di caricare coloro le loro partite ,come meglio li piaccia ,non sono state mai intese dei poveri cittadini e si è continuato a far la tassa a battaglione per la formazione della quale passammo fummo eletti deputati io Michele Masella, Francesco Fontanarosa ed Alessandro Valente ed unitici insieme ad accentuazione di Alessandro Valente ,che non volle intervenirvi formammo detta tassa colla sola regola di aver avuto considerazione dei beni ,che ciascheduno possedeva ,caricandole partite a misura della quantità ,che ciascuno ne possedeva caricando minor somma poi a coloro che non ne hanno e fattagli la tassa predetta nella detta maniera senza altra ponderazione senza nemmeno sentirsi i cittadini che si dichiaravano gravati fu data ad esigersi come si è esatta. Onde ottenuto quanto ho deposto di sopra ho sempre giudicato io come giudico che per colpa di governanti protempore di questa Università non si è più eseguito il catasto enunciato ,atteso doveva essere della loro incombenza ed ispezione di farlo eseguire ; n’è altro di questo cos’ì ed è la verità in causa scientiae.
Inteso dei Consiglieri sig. i nomi : Michele Masella, Francesco Fontanarosa, possano deporre quano ho esposto.
Io Michele Ottaiano ho disposto come di sopra .
dell’Acqua Presidente.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Nello stesso giorno e nello stesso luogo ricevuto.
Michele Antonio Ottaiano di questa terra d’Ischitella dice essere mastro ferraro di questa terra di anni 64 in codesta come testimone con giuramento nell’interesse di ugualmente di sapere presente in fede di presenza medesima.
Inteso se esso testimone sa se in questa terra d’Ischitella fosse stato formato il catasto generale a tenore delle istruzioni del supremo Ill.mo della Regia Camera e se quello sia stato pubblicato ed eseguito fino al presente giorno e non essendosi eseguito per colpa di chi e per quale causa detto Sig .re la verità che io so sopra di quanto mi domanda e come se non fo errore verso l’anno 1748 in 1749 fu pubblicato n questa terra d’Ischitella mia patria il catasto generale che era stato fatto con essersi cominciato ad eseguire catastuolo che fu formato a tenore del catasto predetto il quale si continuò per uno a due anni appresso ,ma poi si di far più il predetto catastuolo e da governanti protempore di questa Università e si è formato da essi stessi una tassa volgarmente detta a battaglione con caricarsi rispettivamente nei pesi dei cittadini come meglio loro è paruto senza che alcuno mai ne sia stato inteso o pure hanno eletto i deputati quali tra di loro senza nemmeno sentire i cittadini predetti hanno formato detta tassa a battaglione la quale poi indebitamente si è esatta e non ostante che di ciò i medesimi cittadini ne fossero intesi gravati ,ed in ogni anno coi governanti se ne fossero lamentati pretendendo che si fosse eseguito il catasto, pure per essere stati sindaci pro tempore e gli eletti persone benestanti ai quali rendeva conto ,che si fosse fatta la tassa a battaglione e non si fosse eseguito il catasto per avere la libertà- Continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

