A Foggia per una manifestazione elettorale a favore del centrosinistra e di Civica Popolare, il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti, ha messo fine, almeno per il momento, alla vertenza Presidenza Parco del Gargano. "Toccherà al prossimo ministro nominare il presidente del Parco Nazionale del Gargano. E' già pronto un dossier che consegneremo alla prossima legislatura perchè i presidenti devono essere votati anche dalle commissioni parlamentari che obiettivamente non ci sono più".

Pubblicato in Ambiente

L’ente Parco Nazionale del Gargano è ancora e sempre in attesa di una definitiva schiarita sulla nomina del nuovo presidente: tutto è ancora fermo sull’asse Roma- Bari, manca solo l’ok del ministro Galletti dopo il gradimento ufficiale espresso dal governatore della Regione Puglia Emiliano lo scorso dicembre sul nome dell’avvocato di Peschici Gianni Maggiano. Ma non per questo l’attività dell’ente, che ha sede in via Sant’Antonio Abate a Monte Sant’Angelo, si è fermata: dal maggio scorso al vertice del Parco si sono a interim il vice presidente Claudio Costanzucci e Pasquale Coccia che proseguono nella impegnativa gestione di una delle aree protette più antropizzate d’Europa, quale è appunto il Parco nazionale del Gargano che si stende su un’area di 120mila ettari con 200mila abitanti. Mercoledì pomeriggio alle 16 è stato convocato da Costanzucci il consiglio direttivo dell’Ente (ne fanno parte anche Francesco Riga, Marco Lion, Massimo Monteleone e Michele Prencipe, oltre ai due di cui prima) per discutere e approvare quattro accapi di una certa portata. Si tratta di decidere su modifiche e integrazioni del regolamento danni da fauna selvatica; di approvare lo schema di avviso pubblico inerente l’attivazione della procedura di nomina del direttore prò tempore dell’ente Parco (attualmente il facente funzione è la dottoressa Carmela Strizzi); di pronunciarsi sull’adozione del piano delle performance 2018-2020 e sull’approvazione della convenzione tra l’agenzia delle Entrate e l’ente parco per la fruizione dei servizi di cooperazione informatica.
Attiva anche la comunità del parco che raggruppa i 18 Comuni dell’area protetta, oltre a Regione e Provincia: nei giorni scorsi l’organismo ha infatti debuttato in forma itinerante, su suggerimento del presidente Franco Tavaglione, svolgendo la seduta non nell’abituale sede dell’ente Parco a Monte Sant’Angelo, bensì nella sala consiliare del Comune di Cagnano Varano, il cui sindaco è proprio Claudio Costanzucci, attuale reggente del Parco). A turno saranno interessati dalle riunioni i 18 Comuni dell’area protetta: si è deciso iniziare proprio da quello che oggi esprime il vertice dell’ente. Un ente che ha chiuso con i botti il 2017 e guarda con fiducia al 2018 appena iniziato, al cui orizzonte si staglia appunto l’arrivo del nuovo presidente per il prossimo quinquennio (2018-2023). Il direttivo del parco è fiducioso e guarda con soddisfazione agli ultimi risultati: via libera a «cets» (carta europea del turismo sostenibile); piano del Parco approvato pur se manca l’ok finale della Regione Puglia; prosegue a buon ritmo l’iter per la «vas», ossia valutazione ambientale strategica; intanto, le faggete della Foresta Umbra sono state inserite del patrimonio mondiale dell’Unesco (come deciso a Cracovia il 7 luglio 2017); ed in ultimo prosegue il lavoro per la nuova candidatura del Gargano stavolta al Mab Unesco (si attende l’adesione del Comune di Vico del Gargano e quello di San Nicandro Garganico). Di recente l’ente si è anche preoccupato di rilanciare la zona umida di lago Salso vicino Manfredonia (nella società per azioni il Parco detiene la maggioranza delle azioni col 96%), nominando nuovo presidente Antonio Canu, esperto del settore. Con la «cets» valida per i prossimi 5 anni, il Parco nazionale del Gargano è entrato nella lista dei 16 parchi nazionali italiani insigniti di tale riconoscimento.

