Dichiaro da ogni atto di aver ricevuto da pietro Panella di questa terra d'Ischitella esattore di una porzione del libro di catasto ducati 30 e detti sono al conto di quello il medesimo non dovendo a questa regia Università per il debito che lo stesso deve eseguire ai diversi creditori fiscalari per detto terzo di Agosto di questo corrente anno 1757 Onde a cautela ho scritto e detta la presente di mia propria mano.Ischitella 4 novembre 1757 .
Detto 30 g.
Giuseppe Carpentieri.
Don Tomaso Agricola testimone.
Pasquale de Grazia testimone.

Giuseppe Laganella.

Pubblicato in Cultura

A doverlo mandare al Sig. percettore di Lucera poiché per l'attrasso che vi rimane poteva pregarlo pazientemente per altro poco tempo per questo in aprresso si sarebbero uniti e mandati al meglio che si poteva,ma il Visconti ripugnò di mandarli pretendendendodi mandare l'intera l'intera somma che si doveva pagarla in Percettoria affinché non se ne fosse rimasto attrasso; e poiché a ciò non si poteva adempire per la povertà grandissima che correva tra questi cittadini debitori,dopo pochi giorni soppraggiunse qui il Commissario Percettore per l'esazione di questo attrasso e sapemmo come si disse pubblicamente che il M.co Visconti aveva scritto al Percettore che accesso mandato di Commissario ,onde ciò ed altri esattori fummo nella necessità di non fare improntata l'intera somma che occoreva ai pagamenti,e così adempimmo con il Commissario il quale per ducati 30 così che io dovevo per i creditori fiscali ne firmò la ricevuta ,che è appunto questa ed esibisco ,nè altro di questo io so ed è questa la verità in causa facientis.
Inteso e continuato questo detto Sig.re suddetto Fran. Antonio Forastiero può anche deporre per di conto di di sopra.
Io Pietro Panella che ho posto come sopra.
Dell'Acqua Presidente.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Nello stesso giorno e luogo ricevuto Petrus Giordano delegato straordinario della Regia Dogana di Puglia ho ricevuto le cose infrascritte e nello stesso giorno predetto intimasse e notificasse il ricevuto ordine e si consenta in questo Il magnifico Governatore di questa università per quelli che ci abitano e in fede.
Dell'Acqua Presidente.
Facciamo piena e veridica e indubitata fede .
Noi qui sotto vice sindaco interino ed altri al governo di questa terra d'Ischitella in esecuzione ordine speditoci da dalla Regia dogana di Foggia qualmente sappiamo benissino che nell'anno 1748 fu sindaco Gio Del duca e per i suoi eletti Michelangelo di Monte ,Ma.co Carmine Agricola,M.co Ludovico Panella e M.co Luca d'Errico.
Nell'anno 1749 fu sindaco il M.co Marcantonio Protano e i suoi compagni eletti il M.co Giuseppe Zitani ,Francesco di Giuseppe d'errico ,Gio di Francescantonio di Monte e Gio Romano.
Nell'anno 1750 fu sindaco Michele Paolino e i suoi compagni eletti il M.co Michelangelo di Monte,,il M.co Giuseppe Zitani,,il M.co Michele di Monte e Luca d'errico.
Nell'anno 1751 fu Sindaco il M.co Nr. Gio Vigilante,e i suoi compagni eletti il M.co Mattia Protano ,Antonio Ventrella e Dom.co Ottaviano.
Nell'anno 1752 fu Sindaco il M.co Michele Paolino,e i suoi compagni eletti il M.co Michelangelo di monte,il M.co Giuseppe Zitani ,Mauro Falco e M.o Domenico Ottaviano.

Giuseppe Laganella.

Pubblicato in Cultura

“Abbiamo bisogno di svegliarci dal letargo ed iniziare una programmazione seria delle azioni da intraprendere, partendo dal programma elettorale di un anno fa”