in pubblico parlamento : n’è altro di questo io so ,ed è la verità .
Inteso del Consigliere regio Sig.re detto quanto si è disposto e tutto pubblico in questa terra e può da ogni ordine del medesimo si può deporre.
Io Michelangelo di Monte ho deposto come sopra.
Dell’Acqua Presidente.
Nello stesso giorno e nella stesso luogo.
Il Mag.co Carmine Agricola di questa terra d’Ischitella dice di vivere di suo d’età sua di anni 39 in codesta come detto testimone con giuramento inteso espressamente sopra presente per interesse del presente.
Inteso se esso testimone sa se in questa terra d’Ischitella fosse stato formato il catasto quale a tenore delle intenzioni del supremo interesse della Regia Camera ; e se quello sia stato pubblicato ed eseguito fino al presente giorno e non essendosi eseguito per colpa di chi e per quali cause detto Sig.re altro non so sopra quanto mi si domanda senonchè mi ricordo che verso l’anno 1748 in 1749 avendo io esercitata la carica di secondo eletto di questa Università in tempo ch’era Sindaco il M.co Gio del Duca, e capo eletto Michelangelo di Monte nel corso di tal governo fu pubblicato il catasto ,ch’era stato formato in questa terra d’Ischitella mia patria al meglio ,che si potè per l’imperizia di coloro ,che lo formarono ,e fu cominciato ad eseguire col l’esazione della tassa formata a tenore di detto catasto ,ma col progresso del tempo poi non si è avuta più cura di farsi annualmente il catastuolo a tenore del catasto predetto ,ma si bene si è formato la tassa che è ridetta volgarmente a battaglione .e che ho sempre inteso dire, che i cittadini non erano contenti e per tale motivo non si è eseguito più detto catasto, n’è altro di questo io so, ed è la verità di causa scientis.
Inteso del consiliare detto Sig. detto Michelangelo di Monte può deporre detto di sopra.
Io Carmine agricola ho deposto come sopra.
Dell’Acqua Presidente.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Fattasi la tassa predetta nella descritta maniera senz’altra ponderazione fu data ad esigersi come si è fatta ,onde attento presente ho disposto di sopra ,ho sempre giudicato come giudico che per colpa dei governanti pro tempore di questa università non si è più eseguita il catasto enunciato ,e si vive della tassa a battaglione n’è altro di questo caso ed è la verità in causa scientis.
Nell’interesse dei conti detti signori Michele Ottaiano, Michele Masella e Michele Antonio Antonelli possono rispettivamente deporre quanto di sopra.
Per segno di croce.
Dell’Acqua Presidente.

Giuseppe Laganella

 

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Servizi funebri con la massima professionalità.
La Garganica si occupa di tutto l'occorrente per l'allestimento della camera ardente e del funerale.
Funerali completi e servizio lapideo a prezzi concorrenziali, anche con pagamento dilazionato.
Alla Marmeria Garganica in esclusiva vera e propria ARTE FUNERARIA.
Tombe, edicole, cappelle, mausolei, rivestimenti, lapidi, in pietra e ogni altro lavoro: dai pavimenti, capitelli, vasche in pietra, caminetti e tanto altro.
La Marmeria Garganica RECUPERA I TUOI SOGNI!

Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Assistenza telefonica h24: allo 0884/ 701740 - 348/3978495

------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cultura

Ma come che sono stati sempre eletti i sindaci ed elette persone benestanti ai quali rendeva conto che si fosse fatta detta tassa eseguito il catasto per aver la libertà di caricare le loro partite come meglio si piaceva e ciò non sono state mai intese le premure dei poveri cittadini che si restringevano alla giusta pretenzione che si fosse ricevuto a catasto e non con la tassa detta volgarmente a battaglione sino a che essendo venuto un questa terra nel mese di Novembre dell’anno 1767 l’illustre Marchese di Giuliano figlio dell’odierno Ill.mo Principe dopo poco tempo in una mattina mi unii con un’altra quarantina di persone che aspettavano che il medesimo fosse uscito dalla chiesa sotto il titolo di San Michele che erasi conferito per ascoltare la santa messa ,nel quale atto uniti lo pregammo di volersi compiacere d’impegnarsi a farci vivere a catasto ed esso Ill.re marchese sentendo tali nostre premure fece atto colla mano di volerci consolare, onde onde ciò fece se ne andò via ,ma non per ciò si vede alcun esito di tali promesse ,atteso tuttavia si viene con la tassa volgarmente detta battaglione nella formazione della quale nell’anno passato furono eletti per deputati io Michele Masella, Michele Ottaviano, ed Alessandro Valente ,onde non potuto ottenersi la formazione del catastuolo ,mi convenne unirmi con il medesimo ad accettazione di detto Valente ,che non volle intervenirci formammo detta tassa ,colla sola regola della considerazione ai beni che che ciascheduno possedeva caricando le partite a misura della quantità che ciascuno ne teneva,
caricando minor somma poi a coloro che non ne hanno e fattosi – Continua

