Inizierà il prossimo 3 luglio davanti ai giudici del Tribunale di Foggia il processo al sindaco di Rodi Garganico Carmine D’Anelli, accusato di calunnia e diffamazione nei confronti dell’ex sindaco Nicola Pinto, recentemente assolto dall’accusa di minacce proprio nei confronti dello stesso D’Anelli le due vicende sono collegate. Il gup ha rinviato a giudizio D’Anelli difeso dall’avvocato Francesca Rondinone che commenta così la vicenda: «chiaro che essendosi concluso con l’assoluzione il processo a Pinto, il rinvio a giudizio del mio assistito era pressoché scontato, ma sono sicurissima che il processo si concluderà positivamente. Il reato di calunnia presuppone il dolo che in questo caso non c’è, visto che effettivamente D’Anelli ha subito un attentato che non ha certo inventato» (nel marzo 2013 persone mai identifícate esplosero colpi di arma da fuoco contro la sua abitazione mente D’Anelli era in casa con la famiglia). «Voglio poi rimarcare» conclude l’avv. Rondinone «che tutte le affermazioni di D’Anelli nel processo nei confronti di Pinto hanno trovato un riscontro testimoniale». Pinto è difeso dall’avvocato Paolo D’Ambrosio, costituitosi parte civile e che commenta così il rinvio a giudizio: «Finalmente Pinto sta avendo giustizia dopo tante ingiustizie subite». A D’Anelli il pm contesta la calunnia su questo presupposto: «con denunce-querele dirette all’autorità giudiziaria incolpò Nicola Pinto della commissione di reati nella consapevolezza della sua innocenza, in quanto lo accusava di averlo minacciato, di volerlo intimidire con metodi violenti e per il tramite di terzi, e di aver commesso illeciti in qualità di sindaco di Rodi Garganico» per fatti che risalgono al settembre 2013. Quanto all’accusa di diffamazione si riferisce a fatti dell’ottobre 2016: D’Anelli «comunicando con più persone, offese l’altrui reputazione in quanto pubblicò uno scritto su un blog in cui accusò Nicola Pinto, sindaco di Rodi, di aver avuto un ruolo affinchè D’Anelli venisse “ridotto al silenzio in modo violento”» si legge nel secondo capo d’imputazione contestato dal pm. L’inchiesta a carico di D’Anelli per calunnia e diffamazione è collegata a quella che portò al rinvio a giudizio, al processo e alla recente assoluzione dello stesso Pinto dalle accuse di violazione del segreto istruttorio e minacce nei confronti dell’attuale imputato per fatti risalenti al 2012-2013. La Procura inizialmente contestava a Pinto la rivelazione di segreti d’ufficio, ipotizzando che avesse rivelato ad un imprenditore 1’esistenza di indagini avviate sul suo conto dalla Procura di Lucera relative alla concessione di noleggio barche, dicendo anche che i carabinieri avevano chiesto al Comune di Rodi di acquisire il carteggio. Quanto all’accusa di minacce nei confronti di D’Anelli, l’accusa originaria ipotizzava che Pinto avesse chiesto ad una persona «se conosceva qualcuno che potesse fare un’azione punitiva nei confronti di D’Anelli, tipo picchiarlo o zittirlo politicamente», 31 processo si è concluso un mese fa con l’assoluzione di Pinto chiesta dalla stessa Procura: nel processo nei confronti dell’ex sindaco Pinto, D’Anelli si era costituito parte civile

