Mercoledì, 20 Giugno 2018 08:42

25 anni della Compagnia delle Opere a Foggia

Nel 2018 Compagnia delle Opere festeggia 25 anni di attività nella provincia di Foggia.

Tantissimi sono gli uomini e le donne, imprenditori, professionisti, manager e collaboratori che abbiamo incontrato in questi anni, sostenendoli nella loro attività quotidiana di costruzione di un bene per tutti.

Come all’origine ancora oggi Cdo promuove relazioni, incontri e strumenti che favoriscono l’apertura, la conoscenza e l’accompagnamento a scelte e decisioni fondate e consapevoli.

Vogliamo celebrare questo importante anniversario raccontando il tentativo di alcuni di quegli uomini con cui abbiamo fatto e stiamo facendo un pezzo di strada.

Lo faremo attraverso momenti di confronto, di scambio di esperienze  e di condivisione che ci accompagneranno nei prossimi mesi dell’anno.

La storia continua.

Pubblicato in Economia

Sono 11 gli articoli della proposta di legge regionale di iniziativa popolare su “Invecchiamento attivo e Buona Salute”. Stamattina, martedì 19 giugno, Cgil Cisl e Uil hanno presentato la raccolta firme che, entro novembre, ha l’obiettivo di portare in Consiglio regionale uno strumento normativo in favore degli anziani e delle famiglie pugliesi. “All’articolo 1, la legge che proponiamo sancisce che la Regione Puglia riconosce e valorizza il ruolo delle persone anziane”, ha spiegato Maurizio Carmeno, segretario generale Cgil Foggia. “Riconoscere e valorizzare il ruolo degli anziani”, ha continuato Carmeno, “significa attivare programmi e azioni concreti per restituire dignità al ruolo svolto oggi dalle donne e dagli uomini ultra 65enni”. “Oggi”, ha aggiunto Franco Persiano, segretario generale SPI Cgil Foggia, il meccanismo interno di solidarietà e sostegno morale ed economico poggiano in gran parte sulle spalle dei nostri anziani. La gestione dei bambini, l’affiancamento alle mamme e ai papà che lavorano e le cure a tanti over 65 anni sono il lavoro quotidiano di moltissimi anziani, soprattutto donne che assistono i loro compagni di vita e accudiscono i nipoti”, ha ricordato Persiano. Sono tante le persone in là con l’età che fanno funzionare le associazioni di volontariato, i centri sociali e le realtà associative. Se la legge sarà approvata, tra le altre cose, il 22 aprile sarà istituita la Giornata regionale dell’invecchiamento attivo intitolata al ricordo di Rita Levi Montalcini, in onore della scienziata Premio Nobel per la medicina.

IL DIRITTO ALLA SALUTE. L’aspettativa di vita dei nostri anziani, negli ultimi 20 anni, è andata aumentando. C’è un problema enorme, tuttavia, sulla qualità della vita degli over 65 anni. In che stato di salute psicofisica e in quali condizioni sociali ed economiche si arriva oltre la soglia della cosiddetta “terza età”? Il punto è proprio questo. La proposta di legge mette al centro la prevenzione, la cura e tutela della salute, l’uscita dalla “morte sociale” attraverso la formazione permanente, l’accesso facilitato e incentivato a eventi musicali, teatrali, cinematografici e artistici, la fruibilità e la vicinanza dei servizi sociosanitari, la necessità di favorire un ruolo attivo degli anziani in buona salute nelle attività di promozione e turismo sociale, sport, tempo libero, impegno civile.

IL LAVORO DEI PENSIONATI. In Italia, fonte Istat, vivono 11.500.000 di nonne e nonni. Una ricerca specifica sul valore del lavoro svolto dai nonni ha registrato un risultato sorprendente. Il lavoro dei nostri anziani vale 18,3 miliardi di euro all’anno, circa 1,2 punti del Pil, il Prodotto Interno Lordo. La stessa ricerca ha appurato che il lavoro di cura svolto dagli anziani verso i loro nipoti consente a 800.000 donne di andare a lavorare e di produrre una ricchezza pari al 2,4% del Pil, vale a dire 36,6 miliardi di euro.

