La nota conduttrice e showgirl italiana condurrà la gran parata di gruppi mascherati e di carri allegorici del 26 febbraio 2017.
Mancano esattamente 75 giorni, 11 settimane, le festività natalizie da vivere e archiviare e il nuovo anno da accogliere, ma a Manfredonia il Carnevale è già entrato nel vivo. Dopo gli incontri organizzativi con tutti i protagonisti della kermesse, l’Agenzia del Turismo ufficializza la prima sorpresa (di una numerosissima serie) dell’edizione 2017. La prima carta “gold” della 64^edizione del Carnevale di Manfredonia porta il nome di una nativa bolognese di Bentivoglio, porta il nome e la fama di Simona Ventura, conduttrice e madrina d’eccezione della Gran Parata di Gruppi Mascherati e Carri Allegorici del 26 febbraio 2017. Il nome di Simona Ventura è solamente il primo di una lunga serie di ospiti che verranno svelati nelle prossime settimane, come conferma Saverio Mazzone, Amministratore Unico dell’Agenzia del Turismo di Manfredonia: “Un super ospite per un Carnevale super, una festa di piazza collettiva nella quale lo spettacolo, i colori, l’arte e la storia sono solo lo sfondo del magico feeling che ammanta a febbraio la città”. L’inizio dei lavori della 64^Edizione del Carnevale di Manfredonia sarà raccontato sul sito www.carnevalemanfredonia.com, sui social dell’evento – Facebook (Carnevale di Manfredonia), Instagram (carnevalemanfredonia) e Twitter (@carnevale_mf) – e sul web con l’hashtag #CarnevalediManfredonia.

Pubblicato in Manifestazioni

Babbo Natale ed i suoi folletti con Christmas PhotoSet, "Festa dell'Artigianato enogastronomico", rievocazioni storiche e spettacoli in costume d'epoca.

Natale si avvicina a grandi passi ed a Manfredonia entra nel vivo il programma di eventi ed animazione del "Mercatino medievale al Castello", che nei primi giorni di apertura ha già avuto un notevole riscontro mediatico e di pubblico.

A due settimane esatte dal giorno più magico dell'anno, l'Agenzia del Turismo ed il "Palio delle Contrade delle Torri di Re Manfredi" (con il supporto dell'Associazione "GarganoExperience") hanno predisposto per domani una lunga ed intesa giorni di appuntamenti che vanno ad aggiungersi al percorso nel Fossato del Castello tra le caratteristiche casette in legno, alla pista di pattinaggio su ghiaccio con vista mare ed alle attività di cavalieri ed accampamento militare medievali (orari di apertura 10,00-13,00 - 17,00-23,00).

La mattinata - dalle 10.30 alle 12.30 - è interamente dedicata ai più piccoli con Babbo Natale e i suoi folletti per una magica foto ricordo a tema natalizio da stampare e portare a casa. Animazione e divertimento a cura dell'Associazione "Pinocchio e Christmas PhotoSet di Leo Guerra Photographer. Per i più golosi imperdibile l'appuntamento con la "Pettolata" dell'Associazione "Cuore Celeste" (che sarà replicata anche in serata).

Dalle ore18 "Festa dell'artigianato enogastronomico" (a cura della Pizzeria "Santa Maria delle Grazie" e dell'Associazione "Arcobaleno") con degustazione di prodotti tipici ed antichi sapori tradizionali. Insieme a balli e fotoricordo - con musica di Dj MaMi-, sarà possibile assaggiare torroni, formaggi, pasta fresca, scaldatelli, farrate, pettole e, dulcis in fundo, ci sarà anche la preparazione dal vivo di mozzarelle.

In contemporanea ci sarà la presentazione della "Contrada Torre del Fico" con il Capitano di Contrada Stefano Favale ed i suoi ospiti che illustreranno lo stemma araldico e forniranno anticipazioni sui Giochi del Palio delle Contrade delle Torri "Re Manfredi", nonchè i confini territoriali della Contrada. Inoltre, vi saranno le esibizioni dell'A.S.D. Trimigno Bastone e Coltello Pugliese del Maestro Luciano Trimigno in abiti medievali.

Alle ore 19 nella zona Palco del Fossato del Castello, andrà in scena lo spettacolo danzante “La principessa Shahrazad e le Gibigiane alla Corte di Re Manfredi” a cura del Gruppo di Danza Orientale “Desert Roses” tra atmosfere magiche e sensuali con l'alta professionalità garantita dall'istruttrice Filomena Savastano, a cui seguirà il corteo storico della Contrada "Torre del Fico" con l'arrivo del Re e della Regina.

