Oggetto: emergenza territoriale a Vieste e Vico.

Premesso che:
· gli Ospedali per acuti riconvertiti in strutture per post acuti o in strutture territoriali hanno mantenuto il Pronto Soccorso che ha assunto la denominazione di Punto di Primo Intervento (PPI);

· i PPI di Vieste, Vico del Gargano e Rodi Garganico (quest’ultimo soppresso anni fa) sono stati istituiti nel 1987 direttamente come Pronto Soccorso;

· prima dell’istituzione del Servizio 118, i PPI del Nord Gargano hanno garantito risposte efficienti ed efficaci all’emergenza territoriale, sia in termini di accessi diretti che di soccorsi sul territorio, grazie alle risorse umane e strumentali disponibili ed ai mezzi di soccorso in dotazione;
· con l’avvento del 118 la funzione dei PPI è così cambiata:
a) gestiscono gli accessi diretti (più di 7.000 l’anno), cioè cittadini che per qualsiasi problema medico si rivolgono direttamente a dette strutture;
b) collaborano con i medici del 118 alla stabilizzazione di pazienti in fase critica prima del loro trasferimento all’ospedale più idoneo;
c) provvedono al trasferimento secondario dei pazienti non critici c/o gli ospedali della provincia;
· il sistema dell’Emergenza Territoriale/118 è sensibilmente sottodimensionato come personale, per cui, per assicurare la copertura del servizio H/24, i medici sono chiamati ad enormi sacrifici.

Rilevato che:
· ad oggi l’emergenza territoriale a Vieste e Vico è garantita da:
- 1 PPI (a gestione aziendale);
- 1 ambulanza medicalizzata (gestita dalla Centrale Operativa 118 ).
Pertanto, se l’unica ambulanza di 118 effettua un ricovero presso gli OO.RR. di Foggia o Casa Sollievo della Sofferenza (quindi manca per 3-4 h), le ulteriori richieste di soccorso possono essere soddisfatte solo da un’ambulanza proveniente da altro comune più vicino, se disponibile, tranne se il paziente non si rechi con proprio mezzo al PPI per un primo trattamento;
· con l’emanazione del D.M. 70/2015 l’organizzazione dell’Emergenza-Urgenza prevede la riconversione di tutti i PPI, entro il 31.12.2017, in postazioni medicalizzate di 118 (gestite funzionalmente e organizzativamente dal Sistema 118 );
· tale organizzazione è stata recepita dalla Regione Puglia, che in sede di approvazione del Piano di Riordino Ospedaliero (deliberazione di Giunta Regionale n° 1933 del 20/11/2016) ha confermato la suddetta riconversione entro il 31.12.2017;
· la nuova riorganizzazione dell’emergenza prevederebbe 1 PPI- Postazione medicalizzata di 118 (entro 31 .12.2017) + 1 postazione medicalizzata di 118 già esistente;
· Questa nuova riorganizzazione dell’emergenza territoriale crea preoccupazione sia negli operatori sanitari che nei cittadini e di utenti, soprattutto delle località turistiche affollatissime come Vieste, in quanto non è chiaro cosa significhi riconversione del PPI in postazione medicalizzata di 118.

Rilevato, altresì, che:
Ø non è chiaro se il PPI rimanga così com’è, con la sostituzione di medici dipendenti con medici di 118 con rapporto di lavoro a convenzione, oppure debba essere sostituito da un’ambulanza medicalizzata di 118 (in tal caso vi sarebbero solo due ambulanze di 118 senza PPI) o se debba essere soppresso il PPI con permanenza dell’unica ambulanza di 118 già esistente;
Ø si assiste ad un effettivo e pernicioso depotenziamento dei servizi, in quanto presso il PPI di Vieste attualmente sono stati:
> ridotti i giorni di apertura della radiologia;
> soppresso il servizio di POCT (un mini laboratorio che consente alcuni esami urgenti del sangue);
> Aggiungasi che i nuovi locali del PPI, in cui da oltre un anno si sono trasferiti i servizi, avrebbero dovuto essere il fiore all’occhiello grazie agli oltre sei milioni di euro stanziati dalla Regione Puglia per l’emergenza sanitaria sul Gargano ed invece nessun potenziamento tecnologico e strumentale è stato effettuato per tale presidio sanitario;

