino al 2 agosto, giorno del 'perdono di Assisi', ovvero l'indulgenza concessa nel 1216 da Papa Onorio III a tutti i fedeli, su richiesta di San Francesco. La mattina del 3 agosto il saio di Padre Pio sarà trasferito nel santuario della Spogliazione, la cattedrale di Santa Maria Maggiore, nei cui pressi Francesco di Bernardone si svestì dell'abbigliamento di giovane benestante, per indossare una ruvida tunica. L'evento rientra nell'ambito del centenario della stimmatizzazione permanente di Padre Pio, e del cinquantenario della sua morte. L'abito sarà portato ad Assisi in una peregrinatio iniziata il 10 marzo scorso e organizzata dal team dell'animazione giovanile di San Giovanni Rotondo.

Pubblicato in Personaggi

Finalmente arriva a San Giovanni Rotondo l’attesissimo appuntamento della SAGRA DELLA CARNE GARGANICA, manifestazione di marketing territoriale che, alla sua prima edizione, rappresenta un appuntamento importante, inserito nella rassegna di eventi dell’estate sangiovannese, volto a promuovere e valorizzare l’economia locale, l’enogastronomia e il turismo.

Vera regina della manifestazione, come da tradizione, la carne cotta alla brace, vera prelibatezza culinaria di queste parti.

Durante i tre giorni di festa, il centro cittadino,Corso Umberto I in particolare, accoglierà questa prima sagra con tante specialità: spiedini di cavallo, bombetta pugliese, bombetta garganica, salsiccia, musciscka e dulcis in fundo i famigeratitorcinelli.

Programma ricco e vario, non solo per la gastronomia, ma anche per la musica e l'intrattenimento con la presenza di mangiafuochi e giocolieri per la gioia dei più piccoli, un mix essenziale di ingredienti che faranno vivere ai partecipanti momenti indimenticabili all’insegna della buona cucina, della riscoperta delle tradizioni locali e del sano divertimento.

Programma dettagliato:

2 agosto: artisti di strada, cover band e silent party.
3 agosto: rock band e raduno bikers.
4 agosto: esposizione di auto d’epoca con Vespa club, a seguire IL QUIZZONE VI ASPETTA, con tanti gadget, a seguire ancora, dj set...

Angolo intrattenimento e divertimento con giostre per i più piccoli, possibilità di posti a sedere. Ingresso gratuito. 

Pubblicato in Manifestazioni

È iniziata la prevendita dei biglietti per l’ultimo appuntamento nel cartellone di Festestembientesud, il Festival nazionale di Legambiente per il sud Italia, i leggendari “The Wailers” si esibiranno il 5 agosto a San Giovanni Rotondo presso il Parco del Papa in Viale della Gioventù, in data unica per il centro-sud Italia. I “The Wailers” porteranno sul Gargano il messaggio del re del reggae Bob Marley e  il loro sound rivoluzionario, capitanati dal famoso bassista e fondatore Aston “Familyman” Barrett, insieme agli altri due membri originali Junior Marvin e Donald Kinsey. Bob Marley & The Wailers hanno venduto più di 250 milioni di album in tutto il mondo. Il concerto sarà aperto da due espressioni musicali di Capitanata: i “Sona Sle” e “M.organ D meets the Humble’s Souls Project”. I biglietti, al prezzo di 10 euro (più diritti di prevendita), si possono acquistare online e nei punti vendita del circuito www.vivaticket.it, presso il botteghino ufficiale di Monte Sant’Angelo (senza diritti di prevendita), Edicola lo Scarabocchio” 0884562299 e a San Giovanni Rotondo e in tutta Italia presso le prevendite abituali. Il concerto è gratuito per gli under 12, per i diversamente abili e un accompagnatore (è obbligatorio che l'accompagnatore sia maggiorenne). Ulteriori informazioni www.festambientesud.it

 #FestambienteSud #WeareinPuglia #Mezzogiornodifuoco

Pubblicato in Spettacolo

Per il terzo anno di fila a San Giovanni Rotondo appuntamento con il Memorial Matteo De Cristofaro con la regia organizzativa dell’Asd Padre Pio e sotto l'egida CSAIn.

La cronoscalata su strada è intitolata alla memoria di Matteo De Cristofaro deceduto nel luglio 2015 a causa di un malore improvviso legato al caldo afoso mentre era in sella alla sua bicicletta durante una gara ciclistica amatoriale in Abruzzo.

Domenica 1 luglio, a San Giovanni Rotondo, i partecipanti prenderanno il via dinanzi alla Boutique De Cristofaro (sede del ritrovo alle 8:00), in Viale Cappuccini, per affrontare un tratto di trasferimento ad andatura turistica di circa venti chilometri fino alla partenza della cronoscalata individuale prevista alle 10:00. Dopo il via ufficiale i ciclisti pedaleranno lungo i 13 chilometri di salita fino all’abitato di Borgo Celano, frazione del comune di San Marco in Lamis, per terminare la loro prova. L’ascesa presenta una pendenza media del 6%, con punte massime del 10%.