Francesco Trotta

 

-----------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

“Il mondo intero riconosce la straordinaria bellezza e unicità della nostra Foresta Umbra, ma qualcuno prova ancora a fare business sfregiando con violenza e senza ritegno i boschi del Parco Nazionale del Gargano”. È di profondo sdegno la reazione di Claudio Costanzucci Paolino, vicepresidente del Parco Nazionale del Gargano, alla notizia della strage di alberi compiuta in località “Difesa” (zona 2 del Parco, in territorio di San Marco in Lamis) da tre uomini ora arrestati grazie all’intervento dei Carabinieri di San Giovanni Rotondo e dello squadrone dei Cacciatori di Sardegna, impegnati in un controllo straordinario nelle zone più isolate ed impervie del Gargano.
“Distruggere 400 alberi per ricavare un totale di 2800 quintali di legna pregiata – continua Costanzucci - significa compiere uno scempio ambientale senza precedenti ai danni del nostro patrimonio boschivo, una bellezza che tutto il mondo ci invidia. Ringraziamo le forze dell’ordine per l’importante azione di repressione, ma quanto è accaduto ci deve interrogare su come ciò sia stato possibile. Il bene comune non si tocca ed è per questo che chiederemo azioni più incisive sul piano preventivo”.

 

-----------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

I Carabinieri della Stazione di San Marco in Lamis hanno tratto in arresto Angelo Martino, 49enne, allevatore, già noto alle Forze dell’Ordine poiché “colpito” nel 2004 da un ordine di custodia cautelare nell'ambito dell’operazione “Free Valley”, condotta dal Comando Provinciale di Foggia e dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di San Giovanni Rotondo, Emanuele Martino, 35enne, allevatore, nipote di Angelo, anch’egli con svariati precedenti di polizia anche specifici, e Matteo Ramunno, 46enne, operaio, tutti del luogo, ritenuti responsabili, a vario titolo e in concorso tra di loro, di furto aggravato, ricettazione, danneggiamento aggravato e distruzione di bellezze naturali.
Nel corso di un servizio coordinato di controllo straordinario del territorio, appositamente pianificato dal Comando della Compagnia di San Giovanni Rotondo e che ha visto interessate, grazie anche alla presenza dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sardegna, anche le zone più isolate e impervie del Gargano, in località “Difesa” i Carabinieri hanno sorpreso in flagranza di reato i tre soggetti mentre caricavano su due carrelli le sezioni di tronco di numerosi alberi di “cerro”, che avevano precedentemente tagliato.
Il tanto triste quanto diffuso fenomeno criminale del selvaggio taglio boschivo, reso ancora più odioso perché praticato nelle aree più delicate e protette, ha infatti da tempo indotto il Comando territorialmente competente ad attuare una serie di servizi finalizzati al suo contrasto, dislocando già durante la notte i militari più idonei, per addestramento ed equipaggiamento, su diversi punti di osservazione, dai quali è possibile notare movimenti sospetti di uomini e mezzi. E così, i "Cacciatori", proprio da uno di questi punti di osservazione già alle prime luci dell’alba avevano osservato due veicoli agricoli allontanarsi dalla masseria di proprietà della famiglia Martino per dirigersi nella foresta. Durante il pedinamento a distanza i militari hanno quindi verificato che i due mezzi, percorrendo una pista forestale, si erano divisi per procedere al taglio degli alberi in due zone distinte. I Cacciatori, quindi, procedendo a piedi con “andatura tattica” per diversi chilometri, sono così riusciti a raggiungere i tre senza che questi si fossero accorti di nulla, sorprendendoli in flagranza e procedendo quindi al loro arresto.
Il successivo sopralluogo, effettuato con ausilio di personale delle Stazioni Carabinieri Forestale di San Nicandro Garganico e San Marco in Lamis, ha consentito di appurare, anche con utilizzo di tecnologia GPS, che gli arrestati avevano “aperto” una “pista forestale” per circa 10.000 metri circa, con una larghezza media di 2,5 metri, per complessivi 2500 metri quadrati di superficie, e che avevano tagliato ben 400 alberi, asportando un totale stimato di 2800 quintali di legna pregiata, deturpando una delle aree più belle del nostro Paese, quale si può considerare il Parco Nazionale del Gargano.
Il prosieguo dell'attività ha, infine, portato al sequestro, oltre che di 40 quintali di legna già tagliata e sezionata, di altro materiale di illecita provenienza, quale una motosega priva di matricola e altre attrezzature utilizzate per lo scempio, quali i due trattori e i relativi carrelli.
Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati accompagnati presso i rispettivi domicili in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

 

-----------------------------------

Info pubblicitaria/ A S. VALENTINO TI AMO dillo con i FIORI del LA GARGANICA !

