Regina del Rosario, che spargi i tesori della Celeste Misericordia, difendici dal male, dall'orgoglio, e purifica i nostri affetti. Col tuo materno aiuto e sotto la tua protezione, vogliamo vivere, o dolce Madre di misericordia, Regina del Santo Rosario.

Programma

30 settembre: ore 19,00: “Regina della Pace”- Concerto vocale-strumentale in onore della

                                           Madonna del Santo Rosario

3 ottobre: Ore 19,00:

-          Esposizione dei lavoretti prodotti dai bambini dei laboratori dell’Oratorio estivo 2018

-          Esibizione delle ragazze della Scuola Parrocchiale dei “Nastri e Ritmi”

4 ottobre: Ore 19,00: Musical: “Quel simpatico zio parroco” con “I Ragazzingamba”

5 ottobre: Ore 19,00: Musical: “Laudato sii” con “ I Piccoli fiori crescono”

3\5 ottobre: Ore 18,00: Santo Rosario, Triduo in onore della Madonna del Rosario e Santa Messa

7 ottobre: Festa Liturgica della Madonna del Rosario

  

Ore 17,00: Santa Messa

Ore 18,00: Processione del Simulacro della Madonna del Rosario che attraverserà:

Via Pertini, Via Rossini, breve tratto di Via Giovanni XXIII, Piazzale Aldo Moro, Via dell’Antico Porto Aviane, Rotatoria San Nicola di Myra, Parrocchia.

Al termine: Supplica alla Madonna del Rosario

Vi aspettiamo ed invochiamo su di voi la benedizione di Dio e della Santa Vergine

Il Parroco, il Vice Parroco e il Consiglio Pastorale Parrocchiale

Pubblicato in Manifestazioni

Nomina della figura dell'ARCHEOLOGO, Componente della Commissione Locale per il Paesaggio dei Comuni Associati di Vieste- Peschici- Mattinata per il triennio 2017-2019

Pubblicata il 21/09/2018

IL DIRIGENTE
Ing. Chionchio Antonio
RENDE NOTO
che con Determina n. 355 del 21/09/2018 è stato nominato  il Dott. Rignanese Giuseppe, C.F.: RGNGPP75B26H926M, nato a San Giovanni Rotondo(FG) il 26/02/1975 e residente in Monte S. Angelo(FG)  in via Diomede n. 12, Componente- Archeologo della Commissione Locale per il Paesaggio dei Comuni Associati di Vieste- Peschici- Mattinata per il triennio 2017-2019, per notevole esperienza acquisita su indagini e studi archeologici sul territorio del Gargano....

Pubblicato in Società

L’iniziativa promossa dal consigliere comunale, Matteo Petrone. I rappresentanti di quartiere sono cittadini che, volontariamente e senza remunerazione di alcun tipo, si mettono a disposizione della comunità in cui vivono per raccogliere istanze, segnalare specifiche problematiche o suggerire miglioramenti da trasferire all’Amministrazione Comunale. Ciò al fine di favorire la più ampia partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa e alla cura dei beni.  Chiunque, quindi, può candidarsi per essere nominato “rappresentante di quartiere”. Bisognerà inoltrare apposita domanda, utilizzando il modulo pubblicato sul sito ufficiale del Comune di Vieste (www.comunedivieste.it), o da ritirare presso l’ufficio segreteria. I candidati ammessi e valutati dalla Commissione con i criteri di cui all’art. 5 comma 3 del Regolamento saranno inseriti in una graduatoria per quartiere. I candidati utilmente classificati al primo posto delle rispettive graduatorie di quartiere, saranno nominati, con decreto sindacale, “Rappresentanti di Quartiere” e resteranno in carica per la durata dell’intero mandato del Consiglio Comunale, salvo il sopraggiungere di situazioni che ne pregiudichino la permanenza in carica.

Pubblicato in Società

La 1^ Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica si svolgerà domenica. La giornata si inserisce nell’ambito del progetto “Diamoci una scossa!”, il programma di “prevenzione attiva” organizzato da Fondazione Inarcassa, Consiglio Nazionale degli Ingegneri e Consiglio Nazionale degli Architetti con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, del Dipartimento della Protezione Civile. 500 le piazze di tutta Italia coinvolte. In provincia di Foggia saranno dodici le piazze della prevenzione sismica spalmate su 10 Comuni: Foggia, Cerignola, Lesina, Lucera, Manfredonia, Monte Sant’Angelo, Poggio Imperiale, San Nicandro Garganico, San Severo e Vieste dove nei giardini pubblici di c.so Fazzini, dalle ore 10 fino alle 20, ci sarà un punto informazione per sensibilizzare il cittadino sull’importanza della prevenzione sismica.