Un anno non è un periodo amministrativo sufficiente per date giudizi, ma è l'occasione per fare alcune considerazioni più attente alla realizzazione del programma che ha portato alla vittoria della coalizione (con forza motrice movimento Libera-Pd-UdC) guidata da Carlo Guerra.
Un anno trascorso con una partenza di slancio e un proseguire sempre più appesantito e stanco.
La giunta Guerra ha dovuto superare diverse difficoltà, molte dovute alla pesante situazione ereditata da precedenti esperienze amministrative, altre da discutibili decisioni prese in seno al governo cittadino che hanno subito lo stop delle autorità preposte (vedi il caso del rispetto delle quote rosa) e della perdita di finanziamenti per progetti mai partiti.
L' UdC da tempo sta richiamando il Sindaco, giunta e coalizione non solo al rispetto del programma, ma anche alla pari dignità di rappresentanza di tutti i partiti che hanno contribuito alla vittoria di un anno fa.
Per questo chiediamo la convocazione di un tavolo tecnico per fare il punto della situazione e rilanciare l'attività amministrativa, ponderandone bene le iniziative e il senso di programmazione e di un rilancio che non può più aspettare per la nostra comunità, non si può restare ostaggio dell'indolenza di qualcuno e della prepotenza di altri.
Al sindaco Guerra rivolgiamo, ancora una volta, l'appello a mobilitarsi e mobilitare la sua giunta per il rilancio di Ischitella, così come promesso nella campagna elettorale di un anno fa e nel pieno rispetto del programma amministrativo.
È solo passato un anno, ma siamo passati dalla Guerra alla pace, speriamo non sia quella eterna!

Pubblicato in Politica

La Chiesa della SS .Annunziata di Varano possiede molti territori affittati a ducati 60.
Quali cappelle e luoghi pii non pagano a questa Università cosa alcuna.
Onde in fede abbiamo fatto verificare nel presente per mano del nostro ordinario cancelliere firmata colle nostre rispettive mani e corroborata col solito universale suggello di questa M.ca Università Ischitella 9/2/1759.
Michelangelo di Monte vice cassiere incaricato.
Io Leonardo Ventrella eletto.
Io Marco Falco eletto.
Paolino cancelliere.
Per grazia di Re Carlo.
Don Antonio Belli miles del Regio Consiglio ,presidente regio consiglio, gentilissimo governatore della regia Dogana di Puglia e doganella d’abruzzo e in tutte le cose spett.le delegato.
Mag.co sindaco, eletti cancelliere ed ogni altro a chi spetta l’amministrazione dell’Università d’Ischitella come segno potersi da noi eseguire quanto visto commesso ed incaricato dall’Ill.mo Sig. Consigliere D. Antonio Belli Presidente della Regia Camera e Generale quanto della Regia Dogana come bisogna sapere che siano stati i sindaci ed eletti pro tempore dell’Università dall’anno 1748 fino all’anno 1756 che col presente vi dicono ed ordiniamo a dover formare subito paga fede vera ,distinta e legale con giuramento e sotto pena di falso e quella corroborata col solito universale suggello dobbiate passare nelle nostre mani affinchè se ne possa fare l’uso corrispondente ,tanto eseguirete se avete cara la grazia regia e sotto pena di ducati mille di fisco regio del presente. Ischitella 7/2/1759.
Saverio dell’Acqua Presidente della Regia Dogana di Foggia.
Ordinata come sopra.

Giuseppe Laganella.