Per chi non sa come dire “TI AMO” il giorno degli innamorati, i fiori del LA GARGANICA corrono in aiuto! C’è solo l’imbarazzo della scelta: ROSE ROSSE? Ma puoi sperimentare con altri fiori.

Se il TUO amore è appassionato dillo con i garofani rossi o i fiori di CAMELIA.

Se invece il TUO amore è sincero sono perfette le VIOLE e i NONTISCORDARDIME: simboleggiano tutto il TUO romanticismo!

E’ un amore appena sbocciato regalaLE un fiore bianco: un GIGLIO e delle MARGHERITE.

Il TUO amore è perfetto? Unico al mondo? Indescrivibile?

I fiori di San Valentino alla GARGANICA perfetti sono i TULIPANI.

CON i FIORI de LA GARGANICA ogni giorno c'è il sole, che con i suoi raggi illumina la VOSTRA vita e riscalda i VOSTRI cuori.

La Garganica è in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cronaca

Continua l’attività dei Carabinieri Forestali dipendenti dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale del Gargano di contrasto all’antibracconaggio su tutta l’area Parco.
Nella giornata di ieri, sono stati fermati ed identificati sei cacciatori, ai quali venivano contestati l’esercizio venatorio e l’introduzione di armi all’interno dell’area del Parco Nazionale del Gargano.
Si procedeva al sequestro di sei fucili cal. 12 e relativo munizionamento.
I fatti si sono verificati in loc. “Bosco Rosso – Cardinale” agro di San Marco in Lamis. Hanno collaborato all’operazione lo Squadrone dei Cacciatori di Calabria dell’Arma, intervenuti prontamente sul luogo, la Stazione Carabinieri di San Marco in Lamis e la Stazione Carabinieri Forestali di San Giovanni Rotondo.