Tanto premesso e rilevato,
SI INTERROGA

Il Dr. Michele Emiliano, in qualità di Presidente della Giunta Regionale e di Assessore alla Sanità, per sapere:

se non ritenga, alla luce di quanto sovraesposto, necessaria ed improcrastinabile una rivisitazione della riorganizzazione dei servizi sanitari in un territorio disagiato come il Gargano (orografia del territorio, viabilità, distanza dall’ospedale più vicino, notevolissimo afflusso turistico in estate), che meriterebbe, anziché la prospettata “riconversione” dei PPI in “postazioni medicalizzate di 118”, il potenziamento dei PPI attualmente esistenti, per svolgere in pieno quell’azione di filtro dei ricoveri impropri, possibilmente inseriti e raccordati con un ospedale di base così come prevede il D.M. per le aree disagiate.

Avv. Giandiego Gatta

Pubblicato in Politica

Coltivazioni 'decimate´ con interi raccolti di ortaggi invernali perduti e danni alle piante da frutta come agrumi e viti crollate sotto il peso della neve ma anche strage di centinaia di animali con la stima dei danni salita ad almeno 300 milioni di euro se si considerano anche le perdite commerciali dovute alle difficoltà di consegna del latte e degli altri prodotti che si sono salvati dal gelo. È quanto emerge dal dossier della Coldiretti sugli effetti del maltempo che si è esteso dal sud al nord del Paese dove peraltro le gelate sono arrivate in certe zone dopo un insolito periodo di siccità. «La regione più colpita - precisa la Coldiretti - è la Puglia dove una prima timida stima del danno accertato nelle campagne è superiore al momento ai 110 milioni di euro anche perché clementine e arance sono irrimediabilmente rovinate dal gelo, i tendoni di uva da tavola sono crollati sotto il peso della neve e il freddo ha fatto crollare del 30% la produzione di latte come è avvenuto peraltro in altre Regioni dove è presente l’allevamento». «Nei supermercati - rileva la Coldiretti - sono praticamente dimezzate le consegne di ortaggi invernali sugli scaffali per effetto del maltempo che ha falcidiato i raccolti delle regioni del centro sud dalle quali provengono, in questa stagione, la maggioranza delle produzioni presenti sul mercato. Dalle bietole agli spinaci, dalla lattuga ai cavoli, dai finocchi ai carciofi, dalle zucchine fino alle rape sono disponibili in quantità ridotte sugli scaffali di negozi e supermercati mentre alcune referenze specializzate, come il carciofo spinoso sardo a denominazione di origine sono addirittura introvabili». Nel sud della Sardegna dove lo si coltiva, infatti, le gelate hanno danneggiato il 60% del raccolto, secondo quanto riporta Coldiretti. Le bassissime temperature hanno distrutto anche le coltivazioni in serra in diverse regioni. E sulla costiera adriatica il forte vento carico di salsedine ha contribuito a bruciare gli ortaggi e le gemme degli alberi da frutto.
«Una crescita abnorme dei prezzi dei prodotti ortofrutticoli, che non appare in alcun modo giustificata dalle condizioni meteorologiche avverse degli ultimi giorni», viene nuovamente denunciata dal Codacons che ha portato le prove di questi rincari ingiustificati. L'associazione - riferisce la nota - ha infatti confrontato i listini all'ingrosso dell'ortofrutta praticati nei principali mercati prima dell'ondata di gelo e neve (30 dicembre 2016) con quelli in vigore il 13 gennaio 2017. «Il record dei rincari spetta al prezzemolo, le cui quotazioni all'ingrosso sono cresciute del +190,3% - afferma il presidente Carlo Rienzi - Aumenti consistenti investono anche i broccoli (+169,6%), la bietola (+133,3%), i finocchi (+131,3%), cicoria (+121,1%), cavoli verza (+83,3%), lattuga (+82,6%). Incrementi questi che hanno effetti diretti sui listini al dettaglio, determinando un aumento generalizzato dei prezzi praticati al pubblico, con evidenti danni per le tasche dei consumatori, costretti a pagare di più per la spesa alimentare». «È oggettivamente impossibile che neve e gelo degli ultimi giorni possano aver determinato rincari per prodotti coltivati e raccolti settimane fa - prosegue Rienzi - Per tale motivo abbiamo chiesto a 104 Procure di tutta Italia di verificare dove si annidano le speculazioni e chi siano i responsabili, considerato che dal campo alla tavola frutta e verdura subiscono fino a 7 passaggi di filiera, con aumenti dall'origine al dettaglio che raggiungono quota +400%».

