Articoli filtrati per data: Mercoledì, 10 Gennaio 2018 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

La delegazione Puglia Nord della  SCISAR - Scuola Cinofila Italiana Soccorso Acquatico e Ricerca - organizzazione operativa su tutto il territorio nazionale, terrà una riunione informativa presso la sede dello Stadio “Riccardo Spina” di Vieste al fine di presentare il corso per il conseguimento del brevetto operativo di Unità Cinofila di Salvataggio,che ufficialmente patirà dalla domenica successiva.

Il corso per il conseguimento del brevetto operativo da unità cinofila da salvataggio Scisar prevede un percorso della durata media di circa un anno e si sviluppa in due fasi: la prima parte del corso comprende l’addestramento a terra, la condotta anche senza guinzaglio, l’educazione, la socializzazione con altri cani, il controllo del cane in qualsiasi contesto ovvero anche in ambienti carichi di distrazioni, il gioco ed altro. La seconda parte comprende invece l’insegnamento delle tecniche di intervento in acqua previste per l’ottenimento del brevetto di salvataggio SCISAR, riconosciuto dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, valido su tutto il territorio nazionale.

Come spiega Leonardo Pagano, Istruttore della Sezione SCISAR Puglia Nord, “per poter conseguire il brevetto operativo di unità cinofila, il conduttore deve essere in possesso del brevetto da bagnino o assistente bagnanti, così come disposto dalle ordinanze del Comando Generale delle Capitanerie di Porto. In assenza della qualifica di bagnino di salvataggio da parte del conduttore, il binomio si potrà quindi cimentare unicamente in attività amatoriali. I cani-bagnino rappresentano 11un ausilio altamente valido per le attività di soccorso in ambiente acquatico poiché permettono al soccorritore  – quindi al loro conduttore – di portare a termine attività di salvataggio che egli da solo non potrebbe mai compiere. Le razze maggiormente impiegate nelle attività di soccorso acquatico, sono: Terranova, Golden Retriever e Labrador ma posso essere ammessi cani di tutte le razze purché il loro peso sia superiore a 25 kg”. Inoltre, “i cani devono possedere una buona propensione all’acqua, essere in buone condizioni fisiche, in regola con le vaccinazioni, non devono mostrare aggressività verso l’uomo e verso i simili, essere registrati all’anagrafe canina e provvisti di un’assicurazione verso terzi”.
Nell’addestramento in acqua cane e conduttore mettono a frutto la stretta relazione costruita nella prima fase dell’addestramento per lavorare in acqua in assoluta sintonia e sicurezza, apprendendo tecniche che vanno dal semplice nuoto con il cane, all’invio sulla richiesta di aiuto, al trasporto a riva di più persone contemporaneamente, all’intervento su lunga distanza, fino alle tecniche di salvataggio imbarcati su mezzi di soccorso. Infine è previsto un modulo volto alla conoscenza di nozioni relative al Primo Soccorso del cane, utile sia per le attività specifiche che si andranno ad affrontare sia nella vita di tutti i giorni.
Le future Unità Cinofile Operative SCISAR brevettate entreranno quindi nella squadra che in regime di volontariato opera nei settori riguardanti la cinofilia finalizzata al soccorso che va dal semplice pattugliamento delle spiagge (pubbliche o private), all’assistenza in gare di nuoto o regate e, a seguito di specializzazione, a fianco dei militari della Guardia Costiera nell’ambito del soccorso in mare.  
Per maggiori informazioni o per confermare la propria partecipazione alla presentazione del corso, è possibile contattare la Delegazione Puglia Nord della SCISAR  attraverso l’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure al numero 329/6822267

Pubblicato in Società

La V commissione consiliare ha approvato oggi a maggioranza il disegno di legge sul "Tributo speciale per il deposito in discarica e in impianti di incenerimento senza recupero dei rifiuti solidi".