A chiudere l'intensa giornata sarà “Note storiche su Re Manfredi” a cura di Vittorio Tricarico, l'esclusivo spettacolo animato di rievocazione storica in onore del fondatore della città.

Pubblicato in Manifestazioni

A partire da lunedì 12 dicembre, con l’entrata in vigore del nuovo orario di Trenitalia, non si effettueranno più treni sulla linea ferroviaria Foggia-Manfredonia e diminuiranno i treni regionali su Termoli. Questi servizi ferroviari saranno sostituiti da bus. A stigmatizzarlo è il Segretario Generale della FILT CGIL di Foggia - BAT, Ruggero Dinoia. "Siamo nettamente contrari a tale scelta - dice il sindacalista - che penalizza le popolazioni daune e provoca ricadute negative sui lavoratori del settore equipaggi, bordo e manutenzione di FSI. Le ragioni economiche, ahimè, prevalgono sul sistema di mobilità territoriale che strategicamente prevede la modalità ferro centrale ed indispensabile per l’intera comunità locale. Non si possono incrementare le corse su gomma a discapito della modalità ferroviaria. Ancora una volta assistiamo a prese di posizione sbagliate che penalizzano quest’area pugliese e contraddicono le pianificazioni e i contenuti previsti nei vari piani generali di trasporto locale. Ne possiamo sentirci dire che si potrebbe trattare di qualcosa di “transitorio”. Sappiamo bene che quando si chiude una linea ferroviaria non è poi così semplice ripristinarla e riaprirla. Chiediamo, con forza ed urgenza, di rivedere tale decisione non modificando il servizio ferroviario locale così come oggi effettuato" - conclude Ruggero Dinoia.

Pubblicato in Economia

Con il Corteo storico in programma questa sera alle ore 18.30 (con partenza da Piazza Papa Giovanni XXIII ed arrivo al Fossato del Castello) - che vedrà protagonisti figuranti in costume d'epoca e rappresentanti delle Istituzioni -, prende il via il lungo mese di eventi ed appuntamenti
dell'atteso "Mercatino di Natale al Castello".

Sino al 6 gennaio, la magia della festa più attesa dell’anno avvolgerà Manfredonia con i suoi tipici ed inconfondibili colori, sapori e suoni, riletti per l’occasione in chiave medievale. L’Agenzia del Turismo coordinata da Saverio Mazzone, di concerto con l’Amministrazione Comunale del sindaco Angelo Riccardi e con il fattivo supporto dell’Associazione “Gargano Experience”, organizza il “Mercatino di Natale al castello” nell’ambito del progetto del Palio di Manfredonia, lanciato qualche mese fa.

Nella suggestiva cornice del Fossato tra le Mura del Castello Medievale,
recentemente riportato ad antico splendore, andrà in scena più di un mese
di un ricco programma di attività di animazione e valorizzazione
territoriale. Uno spettacolo unico tra artigianato, enogastronomia,
rievocazioni storiche, giochi medievali e una novità attesa da anni: la
pista di pattinaggio sul ghiaccio con vista mare (che non grava in alcun
modo sulle casse pubbliche). Non la copia del classico “Mercatino di
Natale” in stile nordico, ma una più originale manifestazione legata
all’identità e alla tradizione locale, un’anteprima in grande stile di
quello che sarà “Il Palio delle Contrade delle Torri Re Manfredi".

L’intento è  quello di riannodare i fili di una preziosa trama mediante la
quale l’Agenzia del Turismo – elaborando una valente progettualità di
Franco e Antonio Barbone (promotori dell’idea di rivalorizzazione di questo
importante periodo storico di Manfredonia) che ha da subito raccolto la
condivisione entusiasta delle principali associazioni medievaliste della
città come “Riccardo Armature”, “Amici del Medioevo”, “I Cavalieri di Re
Manfredi”, “Svevia”, insieme all’Istituto comprensivo “Don Milani 1 +
Maiorano” – ha dato impulso alla suggestiva idea di organizzare un “Palio”
richiamandosi alle Torri Medievali della Cinta Muraria ancora oggi
esistenti.