Giuseppe Laganella

 

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Servizi funebri con la massima professionalità.
La Garganica si occupa di tutto l'occorrente per l'allestimento della camera ardente e del funerale.
Funerali completi e servizio lapideo a prezzi concorrenziali, anche con pagamento dilazionato.
Alla Marmeria Garganica in esclusiva vera e propria ARTE FUNERARIA.
Tombe, edicole, cappelle, mausolei, rivestimenti, lapidi, in pietra e ogni altro lavoro: dai pavimenti, capitelli, vasche in pietra, caminetti e tanto altro.
La Marmeria Garganica RECUPERA I TUOI SOGNI!

Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Assistenza telefonica h24: allo 0884/ 701740 - 348/3978495

------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cultura

Francesco Fontanarosa di questa terra dice essere uomo di campagna di età sua di anni 70, intende come detto testimone al parlamento inteso e esaminato per i presenti in fede detta deposizione.
Inteso se esso sa su in predetta terra d’Ischitella fosse stato formato il catasto generale a tenore della strumentazione del Supremo Tribunale della Regia Camera e se quello sia stato pubblicato ed eseguito sino per colpa di che e di quale causa detto Signore qualche verità così sopra quanto mi domanda e come se mal non erro verso l’anno 1748 in 1749 ,che era sindaco di questa Università Ill.mo Mag.co Giovanni del Duca di cui mi ricordo che io ne fui uno dei deputati e Michele Antonio Antonelli mio paesano fu l’altro deputato per parte del popolo ,e fu fatto il catasto già pubblicato con essersi cominciato ad eseguire con il catastuolo che fu formato a tenore del catasto predetto e si continuò a far detto catastuolo se mal non erro per anno o due altri anni in appresso ,ma poi si desiste di fare più il catastuolo e da governanti protempore di questa Università o si è formata da essi stessi una tassa volgarmente detta a battaglione con concorsi rispettivamente nei pesi ai cittadini come meglio loro è parvuto senzachè alcun mai ne sia stato inteso e pure hanno eletto deputati per i quali tra di loro senza nemmeno sentire i cittadini predetti hanno formato detta tassa a battaglione nella esazione della quale essendosi intesi i medesimi cittadini gravati in ogni anno mi ricordo che vi sono lamentati con i governanti predetti e particolarmente che si è fatto l’elezione del Sindaco- continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Auditorium IPSIA Ischitella ore 18,30

Pubblicato in Cultura

Coi governanti predetti particolarmente nel Parlamento ; che poi si è fatta l’elezione del Sindaco ,ma come che sono stati sempre eletti Sindaci ed eletti persone benestanti ai quali rendeva conto che si fosse fatta detta tassa a battaglione e non si fosse eseguito il catasto per Aver la libertà di caricare le loro partite come meglio che gli piaceva perciò non sono state mie intese le premere e i poveri cittadini .che si restringevano alla giusta pretenzione che si fosse venuto a catasto e non con la tassa volgarmente detta a battaglione fino a che essendo venuto in questa terra l’Ill.re Marchese di Giuliano intesi che si unì una quantità di cittadini e lo andarono a pagare che si fosse compiaciuto di far vivere in questa terra a catasto e nemmeno se n’è veduto esito ,cosichè tuttavia si vive colla tassa detta volgarmente a battaglione nella presente vengono gravati i poveri ed i benestanti si tassano le loro partite come meglio gli piace ,questo è quanto così ed è la verità in causa facientis.
Inteso del consigliere detto Sig.re quanto da me esposto si può anche deporre da Francesco Fontanarosa e da tutti gli altri cittadini per essere cosa pubblica.
Per segno di croce. Dell’Acqua Procuratore.