"Siamo estremamente soddisfatti - dichiara l'Assessore alla Qualità dell'Ambiente Filippo Caracciolo – per l’approvazione del Disegno di Legge nel suo complesso ed in particolare per gli emendamenti per i quali mi sono speso in prima persona, con il supporto della struttura tecnica della Regione, al fine di premiare ulteriormente le comunità pugliesi che si dimostreranno in grado di avviare o proseguire un percorso virtuoso, investendo su sistemi innovativi ed efficaci di raccolta differenziata, e quei Comuni che ospitano discariche o impianti privi di recupero di energia".

"Grazie agli emendamenti presentati oggi - commenta Filippo Caracciolo - si recepisce quanto determinato dalla legge finanziaria 2018, destinando una quota del gettito del tributo ai Comuni sui cui territori insistono impianti di discarica e di incenerimento, estendendo peraltro le finalità di utilizzo delle risorse da parte dei Comuni e definendo i criteri di ripartizione tra gli stessi. In questo modo sarà possibile compensare i disagi per i territori derivanti per la presenza di tali impianti”.

"Inoltre - conclude l’assessore alla Qualità dell’Ambiente Filippo Caracciolo - è stata approvata una disciplina transitoria che permetterà di confermare a tutti i Comuni che prevedono di conseguire nei mesi di settembre, ottobre e novembre 2018 determinati incrementi medi di raccolta differenziata in termini percentuali rispetto ai dati validati del periodo che va da settembre 2016 ad agosto 2017, l'applicazione dell'aliquota validata per il 2013. Grazie a tale norma, ci proponiamo di incentivare concretamente interventi strutturali sul servizio di raccolta dei rifiuti da parte dei Comuni, per incrementare le percentuali di raccolta differenziata e puntare a obiettivi sempre più ambiziosi”.

Pubblicato in Ambiente

Il sindaco di Cagnano Varano replica alle accuse di irregolarità nella scelta del nuovo tecnico comunale mosse dalla sezione locale dell’UDC. Riceviamo e pubblichiamo.

“Se l’Amministrazione non finisce mai di stupire, come scrive la sezione cagnanese dell’UDC, la consistenza delle loro accuse è pari a zero.” Lapidario il commento del sindaco Claudio Costanzucci Paolino alle accuse di presunte irregolarità mosse dal partito di opposizione per la scelta del nuovo tecnico comunale.
“L’UDC parla di pasticcio, ma evidentemente la confusione la stanno facendo loro - continua il sindaco della cittadina garganica - perché non si tratta di un concorso pubblico ma di un avviso pubblico, in pieno rispetto dell'art. 11o del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, N. 267 Testo Unico delle Leggi sull’ordinamento degli Enti Locali. In secondo luogo ci si vuole appigliare a presunte irregolarità sulla verifica dei requisiti che tra l’altro è un compito che è stato svolto dalla Commissione e non dall'Amministrazione comunale.
Infatti, se all’avviso pubblico con criteri specifici di selezione hanno risposto in 14, dalla Commissione sono stati selezionati 3 candidati per il colloquio orale (di cui uno non si è presentato), da cui poi è scaturita la scelta. Completata la selezione, la Commissione ha comunicato al sindaco i nominativi dei due tecnici idonei. Solo dopo il sindaco ha proceduto alla nomina. Tutto nel pieno rispetto delle leggi. I presunti errori a cui fa riferimento la nota dell'UDC di Cagnano sono inesistenti, perché la Commissione mi ha confermato che entrambi i tecnici avevano i requisiti previsti dal bando per essere nominati. È scorretto oltre che falso affermare che uno dei tecnici (forse quello meno gradito all'opposizione?) non abbia i requisiti per ricoprire questo incarico. L'ing. Di Lella è un professionista con tanti anni di esperienza (anche presso altri Comuni) e in piena attività.
Per la Commissione ci sono tutti i requisiti richiesti e in particolare ha l’esperienza sufficiente in posizione identica presso altri Enti pubblici. Quanto alla presunta incompatibilità, il tecnico, prima di essere assunto ha lasciato gli altri incarichi che ricopriva.
È un diritto del candidato non scelto presentare reclami, ma non si può dire la stessa cosa per il rilancio dello stesso da parte dell’Udc di Cagnano, che pur di sopperire alla mancanza di un’opposizione vera e seria preferisce cimentarsi in invettive strumentali e prive di senso nei confronti dell’Amministrazione
D'altronde, negli anni questa minoranza è stata capace solo di usare la macchina del fango, per provare a delegittimare chi amministra onestamente e nel rispetto delle leggi. Ma anche questa volta non ci riusciranno.”