Pubblicato in Ambiente
Mercoledì, 26 Settembre 2018 17:40

Vieste/ Incendio questa mattina in via Spadolini

Il pronto intervento degli uomini della Protezione Civile 'Pegaso', allertati da carabinieri e vigili urbani, ha evitato il peggio questa mattina in via Spadolini, dove intorno alle ore 9,30 si è sviluppato un incendio che ha interessato una superficie di circa 2000 mq di pineta e canneto. Intervenuti anche gli uomini dell’Arif, giacche verdi e vigili del fuoco giunti poco dopo. Paura per le numerose bombole gas presenti nelle vicinanze. Indagini in corso per accertare i responsabili.

Pubblicato in Ambiente

Si è tenuto lo scorso lunedì, 24 settembre, presso l’I.P.S.S.A.R. Mattei di Vieste uno scambio culturale tra l’Argentina e comuni e istituti del Gargano. L’obiettivo di uno scambio culturale non è solo quello di padroneggiare le sottigliezze di una lingua straniera, ma di acquisire anche il contesto culturale nel quale si vuole comunicare.

 L’Argentina rappresenta per noi la meta degli italiani emigrati tra fine ‘800, inizi ‘900, quando riempivano i piroscafi per andare verso un mondo migliore, una realtà diversa.

 Vivere in un altro paese è una sfida che apre gli occhi su un mondo più grande. Vivere come un abitante del posto ti offre infatti, nuovi punti di vista dato che la vita, in ogni regione, città o casa in cui ti trovi, ha un suo gusto tutto speciale, a prescindere dalla tua età o dalle tue esperienze di viaggio. A anni di distanza ci si ritrova ancora a raccontare a tutti di quanto lo scambio culturale ti abbia cambiato la vita.

Il connubio di amicizia e cooperazione tra gli istituti alberghieri argentini e l’I.P.S.S.A.R. Mattei di Vieste è stato rappresentato da amministrazioni comunali del Gargano e da:

-          Diego Mastronardi, presidente E.P.I.A.;

-          Maria Aida Episcopo, dirigente UST Foggia;

-          Oviedo Lorena, segretaria di Obra di Lomas di Zamora Buenos Aires candidata sindaca;

-          Sucel Nardelli, vice presidente direttore di Vialita provinciale della regione di Misiones Argentina;

-          Elsa Powc, direttore generale della gestione educativa regione di Misiones Argentina;

-          Miriam Julian, segretaria generale della scuola di musica regione Misiones e referente pugliese dell’E.P.I.A.;

-          Rocco Guerra, referente pugliese dell.E.P.I.A.

 I ragazzi, studenti dei settori enogastronomico e turistico, hanno partecipato al convegno tenutosi nell’aula magna della scuola, ascoltando attentamente gli interventi degli ospiti tramite la traduzione della referente del progetto, la prof.ssa Pilar Orti Huelin.

 L’istituto viestano, guidato dal dirigente scolastico Paolo Soldano, ha presentato, nei saluti iniziali, questo importante progetto come fondamentale non solo per la scuola del territorio, ma per tutte le scuole a livello internazionale, utile alla crescita delle giovani generazioni che tendono spesso a dare poca importanza all’accoglienza di stranieri nel proprio territorio.

 La delegazione rappresentante la pubblica istruzione argentina è stata invita e servita ad un pranzo organizzato dai giovani studenti, coordinati dagli insegnanti dell’istituto. Successivamente, i rappresentanti delegati hanno partecipato ad una visita guidata nel centro storico di Vieste, presso il castello Svevo, la Basilica Cattedrale e per gli scorci più suggestivi che offre il nostro paese.

 Si ringrazia per l’accoglienza gli operatori turistici “Il Castellino Relais”, ristorante “Il Capriccio”, “Hotel degli Aranci” e ristorante “Lido San Lorenzo”.