Pubblicato in Cronaca

“Il riconoscimento Mab (ndc acronimo di man and biosphere) Unesco non comporta alcun vincolo aggiuntivo per i territori e le comunità che lo ricevono. Questo deve essere chiaro. E’ una nuova opportunità per la nostra area”. Claudio Costanzucci, vicepresidente del Parco nazionale del Gargano (guida l’ente insieme all’assessore Pasquale Coccia) nell’aula consiliare di Vico del Gargano è stato chiaro al riguardo. Ci ha tenuto a rimarcare questo aspetto durante il convegno -organizzato e patroci-nato da Federparchi, Comune di Vico e Parco Nazionale del Gargano- dal titolo “Le riserve della biosfera Mab Unesco per il territorio” e finalizzato ad illustrare le prospettive del processo di candidatura del Gargano al relativo programma. Finora hanno aderito 20 Comuni, 15 di area Parco su 17 (mancano appunto Vico del Gargano e San Nicandro Garganico, mentre non rientra le Isole Tremiti per mancanza della continuità territoriale) e cinque fuori area Parco (Zapponeta, San Paolo Civitate, San Severo, Poggio Imperiale e Chieuti).
Dopo i saluti istituzionali affidati al sindaco di casa Michele Sementino - “sto valutando con la mia amministrazione se aderire o no” - e al vicepresidente del Parco Nazionale del Gargano Costanzucci, il confronto è entrato nel vivo. Diventare riserva di biosfera vuol dire diventare un luogo di sperimentazione, di ricerca, di studio per promuovere un modello di crescita sostenibile in cui l’uomo vive in equilibrio con il proprio ambiente. Le riserve di Biosfera sono aree di ecosistemi terrestri, costieri e marini in cui, attraverso una appropriata gestione del territorio, si associa la conservazione dell’ecosistema e la sua biodiversità con l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali a beneficio delle comunità locali. Ciò comprende attività di ricerca, controllo, educazione e formazione. Unesco assegna la qualifica internazionale di riserva di biosfera ai territori che entrano a far parte del network mondiale Man and Biosphere. Si tratta di territori rinomati (ed il Gargano lo è, come dimostra le Faggete di Umbra entrate di recente nel patrimonio mondiale dell’Umanità) per la loro bellezza naturalistica, ma anche di aree agricole e urbane dove l’uomo ha profondamente modificato il territorio mantenendo tuttavia un equilibrio fra le sue attività e l’ambiente circostante. Nel mondo esistono 669 riserve di biosfera, di cui 15 in Italia. Il Gargano, attraverso l’ente Parco, è al lavoro per presentare la propria candidatura. Per questo attende il sospirato sì del Comune di Vico del Gargano, uno dei cinque Comuni nel cui territorio ricade la Foresta Umbra, che non può non far parte del progetto. Tra il pubblico in sala anche Gianni Maggiano, l’avvocato di Peschici indicato dal presidente della Regione Puglia quale nuovo presidente dell’ente Parco - “sono pronto ministro Galletti” - e il dirigente scolastico dell’istituto Giordani di Monte Sant’Angelo Francesco Di Palma che grazie all’adesione al progetto Mab Unesco porterà a breve i propri studenti a Dublino per uno stage formativo. Carmela Strizzi, direttore facente funzioni del Parco Nazionale del Gargano ha relazionato sul tema “indirizzi e linee guida del Parco Nazionale del Gargano per il territorio” mentre Luca Lietti, esperto di turismo sostenibile Agenda 21 Consulting ha parlato invece dello “sviluppo del turismo sostenibile nelle riserve di biosfera MaB Unesco”. Sulle buone pratiche dalle riserve di biosfera italiane hanno relazionato in quattro: Micaela Deriu coordinatrice riserva di biosfera Alpi Ledrensi; Fi-lippo Lenzerini esperto MaB di Punto 3 srl; la grintosa Maria Pia Pagliarusco direttrice Parco regionale Delta Po per la riserva di biosfera del Delta del Po; ed infine Roberto Tola, sindaco di Posada per la riserva di biosfera di Tepilora Rio Posada e Montalbo. Le conclusioni sono state affidate a Giampiero Sammuri, presidente Federparchi Europarc Italia: “Il Gargano ha tutte le carte in regola - ha sottolineato- per far parte del Mab Unesco delle riserve della biosfera”