gazzettacapitanata

Pubblicato in Cronaca

Erasmus + “Key innovative teaching” è un progetto che ha coinvolto la nostra scuola in uno scambio culturale con l’istituto “Stedelijke Humaniora” di Dilsen Stokkem in Belgio e l’istituto “Grigore Moisil” di Navodari in Romania. Si è trattato di un’esperienza che ci ha permesso di conoscere non solo persone nuove ed interessanti, ma anche tradizioni e stili di vita differenti dai nostri.
Tutto è cominciato il 15 aprile, quando gli studenti e i docenti dei due istituti sono arrivati a Rodi attesi con ansia e un po' di trepidazione dalle famiglie ospitanti. Dopo un breve attimo di comprensibile esitazione, al momento delle presentazioni ci siamo subito rincuorati e ci siamo recati nelle rispettive abitazioni, alcuni a Vico, altri a Ischitella, altri a Carpino, altri a Cagnano e abbiamo fatto in modo che i nostri ospiti cominciassero ad assaporare l’aria italiana e soprattutto la nostra cucina! Nel pomeriggio, dopo un riposino, abbiamo fatto loro visitare i nostri paesi e presentato i nostri amici.
L’indomani, ci siamo ritrovati a scuola e tutti insieme abbiamo visitato i luoghi caratteristici di Rodi con la guida degli alunni della IV Turismo.
Il pranzo è stato un momento per condividere non solo un panino o un pezzo di pizza, ma anche i modi di dire e di fare tipici di ogni comunità. Nel pomeriggio siamo rimasti a scuola per illustrare dei progetti che ciascun istituto aveva preparato sulla propria realtà: cominciando dall’Italia, passando dalla Romania e finendo con il Belgio; abbiamo così potuto percepire quanto siamo tanto diversi, ma anche quanto siamo uguali sotto diversi aspetti.
Il terzo giorno è stato dedicato alla presentazione della nostra scuola e dell’IPSIA di Ischitella. Abbiamo preparato un piccolo show allietando il pubblico con balli tradizionali, italiani e rumeni e con una sfilata di moda, con vestiti creati dagli studenti dell’IPSIA. Dopo aver mangiato, abbiamo fatto una bella passeggiata in spiaggia e alcuni ragazzi, presi da un momento di “pazzia” e sfidando l’acqua gelata, hanno persino fatto il bagno.
Il quarto giorno siamo andati al Conservatorio di Rodi, dove abbiamo assistito ad uno spettacolo musicale. Un Quartetto di sassofoni si è esibito per noi e anche un ragazzo belga ha suonato un brano musicale al pianoforte.
Nel primo pomeriggio siamo tornati a scuola dove ciascun gruppo ha presentato un video che illustrava il sistema scolastico dei paesi di provenienza.
La sera ci siamo ritrovati tutti in pizzeria a Rodi per un momento di allegra convivialità.
Il giorno dopo ci siamo recati a Monte Sant’Angelo dove abbiamo visitato la grotta di San Michele e il Castello Normanno, poi siamo andati alla Foresta Umbra, dove abbiamo pranzato, e infine siamo andati a Vieste dove abbiamo visitato un trabucco e il Centro Storico.
Infine, è arrivato, con il venerdì, il triste momento della partenza! Al mattino abbiamo partecipato alla Giornata della Bontà, organizzata dalla nostra scuola ogni anno per raccogliere dei fondi destinati all’Associazione “I bambini di Antonio”.
È stato un momento per condividere e fissare nella nostra mente le esperienze vissute insieme in questi giorni.
Quando è arrivato il momento di lasciarci, ci siamo salutati con molta tristezza ma con la promessa di rincontrarci tutti in ottobre in Belgio.