Pubblicato in Politica
Mercoledì, 10 Gennaio 2018 15:01

Un vichese nell’Olimpo delle Arti Marziali.

Una bella storia del 2018. Una bella storia di successi sportivi. La bella storia di un giovane vichese salito agli onori del Campionato Mondiale nelle difficili arti del combattimento marziale.
Vincenzo Fontana, classe 1980, figlio di Porzia Trombetta e Francesco Fontana, Maestro di Karate 6° Dan.
I primi passi li muove seguendo il padre nelle palestre delle scuole elementari del paese. La sua prima vittoria, sbaragliando un folto stuolo di ragazzi, a 5 anni. A dodici anni diventa la più giovane cintura nera. Frequenta il Liceo Classico “ Virgilio Marone “ di Vico del Gargano e con la maturità in tasca parte per Firenze e si scrive a Scienze Infermieristiche. Qui incontra L. Capace, maestro di Arti da Combattimento e partecipa ai Campionati Universitari di Pisa piazzandosi al 5° posto. Nel 2012 entra nella Federazione T.W, K, A. Inizia un lungo ed entusiasmante rosario di successi, passando di vittoria in vittoria fino alla conquista del Campionato del Mondo Unificati 2917. I Campionati del Mondo Unificati sono senza dubbio il più grande, unico e leggendario evento in tutta la storia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento. L’ultima edizione, svoltasi dal 26 al 29 Ottobre scorso a Carrara ha coinvolto oltre 28 Federazioni mondiali con più di 5.000 atleti partecipanti, provenienti da oltre 107 Paesi differenti. Vincere questi Mondiali significa aver raggiunto il più alto livello agonistico, ma, allo stesso tempo, partecipare significa superare i propri limiti e le proprie paure, a prescindere dal risultato. Il titolo di Campione del Mondo Unificato, riconosciuto da oltre 28 Federazioni Internazionali, è motivo di orgoglio per Vico del Gargano e per la famiglia Fontana. Incoraggiato dal padre Francesco, suo Maestro e dalla moglie Erjona suo Allenatore, ha deciso di tentare anche l’anno scorso la sorte ai Mondiali, conquistando 6 titoli Mondiali in Varie specialità del Karate, ottenendo così oltre al titolo di Campione del Mondo di Karate WTKA 2017, anche il pieno appoggio da parte della Federazione WTKA ad intraprendere in Germania, dove vive, lavora e cresce suo figlio Enrico, il percorso tanto sognato di Maestro di Karate, anche se, a detta del nostro campione Vincenzo, prima di attribuirsi tale titolo dovranno passare ancora tanti anni. Ma questo è un altro racconto che scriveremo presto.

Michele Angelicchio

Pubblicato in Sport

Diplomati magistrali fuori dalle graduatorie, si parte dalla Puglia. "Malgrado le rassicurazioni giunte dal Ministero dell'istruzione - denuncia il sindacato Anief- dall'Ambito territoriale di Lecce giungono disposizioni negative sui nuovi contratti a tempo determinato da stipulare sino alla fine dell'anno scolastico". Niente convocazione, dunque, per chi è stato inserito con riserva nelle graduatorie a esaurimento.

La protesta di decine di maestre della scuola primaria e dell'infanzia è arrivata a Bari lunedì 8 gennaio, con un sit-in davanti alla sede dell'Ufficio scolastico regionale. Le insegnanti si sono mobilitate contro la decisione del Consiglio di Stato di negare ai maestri precari con diploma magistrale conseguito fino al 2001/02 di essere presenti nelle Gae, come invece era stato stabilito da un'altra sentenza qualche anno fa. Nel frattempo i vecchi diplomati magistrali hanno conquistato supplenze, qualcuno anche il ruolo: secondo le stime dei sindacati si tratterebbe di 3mila precari in Puglia. All'indomani della protesta, l'Ufficio scolastico di Lecce ha diffuso una nota indirizzata ai dirigenti scolastici, in merito alla convocazione dei maestri precari dell'infanzia che dovranno sottoscrivere un contratto di supplenza sino al prossimo 30 giugno.