L’iscrizione si effettua sul posto alla quota di 15 euro: si attende una bella giornata dove la passione per le due ruote regna sovrana a San Giovanni Rotondo grazie alla passione e alla bontà del lavoro del sodalizio in loco presieduto da Cosimo Orlando.

Pubblicato in Sport

È made «Casa sollievo» l'ultima frontiera della ricerca applicata per la cura della sclerosi multipla. L'istituto di ricerca dell'ospedale fondato da Padre Pio, e che da anni si occupa di staminali, è in prima linea a livello internazio­nale per favorire una svolta nella lotta alla malattia.

«Le cellule staminali sono il primo farmaco vivente contro la sclerosi multipla, che si adatta con intelligenza al sistema ner­voso danneggiato per ripararlo. Messe a punto in Italia e già usate con successo contro la sclerosi la­terale amiotrofica saranno spe­rimentate anche su ictus e lesioni spinali croniche», dice Angelo Vescovi, direttore scientifico di Revert Onlus e dell’Ospedale di Padre Pio. Lo scienziato di Casa sollievo sostiene che le staminali «saranno offerte gratuitamente ad altri laboratori di tutto il mon­do, per favorire nuove sperimen­tazioni valide e controllate sulle malattie neurologiche: per questo stiamo già lavorando con Stati Uniti, Spagna e Polonia».

Vescovi sostiene inoltre che «la nostra è l'unica sperimentazione che conosco al mondo con staminali cerebrali ridotte ad un vero e proprio farmaco cellulare stan­dardizzato, ovvero riproducibile nel tempo e negli effetti». Come è accaduto negli altri test condotti dal direttore scientifico dell'isti­tuto di ricerca dell'ospedale di San Giovanni Rotondo, anche in questo caso «le cellule usate sono staminali cerebrali fetali derivate da biopsia di aborti spontanei, ot­tenute con un processo identico a quello della donazione di organi e quindi libero da problemi etici. Inoltre offrono la possibilità di scegliere il donatore per garan­tire la compatibilità col ricevente, cosa che tutte le altre tecniche in uso non permettono». «Un’unica donazione - afferma Vescovi - può bastare a trattare centinaia di mi­gliaia di pazienti: in laboratorio ho già dieci linee cellulari pronte che potrebbero soddisfare tutte le sperimentazioni del mondo». Le staminali prelevate dal feto sono moltiplicate in laboratorio e congelate in una banca: «vengono risvegliate quando il paziente è pronto per il trapianto, circa un mese prima del trattamento, e sot­toposte a un ultimo passaggio di moltiplicazione e purificazione per certificarne la qualità. Poi si passa al trapianto». Sono utiliz­zate cellule indifferenziate «per­ché - aggiunge Vescovi - capaci di leggere e interpretare l’ambiente in cui vengono iniettate, decidono il miglior comportamento da adottare per garantire la ripara­zione e l’omeostasi del tessuto. So­no intelligenti, una vera terapia innovativa». «La sperimentazione sulla scle­rosi multipla è quella in cui ri­pongo più speranze - prosegue il ricercatore - perché abbiamo già osservato risultati molto buoni, anche sulle scimmie. I test clinici di fase 1 di solito vengono condotti su pazienti compromessi, per cui sarà più difficile ottenere effetti neurologici importanti, ma sia­mo comunque fiduciosi per il fu­turo. La stessa sperimentazione di fase 1 completata sulla Sla, con follow-up di quasi 5 anni, ha già dato risultati positivi, tanto che stiamo già depositando la richie­sta per iniziare la fase 2 con una sessantina di pazienti».

Pubblicato in Sanità

FestambienteSud chiude la XIV edizione con il mitico gruppo che, come “Bob Marley & The Wailers” ha accompagnato tutta la carriera di Bob Marley, sarà protagonista di un grande concerto, progetto speciale di FestambienteSud che per la prima volta fa tappa a San Giovanni Rotondo.

Un grande evento per chiudere la XIV edizione di FestambienteSud. I The Wailers sono tornati in scena, pronti a travolgere tutti i fan con il suo caratteristico e rivoluzionario sound. Dopo la morte di Bob Marley, i The Wailers hanno continuato a portare in giro per il mondo la musica ed il messaggio del re del reggae.

Un’emozione unica poter sentire dal vivo le pietre miliari della musica reggae. Sarà dunque una data storica per il Gargano quella di domenica 5 agosto, il concerto si terrà presso il Parco del Papa in Viale della Gioventù a San Giovanni Rotondo, in data unica per il centro-sud Italia.