Nello scenario del Centro Storico di Manfredonia, i visitatori potranno,
dunque, passeggiare tra casette in legno in stile medievale, alla scoperta
di oggetti di artigianato, di tipicità gastronomiche locali e addobbi
natalizi, ammirare artisti dell’oggettistica medievale, artigiani di armi e
armature storiche, tra figuranti, cortei e rievocazioni della vita nell’età
di Mezzo.

Ci sarà anche la presenza di espositori provenienti da altre regioni del
Sud e non mancheranno i momenti non solo di animazione e di divertimento
per grandi e piccini, ma spazio alla solidarietà a sostegno dei meno
fortunati, come le popolazioni del Centro Italia recentemente colpite dal
terremoto.

La novità assoluta è certamente quella della pista di pattinaggio su
ghiaccio a pochi metri dal mare: il binomio apparentemente impossibile
diventerà realtà a Manfredonia; la ciliegina della programmazione di eventi
della città che si candida a diventare una meta magica per le vacanze di
Natale in Puglia. Chi ha sempre sognato di pattinare sul ghiaccio sulle
note delle più belle canzoni natalizie, quest’anno quindi potrà farlo anche
a Manfredonia, con il vantaggio di poter godere di una splendida vista
mare.

Un Natale con i fiocchi, dunque, per vivere insieme il calore e le
atmosfere natalizie. Attrazione turistica per i visitatori e offerta
culturale e di entertainment per i cittadini, sulla direttrice della via
che coniuga cultura e turismo.

Pubblicato in Manifestazioni

Questo pomeriggio alle ore 17, nella chiesa cattedrale di Manfredonia, sarà celebrata la messa che segnerà l'inzio ufficiale della prima "visita pasto­rale" di mons. Michele Castoro all'ar­cidiocesi di Manfredonia-Vieste-S.Gio­vanni Rotondo. La prima comunità par­rocchiale a essere visitata, a inizio di­cembre sarà quella di S. Maria Madre della Speranza, istituita nel 2011 a Foce Varano, frazione di Ischitella. Nella pre­ghiera composta per l'occasione, il ve­scovo Castoro invita a pregare affinché la visita pastorale «risvegli in noi il senso di appartenenza alla santa Chiesa, la nostra dignità di cristiani, il nostro impegno di membra vive, operose e sante del tuo Corpo mistico».
«L'arcivEscovo, come sottolinea il pe­riodico diocesano "Voci e Volti", si ac­cinge a compiere la sua prima visita pastorale alla nostra antica Chiesa» per «promuovere in modo particolare. La pa­storale dei giovani, delle famiglie, del lavoro, della missione dei laici,confi­dando nella comunione delle famiglie». Per questo, Castoro «intende incontrare tutta la comunità diocesana, che in questi anni ha conosciuto, avvicinato e incon­trato in forme- diverse, col desiderio pa­terno di vedere le persone e gli organismi ecclesiali, incoraggiare, ascoltare,capire, sostenere, verificare, volere bene, benedire». .«E 'visiterà - si precisa - con rispetto e disponibilità, anche enti e istituzioni non ecclesiali che lo desidereranno». Nella lettera pastorale con la quale indice la sua prima visita pastorale alla comunità dio­cesana Castoro ha evidenziato di mettere l'iniziativa «sotto la protezione dei nostri santi patroni Lorenzo Maiorano, Giorgio martire, Pio da Pietrelcina e dell'arcan­gelo Michele». Per l'arcivescovo, «la visita mi offrirà la possibilità di conoscere ancor meglio le singole comunità parrocchiali, ma sarà anche per loro l'oc­castone per conoscere meglio me, non tanto come persona, ma come successore degli Apostoli». «Sia un'occasione di festa e di gioia - aggiunge - ma anche un'op­portunità per rivedere insieme e respon­sabilmente il cammino compiuto e per intravedere, con l'aiuto dello Spirito San­to, ciò che il Signore ha preparato per noi e per la nostra Chiesa che vive questo frammento di storia». L'arcidiocesi di Manfredonia-Vie­ste-S.Giovanni Rotondo geograficamente copre il territorio di tredici Comuni e conta, 153.419 fedeli laici. Vi sono 51 parrocchie, con 75 sacerdoti diocesani, 4 diaconi permanenti, 48 religiosi sacer­doti, 3 religiosi laici, 188 religiose, 8 seminaristi liceali e 14 seminaristi teo­logi. Numeri che confermano il lavoro svolto.