"Si fa presente che per gli aspiranti inseriti in Gae con riserva non si procedera? alla sottoscrizione di proposta di contratto, in ragione della decisione assunta in adunanza plenaria del Consiglio di Stato -sottolinea Marcello Pacifico dell'Anief- Sta accadendo l'esatto contrario di quello che l'amministrazione ha detto, ovvero che fino all'udienza di merito della vicenda giudiziaria nulla sarebbe cambiato".

Pubblicato in Società

I Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 39enne del luogo che ha aggredito la moglie. L’accusa è di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Sembra che la donna da tempo subisse prevaricazioni dal marito, preferendo tacere per non compromettere il matrimonio, ma soprattutto nel timore di ritorsioni. Dal racconto della vittima è così emersa una situazione conflittuale che andava avanti da mesi, caratterizzata da reiterate aggressioni fisiche e minacce, anche in presenza dei figli minori. Al termine delle formalità di rito l’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Foggia, mentre la donna per l’aggressione subita ha riportato lesioni giudicate guaribili in cinque giorni.

Pubblicato in Cronaca

A Vico del Gargano la piazza virtuale ha ora un indirizzo reale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Si tratta di una iniziativa della sezione UdC di Vico del Gargano ma che non è preclusa alla partecipazione di quanti, pur non iscritti al partito, vogliono dare il loro contributo per formulare proposte, inviare progetti, stimolare riflessioni che potrebbero trovare spazio nel programma amministrativo che sosterrà la candidatura a sindaco di Raffaella Savastano.
«Oggi il web è il luogo dell’incontro, spesso dello sproloquio, ma non mancano interessanti spunti e condivisibili riflessioni. Per questo siamo scesi in piazza, sia pure per ora quella del web e dei social network. Abbiamo deciso di aprirci al contributo di quanti vogliono dire la propria sulle cose da fare per rilanciare Vico del Gargano e dimenticare in fretta una parentesi amministrativa che non ha saputo dialogare con i cittadini, chiudendosi nelle stanze del Comune e marcando le distanze con il popolo vichese. Il Comune non è un castello circondato da fossato e con il ponte levatoio. Chi governa deve avere un colloquio costante con i cittadini», sostiene Luigi Palmieri, responsabile cittadino dell’UdC.
L’iniziativa dell’UdC si basa su un principio fondamentale di ogni democrazia: aumentare le occasioni di partecipazione attiva dei cittadini. L’idea è quella di vincere il torpore e l’indifferenza per non lasciare ancora campo libero agli accordi tra partiti o tra i soliti noti della politica vichese. L’idea, insomma, è quella di esaltare un concetto primario per una città che vuole ritrovarsi ad essere comunità: ridare la città ai cittadini.
«Il cittadino svolge un ruolo attivo solo nel momento del voto, espresso il quale smette d’interessarsi delle vicende della propria città, trasformandosi da protagonista a commentatore delle azioni degli amministratori. Noi vogliamo provare a invertire questa tendenza. Diciamo ai vichesi: ritornate ad essere protagonisti nella vostra città, delegate pure la vostra fiducia, ma fate in modo che non venga deturpata da una cattiva amministrazione. In questo senso l’UdC si impegna a garantire un costante colloquio con tutti i vichesi e rendere programmatiche e operative le proposte più significative che arriveranno in mail», conclude Palmieri.