Gli studenti partecipanti all’Erasmus+

Pubblicato in Società

Dopo il grande successo del primo LOW COST lTALIANO il Porto Turistico di Rodi Garganico si prepara ad accogliere i grandi yacht che rientrano dalle acque estere a costo zero. L'offerta, a dir poco incredibile, è il risultato della concertazione tra Assonautica Italiana, della quale il Porto è associato e punto di riferimento per le iniziative comunitarie " Interreg" e "Adria-Jonio" in corso, la direzione portuale turistica appena entrata nella nuova gestione e l'Amministrazione Comunale Cittadina. L'offerta è rivolta a barche, yacht e superyacht battenti qualsiasi bandiera a partire da 18 e fino a 50 metri di lunghezza, che attualmente si trovano in acque estere e che possano esibire un contratto di ormeggio di almeno sei mesi sempre in acque straniere al momento della presentazione della domanda di accesso al Porto. "Questa prima esperienza nazionale vuole dare il segno che l'economia legata alla nautica può far ripartire aree economicamente in difficoltà, diversificando l'offerta balneare ed allungando la stagione turistica. Si parla tanto di destagionalizzazione ma alla fine i fatti sono pochi. La nautica con il suo indotto legato alla manutenzione invernale e la formula del boat and breakfast, in questo senso possono fare molto" afferma il Presidente di Assonautica Italiana Prof.Alfredo Malcarne. " Il Porto Turistico di Rodi Garganico è uno dei nostri fiori all'occhiello e un banco di prova eccezionale per valutare quanto un progetto ambizioso come quello appena iniziato, può coniugare le questioni sviluppo economico a sud-socialità-legalità-impiego giovanile- e gap emigrazione verso il nord del paese" aggiunge il sindaco Carmine D'Anelli. "La questione collegamenti veloci con il resto d' Europa " prosegue" attraverso l'allungamento della pista dell'aeroporto di Foggia è strategico per lo sviluppo dell'intera area GarganoDaunia. I lavori di ammodernamento ed adeguamento agli standard della classe superiore, attualmente al vaglio della Regione Puglia rappresentano per noi il punto di partenza dell'intero processo di internazionalizzazione del turismo di terra e di mare del nostro splendido territorio che non può attendere oltre. La legalità ha il suo primo emblema nel lavoro accessibile a tutti e per dare lavoro ai giovani servono investimenti anche dall'estero. Senza voli diretti dall'Europa vicini alle straordinarie risorse naturali che abbiamo, non si va molto lontano. Il porto è la nostra prima scommessa per il rilancio dell'intero territorio intercomunale. I primi passi sembrano buoni. Staremo a vedere come risponde il pubblico nazionale ed internazionale " conclude. Inizia quindi da un'offerta commercialmente singolare, una strada che sembra veramente difficile oltre che molto ambiziosa. Abbiamo chiesto al responsabile della gestione portuale quanto durerà e per chi sarà valida questa nuova offerta: "Non si tratta di una novità assoluta almeno nel Mediterraneo" ci dice Marino Masiero " Porto Montenegro almeno 10 anni fa' ha fatto la stessa offerta sui mega yacht ed è diventato il primo porto per navi da diporto a livello europeo. Servono collegamenti veloci e quindi stiamo valutando l'attivazione di servizi shuttle h24 sempre LOW COST verso gli aeroporti pugliesi e le stazioni dei treni di Foggia e Termoli. Se Ryanair atterrasse a Foggia sarebbe boom di presenze per tutti. Questa prima offerta è valida per le barche che arrivano dall'estero in chiave anti manovra Monti che ha distrutto il settore, ma a breve attiveremo un'offerta LOW COST anche per barche con bandiera italiana con sconti più alti riservati a chi arriva da più lontano. Attualmente abbiamo 10 posti per superyacht che contiamo di assegnare in un breve periodo. Non sarà facile riempirli tutti, chi gestisce un superyacht ha una serie di figure professionali molto esigenti da coinvolgere per cambiare il porto base, ma siamo convinti che con l'appoggio del territorio ci giochiamo una bella sfida"