A FOGGIA E IN CAPITANATA. Considerando le difficoltà vissute in provincia di Foggia, il valore delle mansioni svolte da nonne e nonni di Capitanata è certamente superiore alla media italiana. Basti pensare al numero degli asili nido comunali e al costo di quelli privati, certamente inadeguati a sostenere il fabbisogno delle famiglie, soprattutto quelle con mamma e papà costretti a barcamenarsi tra lavori precari che assorbono tempo ed energie. Senza l’impegno dei nonni, soprattutto per le giovani madri, spesso diventa proibitivo cercare un lavoro e tenerselo stretto.

I NUMERI DELLA PUGLIA. Circa 870mila over 65enni in Puglia, oltre 180mila in provincia di Foggia: un “esercito” pacifico, àncora di salvezza per migliaia di giovani famiglie, risorsa strategica inutilizzata e trattata come un problema invece di essere considerata una opportunità. Alla raccolta firme, che è già cominciata su tutto il territorio regionale, hanno aderito anche Auser, Anteas, Ada, Centro di Servizi al Volontariato San Nicola, Csvnet e Forum del Terzo Settore. La proposta di legge di iniziativa popolare intende favorire finalmente un cambio di prospettiva: gli anziani possono fare moltissimo per rivitalizzare quartieri e luoghi di aggregazione, bisogna dare loro l’opportunità di potersi rimettere in gioco. Per fare questo, occorre una legge che risponda complessivamente ai problemi e alle potenzialità del mondo della terza età.

Pubblicato in Politica

Il CRD Storia Capitanata ha festeggiato i suoi vent’anni di attività al servizio del territorio con una cena di gala, allietata dal coinvolgente complesso dei Buscaglia nella sontuosa cornice della Tenuta Cipriani. Circa 150 le persone che vi hanno preso parte. Ospiti il vice sindaco Francesco Sderlenga, l’assessore alla cultura Celeste Iacovino, Francesco Andretta, socio onorario, e Aldo Ligustro, presidente della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia.

Venti anni di intensa promozione culturale a beneficio della cittadinanza e delle scuole, che in numerosi casi ha coinvolto anche le comunità dei vicini centri urbani. Per l’occasione il CRD ha pubblicato un volume celebrativo dell’evento “20 anni al servizio del territorio 1998-2018” (edito da CDP Service), che chiunque, non solo i Soci, può ritirare presso la sede negli orari di apertura.

In venti anni il CRD ha organizzato, sempre rigidamente fedele ai suoi dettami statutari, complessivamente 190 manifestazioni tra convegni, mostre e conferenze (una media di 9,5 eventi ogni anno) di alto livello scientifico, alle quali hanno partecipato personaggi di rilievo nell’ambito culturale nazionale e non solo. Sarebbe troppo lungo citarli, ma basta cercare i loro nomi nell’opuscolo celebrativo. Il CRD ha pubblicato 17 volumi di storia del Mezzogiorno e della Capitanata e tenuto otto edizioni del Premio Capitanata per la ricerca storica, che ha una cadenza biennale. Ha restituito alla Città tre tasselli dell’immenso mosaico della storia, che tutti possono consultare: la cosiddetta “Lapide del terremoto”, presso l’Arco della neve; i nomi dei Caduti di San Severo nella Grande Guerra, di cui si era persa la memoria, scolpiti su quattro stele poste vicino al monumento e una lapide che la Società Operaia di Mutuo Soccorso di San Severo dedicò a Francesco De Sanctis, posto nell’atrio di Palazzo Celestini. Notevoli anche le escursioni culturali alla scoperta dell’arte e della storia.