Francesco Trotta

Pubblicato in Ambiente

Il Parco del Gargano chiude il 2017 guardando con fiducia al 2018, al cui orizzonte si staglia l’arrivo del nuovo presidente dell’ente per il prossimo quinquennio (2018-2023). Il governatore di Puglia Mi-chele Emiliano lo scorso 11 dicembre ha indicato al ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti il nome dell’avvocato peschiciano Gianni Maggiano, uno dei tre nominativi della tema varata dai sindaci (dentro anche Raffaele Vigilante, altro peschiciano) a febbraio scorso. Si è in attesa dell’ok ministeriale che dovrebbe arrivare nonostante lo scioglimento delle Camere, poiché le commissioni parlamentari per il dovuto parere (non vincolante, si badi bene) continuano a restare in piedi, cioè ad essere operanti. In via Sant’Antonio Abate, a Monte Sant’Angelo, l’attuale stato dell’arte induce alla speranza per il futuro. Cets (carta europea del turismo sostenibile), piano del Parco approvato (manca solo l’ok finale della Regione Puglia) mentre prosegue l’iter per la Vas (valutazione ambientale strategica), le Faggete della Foresta Umbra inserite del patrimonio mondiale dell’Unesco (Cracovia, 7 luglio 2017): un trittico di medaglie che consente all’ente (dal giugno 2017 guidata dal duo Claudio Costanzucci, presidente facente funzioni e dall’assessore Pasquale Coccia, mentre al vertice della comunità dei sindaci siede Franco Tavaglione, primo cittadino di Peschici) di guardare con moderato ottimismo al futuro. Certo non mancano le criticità, ma la base appare solida per un rilancio definitivo dell’area protetta, tra le più antropizzate d’Europa. Di recente l’ente si è anche preoccupato di rilanciare la zona umida di Lago Salso (nella società per azioni il Parco detiene la maggioranza, 96% delle azioni), in agro di Manfredonia, azzerando i vertici e nominando, al posto di Stefano Pecorella, un nuovo presidente che risponde al nome di Antonio Canu, un esperto del settore. Sono stati dodici mesi convulsi e impegnativi per il Parco Nazionale del Gargano quelli del 2017: il 28 aprile ha chiuso i battenti la lunga (sette anni, dal 2010 al 2017) gestione Pecorella. Archiviato il breve interregno di Rocco Ruo (fino alle elezioni amministrative di metà giugno), c’è poi stato l’avvento di Claudio Costanzucci, attuale presidente facente funzioni (direttrice ff Carmela Strizzi), sindaco di Cagnano Varano. Dopo la gioia di Cracovia del 7 luglio con reinserimento delle Faggete vetuste del Gargano di Foresta Umbra nell’Unesco, il sì al Piano del Parco (di comunità dei sindaci e consiglio direttivo) dei primi di dicembre, l’ente ha chiuso il 2017 con il botto di Bruxelles dello scorso 7 dicembre quando presso la sede del Parlamento Europeo c’è stata la cerimonia di conferimento della Cets ovvero della Carta Europea per il Turismo Sostenibile. Con la Cets, valida per i prossimi 5 anni, il Parco Nazionale del Gargano è entrato nella lista dei 16 parchi nazionali italiani insigniti di tale riconoscimento. Di rilievo anche la rivitalizzazione della comunità dei sindaci che raggruppa i diciotto Comuni dell’area protetta, mai stata così attiva sul versante della governance dell’area. Unica spina nel fianco per il Parco arriva dalle Isole Tremiti: il Comune ha avanzato formale richiesta al ministero di gestire direttamente l’area marina protetta e di voler istituire il Parco delle Diomedee.

F.T.

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfett
e per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

“La comunità del Parco ha detto “Si”. Quel si previsto in tandem con il consiglio Direttivo il 7 e l’8 febbraio scorso ma che poi era improvvisamente sfumato per dare luogo alla concertazione con gli “interessi” delle comunità locali, l’ennesima dopo anni di stop. Così la Lipu sulla situazione del parco del Gargano dopo l’approvazione del piano del Parco. Da anni la LIPU ha invocato all’Ente Parco sempre e soltanto questo come obiettivo assoluto e prioritario, ben consapevole che l’adeguamento alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, obbligo nel frattempo sopraggiunto in ottemperanza alle normative, fosse una stretta competenza dell’Ente Parco, come poi effettivamente ottemperata 2015/2016 intraprendendo la fase preliminare di Scoping. Per la Lipu era e rimane questa la strada maestra per offrire regole sicure nell’utilizzo sostenibile del territorio ma anche una direzione consapevole per sviluppare le potenzialità socio economiche compatibili. Solo cosi il Gargano e il suo Parco può ambire ad un nuovo livello di coerenza tra i valori naturali, paesaggistici, storici e una capacità di gestione oculata di questo immenso capitale” . si afferma nella nota della Lipu provinciale di Foggia che aggiunge: «Purtroppo i ritardi ulteriori per soddisfare l’ennesima concertazione, come se il Piano fosse nato ieri, non sono stati un ricostituente! Per questo la LIPU aveva stigmatizzato quella “concertazione”, subentrata a gamba tesa nel febbraio scorso, come una azione incomprensibile ri¬spetto a quella che appariva una formalità. Le Amministrazioni hanno avuto anni e anni per il coinvolgimento delle popolazioni, agendo in tal senso e già esprimendosi in passato. Cosi come lo stesso Parco aveva promosso il confronto già da anni, addirittura nell’ambito della stessa redazione del Piano, fino con la fase di Scoping nel 2016. Senza contare la fase di valutazione appropriata ancora da espletare». Nella LIPU
si esprime una moderata soddi¬sfazione per questo “parto” difficile: «Siamo consapevoli che non è affatto un traguardo raggiunto - ricorda Cripezzi della LIPU -, ora deve riprendere i procedura di VAS da parte dell’Ente Parco e con la verifica della Regione (Autorità competente): il Piano sarà pubblicato per 60 giorni per consentire (ancora) eventuali osservazioni, prima che la Regione si esprima con un atto finale, in cui sarà approvato attraverso un parere motivato. E sarà questa la nuova cartina al tornasole sul travagliato Piano del Parco del Gargano, concepito nei primi anni 2000.»