Giuseppe Laganella

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Servizi funebri con la massima professionalità.
La Garganica si occupa di tutto l'occorrente per l'allestimento della camera ardente e del funerale.
Funerali completi e servizio lapideo a prezzi concorrenziali, anche con pagamento dilazionato.
Alla Marmeria Garganica in esclusiva vera e propria ARTE FUNERARIA.
Tombe, edicole, cappelle, mausolei, rivestimenti, lapidi, in pietra e ogni altro lavoro: dai pavimenti, capitelli, vasche in pietra, caminetti e tanto altro.
La Marmeria Garganica RECUPERA I TUOI SOGNI!

Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Assistenza telefonica h24: allo 0884/ 701740 - 348/3978495

------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cultura

Il giorno 12/9/1563 a Foggia presentata previsioni della Regia Camera furono per quelle per mezzo di Joan Bapta Lombardo presentate per al magnifico che chiamato nella regia dogana e ricevuta dal Mag.co Sebastiano Marano per l’udienza stessa e per quella ricevuta con ordine della dogana da riceversi e mandata separatamente a quelli per l’obbedienza.
Il Notaio Jo Domenico attuario.
Il Giorno 16/9/1563 a Foggia fu trasmesso copia per l’attuario per la regia Camera Sommaria.

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Servizi funebri con la massima professionalità.
La Garganica si occupa di tutto l'occorrente per l'allestimento della camera ardente e del funerale.
Funerali completi e servizio lapideo a prezzi concorrenziali, anche con pagamento dilazionato.
Alla Marmeria Garganica in esclusiva vera e propria ARTE FUNERARIA.
Tombe, edicole, cappelle, mausolei, rivestimenti, lapidi, in pietra e ogni altro lavoro: dai pavimenti, capitelli, vasche in pietra, caminetti e tanto altro.
La Marmeria Garganica RECUPERA I TUOI SOGNI!

Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Assistenza telefonica h24: allo 0884/ 701740 - 348/3978495

------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cultura

Il giorno 7 del mese di Febbraio 1759 in questa terra d'Ischitella.
Michele Antonio Antonelli di questa terra d'Ischitella dice dice di essere massarrotto di campo di età sua di anni 58 in codesta come detto teste in giuramento in detta ugualmente sopra i presenti in fede presente.
Inteso se esso testimone si sa che in questa terra d'Ischitella fosse formato il catasto generale a tenore delle istruzioni del Supremo ill.mo della Regia Camera e se quello sia stato pubblicato ed eseguito fino al presente giorno e non essendo eseguito per colpa di che e per quella causa detta seguente qualche di verità io so sopra quanto mi fa domanda ,a come se non erro mese dell'anno 1748 in 1749 nel tempo che era Sindaco di questa predetta Università di questa terra Il Mag.co Gio del duca si diede l'ultima mano nella confezione del catasto di queta terra di cui mi ricordo che io ne feci uno dei deputati e Francesco Fontanarosa mio scrivano fu l'altro deputato per parte del popolo e fu il predetto catasto già pubblicato col essere cominciato ed eseguito col catastuolo che fu formato a tenore del catasto predetto e si continuò a fare detto catastuolo e mal non erro per uno ed altri due anni appresso ,ma poi si depositò di fare il catastuolo e da governanti pro tempore di questa Università e si è formata da essi stessi una tassa volgarmente detta a battaglione con caricarsi rispettivamente nei pesi per i cittadini come meglio loro è paruto senza che a lcuno mai sia stato inteso o pare hanno detto; I depositanti i quali tra di loro senza nemmeno sentire i cittadini predetti predetti hanno formato detta tassa a battaglione nella esazione dalla quale essendosi intesi i medesimi cittadini gravati in ogni anno,mi ricordo che se ne sono lamentati- segue.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005