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Informazione pubblicitaria/ Da MONACO ELETTRONICA OFFERTA IMPERDIBILE!!

19,90EUR PACCHETTO LED CASA!!
5- LAMPADE LED V-TAC E14 6W PARI A 40W &
4- LAMPADE LED V-TAC E27 10W PARI A 60W
SOLO 19,90EUR

DISPONIBILI CALDE-NATURALI-FREDDE!!
STRISCE LED, LAMPADAR­I LED, APPLIQUE LED, ­FARETTI LED, FARETTI ­DA CARTONGESSO, APPLI­QUE E PALETTI GIARDIN­O,SEGNAPASSI E TANTO ­ALTRO.....

--------------------------------------------------------

MONACO ELETTRONICA
ILLUMINAZIONE LED – VIDEOSORVEGLIANZA
MATERIALE ELETTRICO
ELETTROMECCANICA-ACCESSORI

VIESTE (FG) 71019-VIA S. QUASIMODO 75/D
MOBILE 3467463705-FISSO 0884270631
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

"Progressivo depauperamento di strutture sanitarie essenziali per il territorio di Capitanata. Verte sugli ospedali di Cerignola, Manfredonia e San Severo l'interrogazione che ho depositato diretta all'assessore-presidente Emiliano, con cui chiedo lumi sul futuro dei nosocomi in un quadro ancora di incertezze per il Piano di Riordino". Così Giandiego Gatta, vicepresidente del Consiglio regionale. "Un Piano -aggiunge- da cui non emerge alcuna soluzione alle criticità che affliggono i tre presidi sanitari, che invece ne escono con ulteriori tagli, i quali si aggiungono a quelli operati già negli anni precedenti. Inoltre, balza evidentemente all'occhio la costante penalizzazione dei servizi in Capitanata, specie per quanto attiene all'ospedale di base. C'è da capire, infatti, in che modo e se la Giunta pugliese intenda consentire alle strutture in questione (Manfredonia) di mantenere in vita le Unità Operative e se siano previsti ulteriori ridimensionamenti (in tal caso, pleonastico dirlo, ci aspettiamo precisazioni dal governo sulle ragioni sottese alle scelte). Infine, c'è il nodo del personale: da anni a questa parte, la sanità foggiana sconta una carenza ormai atavica di unità negli organici. Vogliamo sapere se si consentirà, a tal proposito, l'espletamento dei concorsi già banditi e non ancora espletati e la sostituzione del personale assente per vari motivi. Perché è ovvio -conclude Gatta- che se non si procederà in tale direzione, sarà impossibile rendere operativi reparti già in sofferenza e si potrebbe incorrere certamente in altri gravi disservizi, a spese della collettività".

Pubblicato in Sanità
Venerdì, 13 Gennaio 2017 15:38

Maltempo: emergenza Puglia per 30 giorni

Lo stato di emergenza dichiarato dalla Regione Puglia su tutto il territorio regionale, con uno stanziamento iniziale di 1,5 milioni di euro, resta attivo per 30 giorni. Ora, infatti, si monitora la situazione delle dighe perché con lo scioglimento della neve il volume dell'acqua aumenta. Intanto si attende una risposta da parte del ministero dell'Agricoltura per la dichiarazione dello stato di calamità dopo lo stato di crisi in agricoltura dichiarato dalla Puglia.
Il punto della situazione è stato fatto oggi nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato, tra gli altri, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e l'assessore con delega alla Protezione civile, Antonio Nunziante. "Il dispositivo - ha spiegato Emiliano - viene mantenuto in efficienza fino a quando non ci sarà il completo cessato allarme. Perché attendiamo ancora una perturbazione le cui proporzioni non sono contenute nei bollettini". Emiliano ha poi ringraziato "tutti i sindaci della Puglia che sono stati fantastici".