Tutto ciò è stato possibile grazie al contributo della Fondazione Banca del Monte di Foggia (oggi Fondazione dei Monti Uniti di Foggia), del Ministero per i Beni Culturali e della Regione Puglia, al sostegno dei Soci e al patrocinio dell’Amministrazione Comunale, ma soprattutto alla passione e alla competenza di tutti coloro che in questi lunghi venti anni si sono alternati nel Consiglio Direttivo dell’Associazione. Il Consiglio Direttivo in carica (composto da Giuseppe Clemente, Antonio Carafa, Tullio De Carolis, Antonietta De Cristofaro, Corradino Niro, Dina Orsi, Camillo Antonio Rago, Marisa Sacco e Danila Scarlato), i Revisori dei Conti (Roberto Lanzone, Renato Fallucchi e Michele Biancardino) e il Collegio dei Probiviri (Nicola Curatolo, Felice Princigallo e Leonardo Giarnetta) ringraziano calorosamente tutti, augurandosi che siano sempre di sostegno alle attività del CENTRO di RICERCA e di DOCUMENTAZIONE per la STORIA della CAPITANATA.

Pubblicato in Cultura

 Circa 870mila over 65enni in Puglia, oltre 180mila in provincia di Foggia: un “esercito” pacifico, àncora di salvezza per migliaia di giovani famiglie, risorsa strategica inutilizzata e trattata come un problema invece di essere considerata una opportunità. Ecco perché Cgil Cisl e Uil, unitariamente, domattina, martedì 19 giugno 2018, presenteranno a Foggia la raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare su “Invecchiamento attivo e Buona Salute”. L’incontro con i giornalisti si terrà alle ore 11, nella Sala della Ruota di Palazzo Dogana. Alla conferenza stampa, oltre al presidente dell’Amministrazione Provinciale di Foggia, Francesco Miglio, prenderanno parte i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Foggia, rispettivamente Maurizio Carmeno, Emilio Di Conza e Gianni Rici, con i segretari delle federazioni dei pensionati dei sindacati confederali. Alla raccolta firme, che è già cominciata su tutto il territorio regionale, hanno aderito anche Auser, Anteas, Ada, Centro di Servizi al Volontariato San Nicola, Csvnet e Forum del Terzo Settore. Non solo pensioni e assistenza sanitaria, l’invecchiamento attivo permette agli anziani di uscire dalla solitudine, avere cura di se stessi facendo attività fisica, studiando, coltivando il tempo liberato a favore della collettività col volontariato sociale e culturale. La proposta di legge di iniziativa popolare intende favorire finalmente un cambio di prospettiva: gli anziani possono fare moltissimo per rivitalizzare quartieri e luoghi di aggregazione, bisogna dare loro l’opportunità di potersi rimettere in gioco. Per fare questo, occorre una legge che risponda complessivamente ai problemi e alle potenzialità del mondo della terza età.    

Pubblicato in Politica

Ecco finalmente raccolti nel volume Foggia segreta. Viaggio tra sette, logge massoniche ed angoli sconosciuti della città gli studi di Carmine de Leo, già oggetto di un’omonima conferenza tenuta da questo scrittore lo scorso anno. Le pagine di questo libro rappresentano un vero e proprio viaggio virtuale nella storia della nostra città, tra antiche sette carbonare, nel segreto di logge massoniche e alla scoperta di tanti angoli nascosti della vecchia Foggia. Il tour storico di Carmine de Leo, presidente dell’Associazione Amici del Museo Civico ed apprezzato autore di numerosi volumi sulla città di Foggia e le antiche magistrature Daune, inizia proprio dal Museo Civico. Infatti, è proprio presso il Museo Civico, negli ambienti del Lapidarium, che si conserva ancora un particolare manufatto litico di forma piramidale ricco di simbologie massoniche e già facente parte con altri tre simili del complesso monumentale dedicato all’illustre medico foggiano Vincenzo Lanza, ora posizionato presso i giardini pubblici di Foggia. Il viaggio virtuale continuerà con la proiezione di immagini e cartine dei luoghi citati nel volume ove si riunivano le diverse sette carbonare e le logge massoniche che, nel segreto di vecchi palazzi gentilizi, animarono il Risorgimento a Foggia. Strade, edifici, iscrizioni e piccoli manufatti che, con il conforto di tanti rari documenti, quasi tutti inediti, oggi conservati soprattutto presso il fondo della gendarmeria borbonica dell’Archivio di Stato di Foggia, presso il fondo delle Giunte di Stato ed altri settori dell’Archivio di Stato di Napoli e presso l’Archivio Segreto Vaticano di Roma, ci fanno conoscere storie inedite e singolari del nostro passato e tanti personaggi protagonisti delle vicende del nostro risorgimento, ma anche molti angoli sconosciuti della vecchia Foggia. Il tempo passa, ma i segreti restano e come scrisse Gabriel Garcia Marquez: “Tutti gli esseri umani hanno tre vite: pubblica, privata e segreta”. Il volume, pubblicato dall’Associazioni Amici del Museo Civico e dal Club Unesco di Foggia sarà presentato Giovedì 21 giugno alle ore 18,00 presso la sala Mazza del Museo Civico di Foggia dal giornalista Micky de Finis, parteciperà all’evento anche l’Archivio di Stato di Foggia.