 

 

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

--------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Sono i cammini il traino del turismo sostenibile specie nelle aree rurali del paese. E sono gli stessi cammini a sviluppare un indotto economico non indifferente. Queste premesse hanno indotto il Parco Nazionale del Gargano ad organizzare un importante convegno nazionale dal titolo “Riprendiamoci i cammini. Stati generali del turismo sostenibile”, svoltosi a San Giovanni Rotondo sabato scorso.

Un’intera giornata di studio che ha messo a confronto le realtà locali con quelle nazionali rappresentate da illustri esponenti di Associazioni che operano nel settore dei cammini e del turismo lento.

“Ci sono tante microeconomie di territorio, anche marginali – ha spiegato Paolo Piacentini, Presidente Nazionale FederTrek e responsabile Cammini del MIBACT - che stanno nascendo intorno ai cammini, coinvolgendo sempre più spesso i giovani con cooperative ed associazioni. È un settore in forte crescita, come dimostra l’incremento del 65% registrato lungo i cammini principali come la Francigena, soltanto nel 2016, che è stato proprio l’anno dei Cammini. Il Gargano ha un patrimonio immenso con Monte Sant’Angelo che è il luogo micaelico tra i più importanti a livello internazionale e quindi è un valore aggiunto molto forte. Se a questo si aggiungono le bellezze storico-artistiche, quelle naturali di un Parco straordinario e la buona cucina, le potenzialità del Gargano diventano enormi ma diventa necessario un gran lavoro di animazione territoriale”.

Sulle grandi potenzialità del Gargano è intervenuto anche Massimo Tedeschi, Presidente Associazione Europea Vie Francigene. “Penso che sia un territorio perfettamente idoneo ad integrarsi nella Rete Europea della via Francigena, un itinerario culturale del Consiglio d’Europa che comincia al nord dell’Inghilterra e arriva fino a Roma e che andrà verso sud fino a Leuca. Questo per il Gargano significherebbe intercettare migliaia di persone, anche se la vera sfida starebbe nell’indurle a ritornare”.

Per fare in modo che questo accada è necessario offrire quella rete di accoglienza che consenta al pellegrino del terzo millennio di vivere un’esperienza unica ed autentica.

“Viaggiare lentamente non significa soltanto camminare, pedalare o muoversi con una ferrovia turistica – ha aggiunto Anna Donati, Portavoce AMODO (Alleanza Mobilità Dolce), ma significa anche conoscere un territorio, scoprire le bellezze artistiche, culturali e paesaggistiche e apprezzare le prelibatezze gastronomiche offerte da un’agricoltura di qualità. Se vogliamo che lo slow travel diventi economia di un territorio è necessario assicurare la giusta accoglienza al camminatore, pedalatore e viaggiatore”.

Consigli e suggerimenti che il Parco Nazionale del Gargano ha colto come opportunità di crescita per l’intero territorio garganico. “È stato un importante momento di riflessione e confronto – ha concluso Claudio Costanzucci Paolino, vicepresidente dell’Ente Parco del Gargano - che ci ha permesso, grazie al supporto di enti, associazioni, imprese turistiche, guide ambientali che operano nel nostro Parco, di comprendere anche i punti deboli su cui dover lavorare con azioni mirate già nei prossimi mesi. Come Ente abbiamo già in programma delle azioni specifiche che rientrano anche fra quelle monitorate per la CETS (Carta Europea del Turismo Sostenibile), l’importante riconoscimento ottenuto a Bruxelles il 7 dicembre scorso. Tutti gli attori istituzionali e non che hanno a cuore il bene del territorio devono condividere le scelte strategiche per creare le condizioni perché le bellezze del nostro Parco siano fruibili tutto l’anno”.