Pubblicato in Ambiente

La giunta regionale pugliese ha approvato "la dichiarazione dello stato di crisi in agricoltura per tutto il territorio regionale, a seguito delle eccezionali avversità atmosferiche del 5, 6 e 7 gennaio". Lo comunica la Regione Puglia, evidenziando che "il documento regionale chiede al ministero delle Politiche agricole la declaratoria dello stato di calamità naturale in considerazione dei gravi danni causati al patrimonio agricolo e zootecnico pugliese".
L'assessore regionale all'Agricoltura, Leo Di Gioia, ieri aveva sottolineato che "la situazione è gravissima in gran parte delle zone rurali dei comuni di tutte le sei province", e per questo è necessario "un intervento che ci consenta di attingere al Fondo di solidarietà nazionale". L'assessore precisava di essere "certo e fiducioso che il ministro Martina accoglierà la richiesta in tempi rapidi".

 

 

----------------------------------------------------------------------------------------------

Informazioni pubblicitarie/ Vieni a scoprire le nuove offerte della Parafarmacia Santa Maria pensate proprio per te!

Le nostre fantastiche Idee Regalo ti aspettano!

Parafarmacia Santa Maria, il piacere di prendersi cura di sè!

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Il peggio è passato, ma all'indomani dell'onda­ta di gelo, abbattutasi sulla regione, arriva il momento della conta dei danni. Il bilancio, con il passare delle ore, diventa sempre più pesante. Il freddo ha causato altre due vittime, mentre nelle campagne il disastro assume dimensioni sempre più preoccupanti L'emergenza, vissuta dalla Regione, dal Gargano al Salento, passando per la pro­vincia di Bari, ieri, è stata ufficialmente dichiarata dal decreto, firmato dal governatore Michele Emiliano. La Regione ha stanziato per il momento un miliardo e mezzo. "Per l'agricoltura - ha spiegato­dichiareremo subito lo stato di calamità e cerche­remo di provvedere subito, soprattutto nei con­fronti di coloro che non hanno coperture assicura­tive e che rischiano grosso se qualcuno non gli da una mano». E nelle campagne, infatti, che l'onda­ta di gelo ha avuto le conseguenze peggiori. Secon­do la Coldiretti i danni ammontano almeno a 110 miliardi di euro, una stima provvisoria che, per le associazioni di categoria, è destinata a salire.

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Informazione pubblicitaria/ Da MONACO ELETTRONICA OFFERTA IMPERDIBILE!!

19,90EUR PACCHETTO LED CASA!!
5- LAMPADE LED V-TAC E14 6W PARI A 40W &
4- LAMPADE LED V-TAC E27 10W PARI A 60W
SOLO 19,90EUR

DISPONIBILI CALDE-NATURALI-FREDDE!!
STRISCE LED, LAMPADAR­I LED, APPLIQUE LED, ­FARETTI LED, FARETTI ­DA CARTONGESSO, APPLI­QUE E PALETTI GIARDIN­O,SEGNAPASSI E TANTO ­ALTRO.....

--------------------------------------------------------
MONACO ELETTRONICA
ILLUMINAZIONE LED – VIDEOSORVEGLIANZA
MATERIALE ELETTRICO
ELETTROMECCANICA-ACCESSORI

VIESTE (FG) 71019-VIA S. QUASIMODO 75/D
MOBILE 3467463705-FISSO 0884270631
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