                                                                                                                                             Prof.ssa Tiziana Vescera

Pubblicato in Società

 - L'Amministrazione Comunale, per il patrocinio e la completa disponibilità alle nostre richieste 

-  I nostri sponsors 

-  Le forze dell'Ordine, i Carabinieri della Tenenza di Vieste e la Polizia Locale di Vieste

-  Le associazioni di volontariato Pegaso Vieste, Motoclub Gargano, Cicloamatori Vieste e Scout Agesci - Vieste 1

-  Tutte le volontarie e volontari che ci hanno aiutato nei giorni precedenti e nella giornata di domenica 25 settembre 

Arrivederci alla Viesteincorsa 2019

 

 

(foto repertorio)

Pubblicato in Sport

Poco più di 2,5 ettari di vigna a 3 km dal mare del Gargano a Vieste. Una produzione di circa 18 mila bottiglie per Cantina Posta Pastorella, una piccola realtà che lavora e produce in un territorio più votato a turismo, pesca ed olio che non alla viticoltura.

È Antonio Pastorella ad accoglierci. È lui che una ventina di anni fa ha deciso di andare oltre la sua laurea in ingegneria meccanica per dedicarsi a questo vigneto le cui prime informazioni risalgono al 1983. Un vecchio vigneto che Antonio ha recuperato, convertito a regime biologico dal 2000, e dalle cui pergole ricava le uve per i suoi vini.

Poco Bombino, Trebbiano e Malvasia Bianca da cui si ricava l’unico bianco della cantina. Il resto è Montepulciano che regala i rossi ed i rosati di Cantina Posta Pastorella.

“Posta” perché la sede della cantina era anticamente una stazione di cambio cavalli per il servizio postale. Siamo infatti a metà strada fra Vieste e Peschici lungo un tratto di costa di grande bellezza.

Mare e terreno sabbioso-argilloso che donano alle uve le loro caratteristiche. Nessun ausilio chimico in cantina, neppure l’azoto per le colmature. Il risultato lo abbiamo nei calici.

Bianco della Posta (2017). L’unico bianco della cantina accoglie con profumi fruttati e di macchia mediterranea. Sapido in bocca e di buona acidità, non eccessivamente persistente.

Tre i rosati a base Montepulciano. Rosa della Posta (2017) è vinificato in acciaio, 12 ore di macerazione. Cerasuolo intenso ricco di profumi di frutti rossi e ciliegia, fresco in bocca con un tannino appena avvertibile ed un finale breve ma piacevole.

Damanera Rosato (2015) soggiorna in anfora di terracotta per un anno. Colore leggermente ossidato, è molto pulito al naso. Sentori di ciliegia matura e frutta a polpa gialla matura. In bocca si rivela fresco e scorrevole sul palato. Ad una nota tannica leggermente amaricante risponde un finale morbido, quasi dolce.

Donna Elda ha la stessa base ma viene affinato un anno e mezzo in barrique di rovere francese. È un rosato che gioca a fare il rosso. Se il naso ha la balsamicità ed i terziari tipici di un rosso che fa legno in bocca rivela la freschezza e l’agilità tipica di un rosato. Sul finale arriva un piacevole tannino ben integrato.

Ampia la gamma dei rossi. Rosso della Posta (2012) è vinificato in solo acciaio. Entry level della gamma ha un naso molto ricco di frutti a bacca rossa e gialla ed una leggera nota verde. Il tannino è vivo. Un vino pronto ma che non disdegna di essere dimenticato in cantina per un po’.

Damanera Rosso (2012), come il gemello rosato affina in anfora. Appena versato è un po’ chiuso e timido al naso ma col tempo rivela un bouquet ampio che spazia dalla frutta al fieno finanche ad una nota di biscotti al burro. In bocca è fresco e morbido con una leggera nota di ossidazione sul finale che ben accompagna i sentori retro nasali.

Don Carlo è vinificato in acciaio ed ottenuto dalle vigne più vecchie del vigneto. Due le annate degustate, 2010 e 2008. Il primo ha naso ricco in cui alla frutta si accostano spezie morbide (pepe bianco, cannella), tannino morbido e buona acidità. Nel 2008 emergono di più i terziari, radice di rabarbaro e liquirizia. Altrettanto equilibrato in bocca.