Pubblicato in Politica

“Dopo la conferma del volo di linea Bari Mosca, arriva un nuovo collegamento internazionale dall'aeroporto Karol Wojtyla di Bari Palese, quello per Vienna; lo scalo della capitale austriaca sarà raggiungibile a partire dal prossimo giugno sulle ali di Wizz Air. La Puglia è quindi sempre più collegata con le capitali europee che rappresentano un bacino importante per il turismo e che sono anche hub per altre destinazioni internazionali di lungo raggio. Una delle tappe del Buy Puglia Tour nel 2017 è stata proprio Vienna: al Museumsquartier , seconda tappa del roadshow nelle città europee. E adesso Vienna sarà collegata con voli diretti con quattro collegamenti settimanali.
L’Austria ad oggi rappresenta il 3,8 del mercato estero in Puglia ma mostra un trend di crescita dal 2010 del +44% e una permanenza media di 4,7 notti. Vieste, Ostuni e Fasano accolgono più del 50% dei pernottamenti dall’Austria in Puglia. Tra le altre località pugliesi maggiormente visitate anche Peschici, Ugento, Carovigno, San Giovanni Rotondo, Otranto e Gallipoli. Il turismo balneare domina nella scelta della tipologia di vacanza del viaggiatore austriaco, e quindi la Puglia ha le sue carte da giocare. La Puglia rappresenta una regione capace di coniugare mare, attività ed eventi sportivi (golf, equitazione, orienteering, sport acquatici, trekking etc.) e una vasta gamma di itinerari artistici e culturali disseminati sul territorio, in grado di offrire un ventaglio di proposte che spaziano dall’enogastronomico, al wellness, all’escursionismo. Il nuovo volo rappresenta sicuramente un volano per il flusso turistico in Puglia dall’Austria, in particolare per i turisti senior e i cosiddetti “empty nester”, genitori rimasti soli che si dedicano molto ai viaggi e ai quali la Puglia deve attrezzarsi a offrire mare, città d’arte, garantendo la sicurezza, efficienza nei servizi ed un giusto rapporto qualità/prezzo”.

Pubblicato in Turismo
Mercoledì, 10 Gennaio 2018 09:42

Vico/ Pug forse ci siamo

Si è aperta lo scorso lunedì la conferenza dei servizi per il Pug (Piano Urbanistico Generale) di Vico del Gargano. Fino al 7 febbraio prossimo si potranno acquisire i pareri sul nuovo strumento urbanistico del Comune garganico. E’ un risultato che Vico attende da tempo. Il Piano fu presentato nel marzo del 2011 dall’allora sindaco Luigi Damiani. Il sindaco Sementino non si sbilancia, ma mostra ottimismo: “dopo l’esperienza degli ultimi anni c’è stata un’apertura anche perché nel frattempo il Piano è cambiato. Ancora trenta giorni di tempo, entro i quali tutti gli enti preposti a dare i loro pareri sono tenuti a decidere.

Pubblicato in Ambiente

Maggior presenza delle Forze dell’Ordine, un incremento degli agenti della Polizia Municipale e un sistema di videosorveglianza più adatto alle esigenze investigative dei carabinieri.
È la sintesi dell’incontro tenutosi, ieri mattina alle 12.30, nella Prefettura di Foggia, tra il sindaco di San Marco in Lamis Michele Merla, il prefetto di Foggia, Massimo Mariani, i rappresentati delle forze di Polizia, dopo i fatti di cronaca registrati nel centro garganico: atti intimidatori contro il vicesindaco Angelo Ianzano e rapina a mano armata nella sala giochi “Intralot in Corso Roma.
I componenti del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica hanno voluto ascoltare anche Ianzano, che avrebbe confermato di non aver ricevuto minacce. Lo stesso vicesindaco che, attraverso il suo profilo social, ha annunciato la volontà di restare al suo posto dopo aver, per qualche ora, pensato alle dimissioni. Intanto il sindaco di S. Nicandro garganico organizza per domani sera una marcia per la legalità che unisca istituzioni e commercianti, per dire no alla criminalità.

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

OLMO generico

Reporter della tua città

09 Gennaio 2018 - 09:56:21

Reporter della Tua Città/ Occhio alle etichette sui prodotti alimentari.

Egregia redazione chiedo solo due secondi e se è possibile pubblicare queste due riga.L’appello-avviso riguarda la vendita di prodotti di generi alimentari scaduti in alcuni…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Piazza Kennedy (Presso Ufficio Informazioni Turistiche) - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 708806 (ufficio IAT) - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005