 

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Informazione pubblicitaria/ LE SUPER OFFERTISSEME DELL’ ELETTRONICA MONACO solo fine al 30 NOVEMBRE

LAMPADA LED E27 V-TAC 10W CON RESA DI 60W A SOLI EUR1,99

DISPONIBILI TUTTE LE COLORAZIONI

STRISCE LED, LAMPADARI LED, APPLIQUE LED, FARETTI LED, FARETTI DA CARTONGESSO, APPLIQUE E PALETTI GIARDINO,SEGNAPASSI E TANTO ALTRO.....

--------------------------------------------------------
MONACO ELETTRONICA

ILLUMINAZIONE LED - VIDEOSORVEGLIANZA
MATERIALE ELETTRICO
ELETTROMECCANICA-ACCESSORI

VIESTE (FG) 71019-VIA S.QUASIMODO 75/D

MOBILE 3467463705-FISSO 0884270631
EMAIL- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
--------------------------------------------------------

Pubblicato in Società

A Manfredonia per la firma dell'accordo di valorizzazione dei beni culturali c'era anche il direttore del Polo museale pugliese, Fabrizio Vona, il quale ha lanciato un appello a tutte le comunità del Gargano affinché facciano rete nella gestione e nella valorizzazione del ricco e immenso patrimonio storico-culturale che posseggono. "Mi dispiace che Monte Sant'Angelo oggi non è presente, ma sono molto contento che l'accordo sia stato allargato a tutti i comuni del Gargano. Questo è un giorno importante. Finalmente tutti insieme per arrivare ad un piano di gestione dei monumenti di Manfredonia, ma non solo, perchè l'accordo è aperto a tutti i comuni del comprensorio, e sono contento che tutto questo sia sotto l'egida del Parco Nazionale del Gargano". Guerre di campanile permettendo? "Parlare di campanilismo nel 2016 è davvero una grande sciocchezza. Un luogo esalta l'altro. Quando il turista l'estate viene a Vieste o a Peschici non sa che Manfredonia e Monte Sant'Angelo sono due comuni diversi, gli interessa di visitare il santuario di San Michele e la Basilica di Siponto, il castello di Monte e l'abbazia di San Leonardo. Dei confini amministrativi al turista interessa poco. Poi se ci dovessero essere guerre di campanile tra comuni che distano pochi chilometri, pazienza. Vorrà dire che non si farà niente e il territorio tutto perderà un'altra grande occasione per rilanciarsi dal punto di vista economico e sciale".

Saverio Serlenga

(foto Matteo Nuzziello)

Pubblicato in Turismo

Parco Nazionale del Gargano, Arcidiocesi Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, Soprintendenza archeologica della Puglia, Comune di Manfredonia e Agenzia del Turismo di Manfredonia questa mattina hanno firmato un accordo che mira a valorizzare i beni culturali di tutto il Gargano. In un primo momento l'accordo doveva prevedere solo le bellezze storico-culturali di Manfredonia e Monte S. Angelo, poi dopo il passo indietro di Monte, si è deciso di allargare il progetto a tutti i comuni dell'area garganica. "L'accordo - ha affermato il sindaco Angelo Riccardi - prevede uno studio finalizzato alla gestione dei Beni, ed è un accordo aperto che parte dalla nostra città ma che è rivolto anche a tutte le altre città del nostro Gargano, con l'Ente Parco che fa da garante in quanto ente capo fila. Pecorella: "La presenza dell'Ente Parco è un elemento catalizzatore rispetto alla valorizzazione dei beni culturali e museali che hanno grossi problemi nella gestione e valorizzazione. Ecco perchè questo studio". Per il presidente dell'Agenzia del Turismo, Saverio Mazzone si tratta di "un momento storico per il territorio". I siti interessati al momento sono solo quelli ubicati nel territorio di Manfredonia: Basilica di Santa Maria Maggiore di Siponto, Ipogei Capparelli, Museo Diocesano, il Castello con il museo archeologico, l'abbazia di San Leonardo. Il Parco del Gargano ha stanziato la somma di 140 mila euro che andranno in evidenza pubblica per finanziare lo studio di fattibilità.

Saverio Serlenga

(foto Matteo Nuzziello)

Pubblicato in Turismo

 

"Con la firma di oggi a Manfredonia inizia un percorso per la
valorizzazione integrata, finalizzata alla gestione, dei beni culturali del
Gargano: accordo per il momento riguardante solo i beni della città
sipontina ed aperto a future adesioni. Bene ha fatto la commissione
prefettizia di Monte Sant'Angelo a congelare la firma su Monte Sant'Angelo
fino a nuove elezioni e bene ha fatto il Vescovo della nostra Arcidiocesi a
ribadire la necessità di intese condivise.