Nel corso del convegno è stata presentata ‘Enjoy Gargano’ la Guida del territorio del Parco Nazionale del Gargano, corredata di una cartina e di un kit informativo su 34 sentieri del Parco visualizzabili in formato 3D grazie ad una app sempre aggiornabile. Un lavoro realizzato dall’Ente nell’ambito dei Sistemi Ambientali Culturali (SAC) della Regione Puglia.

 

 

 

-------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Alla GARGANICA tutti i FIORI DI NATALE e non solo....

Ogni anno aspettiamo il Natale per godere di momenti unici con la famiglia, con gli amici e con persone per noi speciali. Quest'anno può essere ancora più meraviglioso perché puoi esprimere i tuoi sentimenti e festeggiare il Natale 2017 nel migliore dei modi, regalando un mazzo di fiori in grado di trasmettere tutto ciò che senti. Alla GARGANICA trovi il regalo originale per Natale, per i tuoi amici e per i tuoi familiari, un mazzo di fiori potrebbe essere quello che fa per te. Oltre ad essere un pensiero splendido e gradito, è utile per decorare la casa e dare un’ottima accoglienza a tutti gli ospiti e invitati di queste feste natalizie.
Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.
Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento, camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !

La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Sette gli accapi evasi dal consiglio direttivo dell'ente Parco Na­zionale del Gargano, riunitosi presso la sede di via Sant'Antonio Abate a Monte Sant'Angelo. Tra provvedimenti a favore degli agricoltori è protocolli d'intesa con la Regione Puglia, il vice presidente del Parco Claudio Costanzucci e l'as­sessore Pasquale Coccia, insieme al resto del direttivo (Marco Lion, Massimo Monteleone, Michele Prencipe e Francesco Riga) hanno de­liberato importanti provvedi­menti a favore della tutela am­bientale ricadenti in area pro­tetta. Spicca l'adeguamento alle direttive comunitarie del rego­lamento dei danni da fauna sel­vatica. Sono stati aumentati del 20% gli importi a favore degli allevatori vittime di danni da fauna selvatica. Al valore dell'animale dato dal prezzo medio riportato nella tabella della Camera di Commercio, il Parco da oggi riconosce all'allevatore il 20 per cento in più nel caso di animali morti ingravidati. In più l'ente Parco si sobbarcherà anche l'onere di pagare - sempre per conto degli allevatori- il costo del certificato medico redatto, nell'occasione, dal veterinario. Appro­vati anche le modifiche ed integrazioni del regolamento per l'introduzione delle armi in area protetta così come le modifiche ed in­tegrazioni al piano performance 2017-2019. Di particolare rilevanza l'approvazione del proto­collo d'intesa tra Ente Parco e Regione Puglia per la formazione delle guide esclusive dell'area Parco. La Regione ha in sostanza delegato l'ente Parco ad organizzare corsi di formazione di 150 ore al fine di rinforzare il primo nucleo storico delle guide di area parco risalente ad alcuni­ lustri fa. Si punta ad istituire l'albo ufficiale delle guide del Parco del Gargano. L'orizzonte temporale prefissato è quello della prossima primavera. Alle guide verranno richieste urta serie di compe­tenze specifiche allo scopo di migliorarne la preparazione: dalla conoscenza di più lingue a quella profonda del territorio, dalla capacità di utilizzare la mountain bike a quella di saper effettuare escursioni. Il diret­tivo ha inoltre approvato l'ade­sione dell'ente Parco all'asso­ciazione europea delle Vie Francigene e alle vie di San Michele, quest'ultime promosse dall'omonima associazione con sede ad Ascoli Piceno. Da segnalare infine l'approvazione di determinazioni amministrative e finanziarie in merito alla so­cietà Oasi Lago Salso SpA, di cui il Parco è socio di maggioranza e l'approvazione dello schema di avviso pubblico per l'attivazione del­la procedura di nomina del direttore dell'ente Parco.

Francesco Trotta

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 4

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005