I biglietti sono già disponibili presso i rivenditori abituali e online su www.vivaticket.it

A dare l’annuncio dell’evento è il direttore artistico del Festival, Franco Salcuni e il sindaco di San Giovanni Rotondo, Costanzo Cascavilla, che dichiara: «esistono questioni sulle quali non è utile fare questioni. Così parlare di meridionalismo, all’interno di una kermesse di arti e parole, dialogate e recitate, non è cosa ovvia, ripetitiva, strumentalmente usata per giustificare vittimismi di maniera. FestambienteSud fa tappa anche a San Giovanni Rotondo per farsi manifestazione di piazza tra le piazze, per dare corpo all’unicità attraverso la coralità di un territorio. Così essere meridionali è una caratteristica identitaria, non una motivazione discriminante e mortificante. È l’ora di superare campanilismi e lavorare tutti insieme per fare del meridionalismo una questione di orgoglio e di riscatto, non di catene e di elemosine».

I “The Wailers” ritornano a portare il loro sound rivoluzionario capitanati dal famoso bassista e fondatore Aston “Familyman” Barrett, insieme agli altri due membri originali Junior Marvin e Donald Kinsey.

Dal 1973 al 1980, Bob Marley & The Wailers hanno registrato, suonato e fatto tour con milioni di spettatori. Dal 1981, Familyman e Junior Murvin hanno perseguito nella loro di missione di “tenere uniti I The Wailers” così come aveva espressamente chiesto Bob Marley in punto di morte: “mi manterrete vivo, attraverso la musica”. Come tributo all’altro co-fondatore il batterista Carlton “Carly” Barrett, purtroppo defunto, The Wailers presentano Aston Barret Jr. alla batteria. Aston Junior, nipote di Carly, cerca di seguire le orme dello zio, facendo tesoro del sound e della tecnica di Carly che lo ha contraddistinto il tutto il mondo. Il cantante e leader della band, Joshua David Barrett interpreta al meglio il messaggio di amore e di pace di Bob Marley. On stage abbiamo anche Shema McGregor, figlia di Judy Mowatt (una delle coriste originali di Bob) e Hassanah, oltre che Owen Reid alla chitarra e Noel Davey alle tastiere. In questo tour sarà presente anche il fonico originale, colui che dava la spinta “live” al suono dei “The Wailers”: Dennis Thompson.

Bob Marley & The Wailers hanno venduto più di 250 milioni di album in tutto il mondo, incluso Exodus, eletto Miglior Album del secolo nel 1999 da “Time Magazine”, e “One Love” nominate canzone del millennio nello stesso anno dalla BBC. Spin Magazine ha classificato Bob Marley & The Wailers al numero 4 tra “le Migliori band di tutto il tempo” mentre Il New York Times ha nominato Bob Marley come l’artista più influente del ventesimo secolo. Questi riconoscimenti sono stati possibili grazie alla creatività delle liriche e delle produzioni dei “The Wailers”.

Il concerto sarà aperto da due espressioni musicali di Capitanata: i “Sona Sle” e “M.organ D meets the Humble’s Souls Project”.

Pubblicato in Spettacolo

Debutterà sulla scena, sul sagrato della Chiesa di San Pio, a San Giovanni Rotondo, il 6, 7 e 8 luglio, Actor Dei-L'attore di Dio, opera musical scritta da Attilio Fontana, Mariagrazia Fontana, Francesco Ventura, Antonio Carluccio, Michela Andreozzi e Federico Capranica. Nello spettacolo, che da settembre partirà con un tour nei principali teatri nazionali, 45 giovani artisti, tra attori, cantanti e ballerini si esibiranno per rappresentare una parabola universale fatta di fratellanza e di bontà, attraverso la vita di una delle figure più amate e al contempo emblematiche dei nostri tempi, S. Pio da Pietrelcina. Padre Pio sarà interpretato da Attilio Fontana, che è anche direttore musicale dello spettacolo, diretto da Bruno Garofalo. L'opera è suddivisa in tre momenti: la giovinezza (dall'infanzia al miracolo delle Stimmate), la maturazione spirituale (la sua vita a San Giovanni Rotondo) e le traversie per la realizzazione dell'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza. Lo spettacolo si apre con un sogno fatto da padre Pio da giovane: un duello che ingaggia con il diavolo, suo alter ego, rappresentato attraverso una scacchiera bianca e nera in cui si fronteggiano i due eserciti del bene e del male. Dopo la cornice onirica, che con un andamento circolare apre e chiude il racconto dell'opera, si torna su un piano di realtà ripercorrendo alcune vicende salienti della vita del santo. "L'intento dello spettacolo, prodotto da Pragma e Immaginando, - si legge in una nota degli organizzatori dell'evento - è quello di coniugare l'intrattenimento anche con un evento di solidarietà, destinando una parte degli incassi a progetti sociali individuati con le istituzioni locali".

Pubblicato in Spettacolo
Pagina 1 di 8

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005