Pubblicato in Cultura

Nello stesso giorno ricevuto e nello stesso luogo.
Pietro Panella di questa terra d'Ischitella dice essere massarrotto di campo di età sua di anni 53 come di testimone con giuramento per interesse ugualmente sopra il presente interesse come di prima.
Inteso se esso testimone che sa il Sindaco di questa Università d'Ischitella dal primo settembre dell'anno 1757 per tutto l'ultimo di Agosto proprio passato 1758 e se in tal tempo questa predetta Università fosse stata in attrito nei pagamenti colla regia corte e i fiscolari ,come quando in che somma e per quale causa detto Sig,re ed altro per la verità io non so se sopra quanto mi si domanda se non che essendo stao io fattore di una persona del libro dl catasto e sia tassa a battaglione di questa Università d'Ischitella dall'anno 1758 al 1757 e propriamente in tempo del sindacato del notaio Giuseppe Masella nel corso del quale si fecero i pagamenti alla Regia Corte nella percettoria di Lucera al meglio che si potè ,attesta la povertà dei cittadini di questa terra e qui l'esecuzione sia stata al quanto ritardata dal giorno 15 di agosto di detto anno 1757 nel corso come per la medesima tenutasi per l'elezione da Gennaio fu eletto Sindaco di questa predetta Università il M.co Gio Batta Visconti mio paesano e che prese da tre mesi il possesso della sua Università e nel primo di settembre del seguente anno e come che non si era fatto il pagamento dell'ultimo terzo come maturò all'ultimo di agosto del medesimo anno 1757 spettante ai creditori fiscalari di cui precedente esigimento ne dava pagato ,io ducati trenta alla regia corte alla quale dovetti contribuire anch'io ,ducati 12 ,con altra somma doveva Francesco Antonio Forasterio di altra parte di detta tassa accorse il giorno 15 e 16 di ottobre dell'anno 1757 per quanto ci governarono avendo io unito ducati 30 ad altri 15 di Francesco Antonio ci recammo al sindaco di quel tempo Mag.co Gio Batta Visconti e lo pregammo- Continua.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Attraverso si portarono al nominato Sindaco Gio Batta Visconti ,pregandolo che l'aveese mandato al Percettore e che in appresso gli avrebbero gli altri esattosi uniti le somme,che andavano dovendo attraverso il predetto ,e si sarebbero rimesse,ma il Visconti si ripugnò di farlo,pretendendo che si fosse unito tutto il denaro ,che si dava alla regia corte e creditori fiscalari ed allora si sarebbe mandato per non farne dimorare alcun residuo cosa che non si potè eseguire per bisogno in cui erano i cittadini debitori,quindi dopo poco tempo venne qui il commissario della Percettoria di Lucera chiamato Giuseppe Carpentiere in potere del quale pagai io i predetti ducati 15 ,che andava dicendo di mia rata e non curai di fornirne far libertà atteso indi di aver saldata l'unica partita n'è altro di questo io so ed è la verità in causa scientis.
Inteso dai detti il Sig. il nominato Pietro Panella può deporre quanto di sopra.
Io Francescantonio Forastiero onde presente comiso sopra.
Dell'Acqua Presidente.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Facciamo piena veridica e indubitata fede .
Noi qui sotto vicesindaco interino,e fatto al governo di questa terra d'Ischitella in esecuzione d'ordine speditoci dal Sig.don Saverio Dell'Acqua della Regia Dogana di Foggia e sotto pena qual si attendiamo in questa predetta terra e suo territorio vi sono le seguenti cappelle e luoghi pii che rispettivamente possiedono beni per V.E.
La Cappella del S.S. Sacramento esige da questa Università annui ducati 77 d'annualità e redimibile ----------------77.
Più possiede molti territori dati ad annuo canone enfiseutico a diversi cittadini e ne ricava circa annui ducati-------- 90.
Più possiede due vacche di corpo.
La Cappella della Madonna del Rosario esige da questa Università ducati 13 di censo redimibile
Più possiede vacche n° 25 e pochi territori.
La Cappella della Concezione esige da questa Università ducati-------- 19 per esso redimibile.
Al Pio Monte dei poveri esige da questa Università ducati –---e 50 e per esso redimibile.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Per grazia di re Carlo re di Sicilia e Gerusalemme .
Antonio Belli milite regio consigliere Presidente della Regia Camera, Generale Governatore della Regia dogana di Puglia e doganella di Abruzzo e in tutte le cose Speciale deputato di S.M.
Per cosa molto importante al detto servizio si tiene da noi bisogno dire le cose qui dietro annotate .Propone di questa terra d’Ischitella ; che però col quale loro dicemmo ed ordinammo che subito pose si debbano personalmente conferire avanti di noi in caso si avrà residenza sita in questa terra sin detta poiché informati faremo di questo che ci recepisce sapere per detto servizio saranno disbrigate tanto da ognuno si esegua per questo si tiene cara la grazia regia e sotto pena di once d’oro 25 per ciascheduno come per ordine del regio fisco per questo. Ischitella 7/2/1759.
Saverio dell’Acqua Presidente della regia dogana di Foggia. Deputato.

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Nell'anno 1753 fu sindaco d'ischitella l'istesso M.co Michele Paolino e gli stessi compagni eletti.
Nell'anno 1754 FU Sindaco il M.co Matthia Protano e i suoi compagni eletti: il M.co Leonardo Ventrella,il M.co Gio Antonio Panella,Giuseppe Riccio,,e Michele Sarcinella.
Nell'anno 1755 FU Sindaco il M.co Nr. Gio Vigilante e i suoi compagni eletti il M.co Michelangelo di Monte,il M.co Gio Batta Masella,il M.co Leonardo Ventrella e Mauro Falco.
Nell'anno 1756 fu Sindaco il M,.co NotaioGiuseppe Masella e i suoi compagni eletti il M.co Ludovico Panella,il M.co Pacale di Grazia,Francsco di Giuseppe d'errico e Pietro Panella.
Che in fede abbiamo fatto scrivere la presente per mano del nostro ordinario cancelliere firmata con le nostre rispettive mani e corroborata del solito universale suggello di questa Università d'Ischitella lì 9/2/1759 .
Michelangelo di Monte vicesindaco di detta Università.
Leonardo Ventrella eletto.
Io Mauro Falco eletto. Paolino Cancelliere

Giuseppe Laganella

Pubblicato in Cultura

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005