Pubblicato in Cultura

L’undicesima edizione del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa fa tappa a Foggia, lunedì 18 giugno. I lavori si svolgeranno in Camera di Commercio, a partire dalle ore 11.

L’iniziativa, organizzata da Unioncamere insieme ai Comitati per l’imprenditorialità femminile delle Camere di commercio, rappresenta l’occasione per informare, formare e sensibilizzare imprenditrici e aspiranti tali intorno alle esigenze specifiche delle imprese guidate da donne e alla concrete opportunità offerte dal “mettersi in proprio”.

L’evento di Foggia si caratterizza per una proposta operativa che prenderà le mosse da un confronto sul turismo, interessando tutti i soggetti che gravitano attorno all’industria turistica.

La giornata di lavori è costruita affidando a 4 tavoli tematici, coordinati da altrettanti facilitatori esperti, un’analisi finalizzata ad elaborare proposte innovative e iniziative di valorizzazione, utili a definire “prodotti turistici” secondo i tematismi individuati.

Tavoli che saranno caratterizzati, oltre che dalla declinazione tematica sui temi caldi - slow tourism, turismo culturale, food tourism e turismo digitale - soprattutto dal confronto con tutti i soggetti pubblici e privati complessivamente interessati all'industria turistica, anche attraverso il supporto metodologico degli esperti.

L’esperienza dovrà concludersi con la redazione di linee guida utili alla costruzione di un documento condiviso che possa far emergere sì le potenzialità del territorio, della sua fruizione, ampliando l'offerta rispetto al suo vastissimo potenziale, ma anche le criticità, per riuscire ad avviare un percorso virtuoso capace di colmare alcuni deficit di competitività che ad oggi ancora permangono.

Un lavoro di sintesi importante, fortemente voluto dal Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Foggia, che sottolinea l’impegno assiduo di tale componente imprenditoriale, capace di individuare bisogni reali e necessità emergenti per condividere momenti di riflessione utili a generare risposte e proposte.

Abbiamo voluto sperimentare un modello di sviluppo innovativo animando la partecipazione dal basso - dice Daniela Eronia, Presidente del CIF della Camera di Commercio di Foggia - proponendo una giornata di confronto tra chi ogni giorno investe risorse ed energie per contribuire allo sviluppo concreto del turismo, capace di coniugare tutti i settori strategici dell’economia della nostra provincia. Settore in cui i numeri che riguardano l’impegno imprenditoriale femminile, ci rendono orgogliose.”

“E' significativo che il CIF di Foggia abbia deciso di caratterizzare la sua giornata di lavori sul turismo” - afferma Fabio Porreca, presidente della CCIAA di Foggia e vicepresidente nazionale di Unioncamere. “Le osservazioni finali che ne scaturiranno potranno certamente essere una traccia utile anche per integrare in modo adeguato nelle politiche regionali di settore il tema della valorizzazione responsabile del patrimonio territoriale, ambientale e culturale della nostra provincia.”