Il Codacons ha presentato oggi un esposto a 104 procure della Repubblica di tutta Italia denunciando le intollerabili speculazioni sui prezzi di frutta e verdura registrate in questi giorni e legate al maltempo.
«Le condizioni meteorologiche avverse che hanno interessato le regioni del centro-nord stanno avendo pesanti ripercussioni sui listini dell’ortofrutta all’ingrosso e al dettaglio. - spiega il Codacons in una nota - In sostanza, come già avvenuto in passato, schizzano alle stelle i prezzi di numerosi prodotti ortofrutticoli venduti nei mercati o presso gli scaffali dei supermercati, e i rialzi vengono giustificati con il maltempo che ha interessato le coltivazioni e la riduzione delle produzioni. Nella realtà, tuttavia, la maggior parte dei prodotti oggi in vendita è stata raccolta nelle settimane scorse, quando cioè non vi era alcuna emergenza neve e freddo. Addirittura vengono spacciate per nazionali frutta e verdura provenienti da paesi esteri, allo scopo di poter rincarare i prezzi con la scusa del maltempo».
«Vere e proprie speculazioni intollerabili sulla pelle dei consumatori e degli agricoltori - spiega il Codacons - Per tale motivo abbiamo chiesto a 104 Procure di aprire indagini su tutto il territorio alla luce del reato di aggiotaggio, e di individuare gli speculatori che determinano rincari ingiustificati dei listini all’ingrosso e al dettaglio».
A questo proposito I militari del comando provinciale di Bari della Guardia di finanza, d’intesa con la Prefettura, hanno avviato un piano d’intervento operativo di contrasto al 'carovità al fine di verificare i corretti adempimenti amministrativi da parte degli esercizi commerciali nella vendita dei prodotti di largo consumo in seguito all’ondata di grande freddo che ha comportato la mancata consegna delle merci, provocando, in alcuni casi, un ingiustificato rincaro di frutta e verdura. L’azione, svolta a carattere preventivo per la tutela dei consumatori, ha lo scopo di dissuadere i commercianti dal mettere in atto manovre speculative irregolari in periodi di evidente criticità.
Questa mattina i finanzieri hanno controllato commercianti al dettaglio e all’ingrosso procedendo anche alla verifica delle bolle d’accompagnamento delle merci per stimare gli eventuali rincari prendendo poi nota dei prezzi esposti sui banchi di frutta e verdura. «L'intento - spiega il comandante provinciale della Guardia di finanza di Bari, il generale Nicola Altiero - non è quello di reprimere chicchessia, ma di svolgere un’azione preventiva. L'alveo è quello amministrativo. Noi, rafforzando la nostra presenza come polizia economico-finanziaria, vogliamo dare un chiaro segnala agli operatori economici: se hanno intenzione di elevare in maniera spropositata, ingiustificata, i prezzi, approfittando del periodo di criticità dovuto alle abbondanti nevicate, dovranno fare i conti con noi».

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Informazione pubblicitaria/ Da MONACO ELETTRONICA OFFERTA IMPERDIBILE!!

19,90EUR PACCHETTO LED CASA!!
5- LAMPADE LED V-TAC E14 6W PARI A 40W &
4- LAMPADE LED V-TAC E27 10W PARI A 60W
SOLO 19,90EUR
DISPONIBILI CALDE-NATURALI-FREDDE!!
STRISCE LED, LAMPADAR­I LED, APPLIQUE LED, ­FARETTI LED, FARETTI ­DA CARTONGESSO, APPLI­QUE E PALETTI GIARDIN­O,SEGNAPASSI E TANTO ­ALTRO.....

--------------------------------------------------------

MONACO ELETTRONICA
ILLUMINAZIONE LED – VIDEOSORVEGLIANZA
MATERIALE ELETTRICO
ELETTROMECCANICA-ACCESSORI

VIESTE (FG) 71019-VIA S. QUASIMODO 75/D
MOBILE 3467463705-FISSO 0884270631
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Economia
Mercoledì, 11 Gennaio 2017 16:50

Maltempo/ Regione dichiara stato emergenza Puglia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha firmato oggi il decreto con cui ha dichiarato lo stato di emergenza su tutto il territorio regionale per il maltempo che ha colpito la Puglia, con un primo stanziamento di 1,5 milioni di euro. Lo rende noto un comunicato della Regione in cui si precisa che "qualora fosse necessario l'intervento dello Stato per la gravità dell'evento, con successivi atti saranno assunte le necessarie iniziative per richiederlo tramite il riconoscimento dello stato di emergenza nazionale". E' stato lo stesso Emiliano ad assumere il coordinamento istituzionale delle attività "finalizzate a superare l'emergenza, con l'obiettivo di favorire l'esecuzione degli interventi necessari e predisporre la ricognizione del fabbisogno delle risorse finanziarie".