Chiude la degustazione Tennika (2006). Rosso con 36 mesi di affinamento in barrique di rovere francese. confettura di frutti rossi, vaniglia, salvia, rosmarino, nota balsamica ed un sentore di brace per un naso complesso ed accattivante. In bocca il legno non è invasivo. Morbido e caldo non si scompone durante la lunga persistenza.

Pubblicato in Ambiente
 

Secondo risultato utile consecutivo e primi tre punti in campionato per l’Atletico Vieste che supera in trasferta per 2-1 il Molfetta Calcio dell’ex Pino Giusto. Accade tutto nella prima frazione di gioco: garganici avanti 2-0 dopo i primi 20’ grazie ai centri di Mosca e De Vita, poi la rete di Bozzi in pieno recupero che riapre virtualmente la gara.

Partono meglio i padroni di casa che vanno per primi alla conclusione con De Rita, ma il diagonale dell’esterno si spegne sul fondo. Passano poco più di cinque minuti ed ecco che la gara si sblocca: contropiede magistrale avviato da De Vita, palla per Di Nardo che dalla destra crossa per la testa di Mosca che insacca per lo 0-1. Reazione del Molfetta al 18’ con un tiro di Vitale che termina alto, ma un minuto più tardi i biancocelesti raddoppiano sempre sugli sviluppi di una ripartenza questa volta con De Vita. Al 41’ garganici addirittura vicini al tris: schema da corner, tocco corto di Mosca per Raiola che conclude alto di poco. Primo tempo ricco di emozioni: due giri di lancette più tardi gran tiro di Vitale neutralizzato da Tucci, mentre su capovolgimento di fronte ancora Raiola impegna severamente Petruzzelli. Prima frazione che sembra chiusa ma i padroni di casa accorciano proprio sul gong con un gol di Bozzi imbeccato da Ventura. All’intervallo Atletico avanti 2-1.

Nella ripresa cala il ritmo dei viestani e aumenta quello dei biancorossi, pericolosi sin dalle prime battute di gioco. Al 10’ Bozzi pericoloso di testa ma Tucci blocca la sfera. Ancora Molfetta al 12’ con Vitale che prova a sorprendere l’estremo difensore viestano dalla distanza che respinge. Tre minuti più tardi si rinnova il duello Vitale-Tucci ma quest’ultimo si esalta sulla conclusione a botta sicura dell’attaccante. La svolta potrebbe giungere al 39’ quando Dimauro, già ammonito in precedenza, viene espulso per somma di cartellini, ma i biancorossi non sfruttano al meglio la superiorità numerica e cedono il passo agli uomini di Bonetti che conquistano così i primi tre punti del torneo.

IL TABELLINO DEL MATCH

Molfetta (BA) – stadio comunale ‘’Paolo Poli’’

MOLFETTA CALCIO-ATLETICO VIESTE 1-2

RETI: 13’ p.t. Mosca, 19’ p.t. De Vita (AV), 46’ p.t. Bozzi (MC).

MOLFETTA CALCIO: Petruzzelli, Fidanzia (1’ s.t. Panunzio), Martinelli, Cfarku (42’ s.t. Paparella), Elia (1’ s.t. Albanese, 42’ s.t. Andriano), Bartoli, De Rita, Legari, Bozzi, Vitale (35’ s.t. Corallo), Ventura. A disposizione: Raimondi, De Vito, Croce, Roselli. Allenatore: Pino Giusto.

ATLETICO VIESTE: Tucci, Lucatelli, Russo (5’ s.t. Dimauro), Gogovski, Sollitto, Caruso, Raiola (32’ s.t. Gentile), Di Nardo, De Vita (22’ s.t. Gallo), Colella, Mosca (43’ s.t. Kanatè). A disposizione: Innangi, Vescia, Basanisi, Prencipe, Sebastio. Allenatore: Francesco Bonetti.

ARBITRO: Antonio Spera della sezione di Barletta.

ASSISTENTI: Cosimo Schirinzi e Andrea Bizio della sezione di Casarano.

AMMONITI: Vitale, Ventura (MC); Dimauro, Raiola, Tucci (AV).

ESPULSI: Al 39’ del s.t. Dimauro (AV) per somma di ammonizioni.

RECUPERO: 4’ p.t.; 5’ s.t.

Ignazio Silvestri

Pubblicato in Sport

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005