Sulla necessità di fare squadra e mettersi in rete non se ne discute: lo
hanno imparato a fare in Salento anni fa, dobbiamo iniziare anche sul
Gargano. Però, a firma fatta, vorrei ribadire un concetto: c'è una leggera
differenza tra il termine "campanilismo" e quello "condivisione". Il primo
richiede una visione unidirezionale delle cose, il secondo una visione
circolare con discussioni comuni e, soprattuto, paritarie.

Nessuno mai si tirerà indietro dalla discussione nel merito di queste
politiche importanti per lo sviluppo del territorio, nessuno ha interesse a
farne una battaglia campanalistica, nessuno intende bloccare nulla. E', e
sarà, sempre e solo una legittima richiesta di partecipazione, anch'essa
integrata."

Felice Piemontese

Pubblicato in Turismo

“I giovani imprenditori che quest'anno hanno iniziato ad operare nelle zone montane e svantaggiate del Sud non pagheranno contributi e i pescatori otterranno un indennizzo durante il fermo biologico. Lo prevedono due emendamenti alla legge di Stabilità approvato oggi grazie all'azione dei deputati del PD”. Lo rendono noto Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura della Camera, e Michele Bordo, presidente della Commissione Politiche UE di Montecitorio, impegnati nella maratona per la definizione del bilancio dello Stato per il 2017.
Per gli imprenditori agricoli under 40 professionali attivi da quest'anno è previsto lo sgravio totale dei contributi previdenziali, mentre ai pescatori è garantita fin da ora un'indennità di 30 euro per ciascun giorno di fermo biologico, "ponendo rimedio all'abolizione della cassintegrazione", precisano Bordo e Mongiello che spiegano "entrambe le norme, approvate con il sostegno del Governo, sono assai importanti anche per le aree interne della Capitanata, dai Monti Dauni al Gargano, e per le marinerie della costa foggiana, a partire da Manfredonia".
I parlamentari foggiani ringraziano il ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina: "siamo riusciti a portare a casa un sostegno tangibile all'economia territoriale - concludono Mongiello e Bordo - ed abbiamo confermato la straordinaria attenzione del governo Renzi al comparto primario".

Pubblicato in Economia

La Basilica di Santa Maria Maggiore di Siponto, gli Ipogei Capparelli, il Museo Diocesano, il Castello di Manfredonia con il Museo Nazionale Archeologico, l’Abbazia di San Leonardo in Lama Volara per la Città di Manfredonia; il Museo Tancredi, la Cripta di Santo Stefano, l’Abbazia di Pulsano, il Santuario di San Michele Arcangelo (Patrimonio UNESCO), il Castello Normanno-Svevo-Angioino e la Tomba di Rotari per la Città di Monte Sant’Angelo, sono i beni oggetto dell’accordo di valorizzazione che verrà sottoscritto giovedì 24 Novembre presso il Comune di Manfredonia da Arcidiocesi Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, Ente Parco Nazionale del Gargano, Segretariato Regionale MiBACT per la Puglia, Polo Museale della Puglia, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Barletta-Andria-Trani e Foggia, Comune di Manfredonia, Comune di Monte Sant’Angelo e Agenzia del turismo per la promozione del territorio di Manfredonia. L’accordo è finalizzato a realizzare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione dei beni culturali presenti nei Comuni di Manfredonia e Monte Sant’Angelo, attraverso un’azione coordinata tra i soggetti sottoscrittori e disciplina la comune volontà di condividere il percorso per la gestione integrata dei beni culturali individuati, nell’ottica dello sviluppo di una nuova cultura del territorio e del paesaggio che valorizza i beni culturali in un contesto di industria culturale e creativa. La storica firma consentirà di programmare congiuntamente risorse, strategie e politiche, coinvolgendo anche i privati nella valorizzazione di un patrimonio culturale eccezionale, promuovendo la cooperazione tra istituzioni e imprese creative per la valorizzazione dei più rappresentativi beni culturali del territorio. Attraverso modelli innovativi di gestione integrata e la promozione di attività e servizi di fruizione i beni culturali si trasformeranno in un sistema attrattivo e propulsivo di grandi opportunità per l’intera comunità.

Pubblicato in Turismo

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005