Pubblicato in Turismo

La "Meridiana Orientale" gestirà il Porto Turistico di Rodi Garganico. «Alla nostra società spetta il compito della rinascita di questa struttura portuale che ha subito le difficili controversie della nautica italiana. La crisi economica, i gravi errori del governo Monti sul comparto nautico ed alcune questioni locali di gestione extra ordinaria hanno lasciato un segno, ne siamo consapevoli, non facile da cancellare almeno nel breve periodo, nell'immagine del Porto». E' Marino Masiero, amministratore unico della "Meridiana Orientale" di Chioggia, in provincia di Venezia, ad aprire ufficialmente l'estate 2018 sul Gargano con la notizia tanto attesa da diportisti e dal mondo della nautica in genere che hanno nel porto di Rodi un vero punto di riferimento per la qualità dei servizi e la posizione grografica. La "Meridiana orientale" opera da anni nella gestione di porti e nel refitting ed è specializzata nella compravendita e nel noleggio di barche da diporto (a Rodi porteranno dieci imbarcazioni per il noleggio da 7 a 20 metri); a Chioggia ha un diving club ed è sede del Parco Marino Regionale delle Tegnue.
«Il nostro impegno tuttavia – continua Masiero -, sostenuto dal continuo incoraggiamento ad andare avanti nel rilancio del solo cantiere navale iniziato il 2 agosto 2017, ricevuto da parte di soggetti privati, associativi, pubblici ed istituzionali, ci ha portati a concorrere e a ottenere la gestione dell'intera struttura portuale-turistica. Ora si volta pagina e si comincia a mettere in atto una strategia preparata nei minimi particolari, forti della cultura di uomini di mare che prima di ogni altra cosa caratterizza l'intera compagine societaria». Dal punto di vista commerciale, "Meridiana orientale" mette a disposizione dei nostri primi 50 clienti il primo LOW COST NAUTICO ITALIANO fatto sul modello dei voli aerei, a partire da 499 euro oltre Iva al 10% prevista per i MARINA RESORT per un posto barca stagionale di sei mesi in acqua più tre in omaggio di rimessaggio in piazzale. A seguire gli upgrade mano a mano che il booking andrà ad esaurimento.
«La promessa che ci sentiamo di fare – continua Masiero - a tutti coloro che hanno a cuore il futuro del "PIÙ BEL PORTO TURISTICO D'ITALIA", così come fu definito dalla commissione mondiale che assegno il premio AWARD HARBOUR 2009, è che il porto è da oggi sceso in campo per una sfida che non potrà vedere vinti, ma solo vincitori.
Come in una battaglia epica... dove conta solo l'onore». Contestualmente "Meridiana Orientale" ringrazia tutti coloro che hanno contribuito con il loro lavoro, la professionalità, la determinazione, lo spirito di sacrificio e di abnegazione a raggiungere questo importante risultato di tappa. «Da oggi – conclude Masiero - per il team di Marina del Sole e dei Cantieri di Rodi Garganico comincia una grande operazione fatta di nuove e di storiche attività che da sempre ci hanno visti protagonisti di una vita di mare laboriosa e avventurosa. Un grazie a tutti i nostri clienti, ai dipendenti e ai collaboratori, all'Amministrazione della Città di Rodi Garganico, all'Amministrazione della Regione Puglia, al Comando Generale delle Capitanerie di Porto, ad Assonautica Italiana e a tutte le altre istituzioni con le quali siamo onorati di collaborare da sempre. Dal mare abbiamo dato molto... e ricevuto tutto... anche la vita. Lo faremo anche con il mare di Rodi e del Gargano tutto».

Info e prenotazioni 0884965398, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Economia

L’ex sindaco di Rodi Garganico Nicola Pinto è stato assolto in Tribunale di Foggia dall’accusa di rivelazione di segreti di ufficio e da quella di minacce nei confronti dell’attuale primo cittadino del paese garganico, Carmine D’Anelli, per fatti che risalgono al periodo maggio 2012/agosto 2013, con D’Anelli che rimase; vittima di un pesante avvertimento da parte di ignoti, sotto forma di fucilate contro la sua abitazione mentre era in casa con i familiari. Lo stesso pubblico ministero al termine della requisitoria ha chiesto l’assoluzione di Pinto, richiesta ribadita ovviamente dal difensore, l’avvocato Paolo D’Ambrosio: D’Anelli si è costituito parte civile con l’avvocato Francesca Rondinone. Le motivazioni della sentenza assolutoria saranno depositate nei prossimi mesi. A Pinto la Procura contestava la violazione del segreto d’ufficio sul presupposto che avesse rivelato nell’agosto 2013 ad un garganico 1’esistenza di un’indagine dell’allora Procura di Lucera (poi soppressa insieme al Tribunale nel settembre del 2013) relativa ad una concessione per un noleggio barche, con i carabinieri che si erano recati nel Comune di Rodi Garganico per acquisire i documenti relativi. L’ex sindaco Pinto (carica retta dal 2012 al 2017) era poi accusato di aver minacciato nel maggio del 2012, D’Anelli «chiedendo a una persona se conosceva qualcuno che potesse fare un’azione punitiva nei confronti di D’Anelli, del tipo picchiarlo o azzittirlo politicamente», recita il capo d’imputazione. La richiesta sarebbe avvenuta, ipotizzava l’accusa, nel corso di un pranzo avvenuto anni prima della denuncia poi sporta. «Pinto si è sempre dichiarato innocente per entrambi i capi d’imputazione» rimarca il difensore «e la sentenza assolutoria riconosce l’infondatezza dell’accusa. L’imputazione di minaccia poggiava su quanto raccontato da un testimone, ma la sua versione è stata smentita da un’altra persona indicata come presente quando Pinto avrebbe pronunciato quelle richieste, che io dico essere inesistenti» commenta ancora l’avv. D’Ambrosio. D’Anelli, come accennato, finì nel mirino di persone rimaste ignote che nel marzo del 2013 esplosero alcuni colpi d’arma da fuoco contro la sua abitazione mentre l’attuale sindaco era a casa con la famiglia. In quello stesso periodo peraltro - ricorda ancora l’avv. D’Ambrosio - ci furono tutta una serie di atti d’inti¬midazione contro amministratori del centro garganico compreso lo stesso Pinto, visto che furono incendiate le auto del vice sindaco; venne profanata la cappella cimiteriale di un altro assessore che vi ritrovò due proiettili ed una sua foto; venne data alle fiamme l’auto del presidente del consiglio comunale: fu fatta esplodere una bomba vicino casa dell’allora primo cittadino Pinto.