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Ambiente

"Colture devastate, seppellite sotto la neve e previsioni meteo per la Capitanata tutt'altro che rassicuranti. Chiediamo con forza al presidente Emiliano di mettere in campo azioni di sostegno concrete per il settore agricolo". Così il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta. "Nella Provincia di Foggia -prosegue- la situazione è preoccupante: si stanno verificando, infatti, anche episodi di sciacallaggio ai danni delle imprese agricole che già scontano la perdita delle colture a causa del maltempo. Lo stato di calamità naturale è un passo obbligato, ma non basta. Servono più uomini per garantire la sicurezza nei campi. Su questo -conclude Gatta- Emiliano e la Giunta devono avviare azioni precise e tempestive, chiudendo una brutta pagina di ritardi che hanno di fatto mandato in tilt la nostra Regione".

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Informazione pubblicitaria/ Da MONACO ELETTRONICA OFFERTA IMPERDIBILE!!

19,90EUR PACCHETTO LED CASA!!
5- LAMPADE LED V-TAC E14 6W PARI A 40W &
4- LAMPADE LED V-TAC E27 10W PARI A 60W
SOLO 19,90EUR
DISPONIBILI CALDE-NATURALI-FREDDE!!
STRISCE LED, LAMPADAR­I LED, APPLIQUE LED, ­FARETTI LED, FARETTI ­DA CARTONGESSO, APPLI­QUE E PALETTI GIARDIN­O,SEGNAPASSI E TANTO ­ALTRO.....

--------------------------------------------------------

MONACO ELETTRONICA
ILLUMINAZIONE LED – VIDEOSORVEGLIANZA
MATERIALE ELETTRICO
ELETTROMECCANICA-ACCESSORI

VIESTE (FG) 71019-VIA S. QUASIMODO 75/D
MOBILE 3467463705-FISSO 0884270631
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Politica

Non si è fatta attendere la risposta del Presidente della Regione, Michele Emiliano che ha deciso di dichiarare lo stato di crisi e di emergenza in Puglia, quando le lancette dell’orologio avevano appena segnato le 20.30. Del resto, più di un amministratore locale l’aveva “invocato” a gran voce, durante la conta dei danni che questa storica ondata di maltempo ha provocato soprattutto all’agricoltura, il primo settore ad essersi inginocchiato davanti a Burian, il vento gelido proveniente dalle steppe russe della Siberia anche se il territorio non si è fatto trovare impreparato, riuscendo a gestire l’emergenza che dura ormai dalla notte tra il cinque e il sei gennaio.

Numerosi i sindaci che hanno preso carta e penna per scrivere al Governatore pugliese, ma non solo, anche i sindacati di categoria, preoccupati per il comparto agricolo e sulle conseguenze provocate dal ghiaccio su coltivazioni, agrumeti e vigneti, hanno voluto chiedere che non si perda tempo prezioso: «Si dichiari subito lo stato di calamità naturale». In una nota si invitano gli agricoltori e le aziende colpite a rivolgersi agli Uffici Agricoltura per denunciare e documentare i danni subiti, anche se non sarà facile capire l’entità dei danneggiamenti causati dalla tormenta di neve, fino a quando il peggio non sarà superato.

Secondo le previsioni, poco rassicuranti, l’allerta resterà alta almeno fino a domani, mercoledì 11 gennaio, quando le temperature di questi giorni vicine allo zero torneranno ad aumentare, grazie a venti più miti di Libeccio.

Anche il Ministro delle politiche agricole e forestali, Maurizio Martina aveva fatto sapere di essere pronto a dichiarare lo stato di calamità, non appena arriverà la richiesta dalle Regioni interessate. "Siamo vicini agli agricoltori e agli allevatori delle zone colpite dal maltempo di questi giorni – ha commentato Martina - è necessario portare avanti rapidamente la stima dei danni e metteremo in campo tutti gli strumenti necessari per sostenere le aziende".

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Politica

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005