Pubblicato in Economia

15 matricole del corso di laurea in Scienze e tecnologie biomolecolari dell’ateneo di Foggia si recheranno in l’Inghilterra, a Canterbury, dove frequenteranno - gratuitamente - una delle più prestigiose summer school in materia. I 15 selezionati, tutti dal curriculum eccellente, studieranno con il prof. Darren Griffin, scienziato e genetista tra i più apprezzati al mondo. Due le materie di studio, “Biologia molecolare” e “Tecniche di fecondazione assistita”, in una full immersion di due settimane in uno dei campus più attrezzati per le Bioscienze.


QUESTE LE 15 MATRICOLE:

Miriam Pia Penza, Oriana Di Domenico, Mirko Tamma, Irene Catalano, Michela Rosiello, Chiara Di Iorio, Myriam Magnatta, Iman El Ouardi, Adele Pia Biasco, Nicola Curci, Francesca De Vita, Christian Famiglietti, Andrea Guastamacchio, Maria Incoronata Trecca e Paolina Di Biase.“

Pubblicato in Società

Il tema è stato affrontato nella riunione svoltasi in Prefettura alla presenza dei rappresentanti della provincia e del Comune di Foggia, della forze di polizia, dell'Anas e dei comandi della polizia locale di Apricena, Cerignola, Foggia, Lesina, Orta Nova, Poggio Imperiale, San Giovanni Rotondo, Troia e Stornara. Nel corso dell'incontro è stato illustrato l'esito del monitoraggio degli incidenti stradali verificatisi in Capitanata dal 1 gennaio 2011 al 25 maggio 2018. Il Prefetto Mariani ha quindi provveduto ad emanare apposito decreto per l'aggiornamento delle strade (alcuni tratti delle Statali 16, 17, 89, 665, 673 e delle provinciali 141 e 115) su cui gli organi di polizia stradale possono utilizzare o installare dispositivi o mezzi tecnici anche automatici di controllo del traffico, finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni alle norme di comportamento di cui agli articoli 142 e 148 della strada.

Pubblicato in Società

Non vedremo gli aerei della Protezione Civile, non almeno per questa estate. Ma ciò non impedirà a Regione e Aeroporti di Puglia di andare avanti con il progetto di allungamento della pista. Il percorso si dipanerà dopo il 26 giugno quando la Conferenza di servizi rilascerà l’ok ai lavori.

Pubblicato in Economia

Eccezion fatta per San Nicandro Garganico, l'unico comune della provincia di Foggia con popolazione superiore ai 15 mila abitanti, dove per conoscere il nuovo sindaco c'è bisogno di aspettare al 24 giugno quando è previsto il ballottaggio tra il candidato del centrodestra, Costantino Ciavarella e quello di centrosinistra, Mario D'Ambrosio. Bocciato l'uscente Gualano. Tutto deciso, invece, negli altri nove centri della Capitanata chiamati a rinnovare i consigli comunali. Urne aperte ieri in 5 comuni dei Monti dauni: ad Anzano di Puglia è stato confermato Paolo Lavanga della civica "Per Anzano", conferma anche per i sindaci uscenti di Pietramontecorvino, Raimondo Giallella e di San Marco la Catola, Paolo De Martinis. Nuovi sindaci a Bovino dove è stato eletto il civico Enzo Nunno e a faeto dove ha trionfato Michele Pavia. Al voto anche tre comuni del Gargano: detto di San Nicandro, altre due conferme arrivano da Peschici dove Franco Tavaglione ha vinto su Memo Afferrante di soli 13 voti, e da Vico dove ha prevalso Michele Sementino. Infine i nuovi sindaci di Carapelle e San Paolo di Civitate: Roberto Di Michele nella località dei 5 Reali Siti, e Francesco Marino nel centro dell'Alto Tavoliere.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 42

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005