gazzettacapitanata

Pubblicato in Cronaca

Oggi, ripartono i lavori di escavazione dei fondali del porto turistico di Rodi Garganico. I lavori saranno terminati in tempi brevi per consentire il regolare svolgimento delle attività balneari e il ripristino dei collegamenti con le Isole Tremiti. "I lavori di dragaggio - afferma il sindaco, Carmine D'Anelli - confermano tutta la nostra determinazione a rendere il nostro porto il punto di riferimento per diportisti e turisti".

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Servizi funebri con la massima professionalità.
La Garganica si occupa di tutto l'occorrente per l'allestimento della camera ardente e del funerale.
Funerali completi e servizio lapideo a prezzi concorrenziali, anche con pagamento dilazionato.
Alla Marmeria Garganica in esclusiva vera e propria ARTE FUNERARIA.
Tombe, edicole, cappelle, mausolei, rivestimenti, lapidi, in pietra e ogni altro lavoro: dai pavimenti, capitelli, vasche in pietra, caminetti e tanto altro.
La Marmeria Garganica RECUPERA I TUOI SOGNI!

Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Assistenza telefonica h24: allo 0884/ 701740 - 348/3978495

------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

La rappresentazione avverrà presso l’auditorium IIS “Del Giudice” alle ore 10,00 sotto la regia delle prof.sse. Grazia Gesmundo e Eleonora Mafrolla, sarà preceduta da un dibattito.

Pubblicato in Spettacolo

Domani, mercoledì 7 febbraio inizieranno i lavori di dragaggio del porto di Rodi Garganico. La prima fase prevede il ripristino dei fondali e le quote batimetriche. La seconda fase ci vedrà impegnati nella costruzione dei pennelli in mare per risolvere definitivamente il problema dell'erosione. "Colgo l'occasione ha detto il sindaco D'Anelli - per ringraziare specialmente chi continua a mangiarsi il fegato e che nutre invidia e cattiveria gratuita nei confronti di chi dimostra da sempre capacità, amore e impegno solo ed esclusivamente nell' interesse del proprio paese".

 

 

--------------------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Il male radicale è prodotto dall’indifferenza dell’uomo comune che non ha reagito
(Primo Levi)

Tre scuole insieme per la giornata della memoria: l’I.I.S.S. “Mauro del Giudice” di Rodi e Ischitella, l’ I.I.S.S. “Publio Virgilio Marone “ di Vico del Gargano e l’ Omnicomprensivo “Libetta” di Peschici. Le tre scuole hanno rappresentato con percorsi e linguaggi diversi alcuni aspetti della complessa tematica della Shoah, avvicinando l’approccio storico-culturale e filosofico a quello più spiccatamente emotivo e narrativo, il tutto intervallato da suggestive musiche e melodie collegate al tema.
Il filo conduttore delle diverse espressioni è stato quello di sottolineare il profondo messaggio che la giornata della memoria ci trasmette, cioè l’impegno a conoscere quanto è successo in Europa nel Novecento e a riconoscere e ribellarci di fronte ad ogni offesa alla dignità della persona umana comunque e ovunque avvenga. Molti e interessanti sono stati infatti i richiami alle problematiche che l’attualità ci presenta, da quelle dell’integrazione, al razzismo, alle emergenze umanitarie per sollecitare noi tutti a non essere testimoni distratti e indifferenti di fronte alla sofferenza e alle richieste di aiuto ancora molto inascoltate.
Una giornata emozionante e davvero sentita ! Bravi tutti, soprattutto i ragazzi !

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 5

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005