Articoli filtrati per data: Venerdì, 11 Agosto 2017 - Ondaradio - Tra le vie della città Gargano

“Investire sul nostro capitale umano. Continuare a dare forza alle competenze dei pugliesi e, in particolar modo, sostenere gli sforzi dei giovani che intendano intraprendere un percorso formativo post-universitario, per rafforzare il proprio profilo culturale e professionale: è questo l’obiettivo che perseguiamo da tempo. Lo abbiamo fatto con Pass Imprese, la misura che eroga incentivi economici individuali per finanziare le attività formative di imprenditori e lavoratori e proseguiamo oggi con Pass Laureati, il progetto che consentirà di riconoscere ai neolaureati incentivi per la formazione post-universitaria, in coerenza con la Strategia “Europa 2020” e con gli obiettivi della smart specialization strategy della Regione Puglia” – commenta così l’Assessore con delega al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione della Regione Puglia Sebastiano Leo l’uscita dell’avviso “Pass Laureati”, il tanto atteso strumento a sostegno del diritto all’alta formazione.
“Intendiamo promuovere i progetti individuali di ciascun giovane meritevole, attraverso l’erogazione di risorse a rimborso totale o parziale delle spese di iscrizione per la frequenza di Master Universitari in Italia e all’estero. – prosegue Sebastiano Leo - Ritengo essenziale per una regione come la nostra, che si propone di essere la locomotiva del Meridione, sostenere tanto finanziariamente quanto tecnicamente l’acquisizione di ulteriori e più elevate competenze in un segmento già altamente scolarizzato della gioventù pugliese, che merita di vedere tutelato e valorizzato il suo diritto all’alta formazione. Con questa misura, infatti, promuoveremo l’accesso ai master post-lauream di I o II livello promossi dalle università italiane e straniere, pubbliche e private, riconosciute dall’ordinamento nazionale, ma anche ai percorsi post lauream accreditati ASFOR o EQUIS o AACSB o riconosciuti da Association of MBAS (AMBA) degli istituti di formazione avanzata tanto privati quanto pubblici. Un investimento in alta formazione pari a 10 milioni di euro, che ci aspettiamo consenta ai nostri ragazzi di mettere in circolo le proprie energie, rafforzando le competenze di ciascuno secondo le proprie inclinazioni, avendo l’opportunità di perseguire i propri obiettivi contando sul supporto economico della Regione Puglia. Le risorse destinate ai nostri laureati daranno ulteriore valore al percorso formativo e umano di ognuno, con l’auspicio che ciascuno possa in seguito reinvestire le competenze acquisite sul nostro territorio, per promuovere una crescita e uno sviluppo del sistema sociale ed economico della Puglia sempre più consapevole e di qualità.

Pubblicato in Società

L’equipaggio del battello A74 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste ha intercettato presso la baia di “Vignanotica” un’imbarcazione che pescava con rete a strascico ad una distanza di circa 400 metri dalla costa, in violazione, tra l’altro, del vigente periodo di fermo tecnico della pesca iniziato lo scorso 31 luglio.
Alla vista del mezzo nautico della Guardia Costiera, i quattro componenti dell’unità - risultati essere tutti di Manfredonia - hanno cercato invano di dissimulare la loro attività illecita abbandonando sul fondale la rete da pesca e gettando in mare il pescato presente a bordo, non immaginando tuttavia di essere in quel momento videoripresi.
Risultati privi di documenti al seguito, suddetto natante è stato scortato sino al porto di Manfredonia, dove si è proceduto alla loro identificazione con la collaborazione del personale della locale Capitaneria di Porto.
Per tale irresponsabile condotta, il proprietario dell’imbarcazione è stato sanzionato per aver pescato in zone e tempi vietati, per aver utilizzato attrezzi da pesca non consentiti (in quanto il suo battello è risultato privo di licenza di pesca), nonché per aver occultato elementi di prova, per un totale di 12.000,00 € di multa.

IL COMANDANTE
T.V. (CP) FRANCESCO MARIA RICCI

Pubblicato in Cronaca

Piromani nuovamente in azione sul Gargano, complice il forte vento di libeccio che facilita il propagarsi delle fiamme. Questa volta è la città di San Giovanni Rotondo ad essere interessata da ben tre distinti incendi, il più pericoloso in località Clarisse a poche centinaia di metri dal Centro per anziani Gli Angeli di Padre Pio e da Casa Sollievo della Sofferenza. Per precauzione le operatrici del centro a causa del fumo denso hanno trasferito gli anziani ospiti dai piani alti a quelli inferiori. Paura anche per il fuoco che sta raggiungendo alcune abitazioni e i parcheggi in zona ospedale. Pare che già alcune auto siano state coinvolteSul posto stanno già operando i volontari della Protezione civile, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri Forestali. In arrivo anche un canadair. Si teme che il fuoco possa raggiungere le strutture sanitarie e ricettive della zona.
Contemporaneamente altri due roghi sono stati appiccati sempre in agro di San Giovanni Rotondo sulla strada per Monte Sant'Angelo: il primo all'altezza di un'altra comunità per anziani, l'Oasi, l'altro nei pressi dell'ex albergo Agropolis in località Pantano.

 

Pubblicato in Ambiente

E' stato ammazzato con due fucilate alla nuca il boss di Monte Sant'Angelo Mario Luciano Romito. E' quanto è emerso dalle autopsie eseguite presso l'istituto di medicina legale di Foggia delle quattro vittime dell'agguato di tre giorni fa a San Marco in Lamis. La stessa sorte è toccata al cognato di Romito, Matteo de Palma, che era l'autista del boss: anche lui è stato ucciso con un colpo di fucile alla nuca. I due fratelli contadini, uccisi perchè testimoni involontari del duplice omicidio, sono stati giustiziati con colpi sparati a distanza ravvicinata. I fratelli - è emerso dalle autopsie - sono stati ammazzati dai killer con colpi sparati con il fucile d'assalto AK 47 Kalashnikov: Aurelio Luciani che aveva tentato di fuggire uscendo dall'auto, è stato raggiunto da due colpi al fianco e uno al gluteo; il fratello Luigi è stato ucciso con due colpi alla testa e uno alla nuca.

Pubblicato in Cronaca

Anche ad agosto la convenienza del Bolle di Sapone è sempre con te.

Al Bolle di Sapone trovi tantissime offerte tutti i giorni anche ad agosto per la tua voglia di estate e di convenienza.

Bolle di Sapone è il più grande, fornito e competitivo store di Igiene Casa&Persona presente a Vieste.

Bolle di Sapone è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza legata alla pulizia della casa, al lavaggio dei tessuti, alla profumazione degli ambienti, all'igiene della persona.
All'avanguardia rispetto al mercato locale, Bolle di Sapone propone la più grande varietà di prodotti, competenza e convenienza in un ambiente moderno ed accogliente.

Tutto il make-up, i profumi, le mode di tendenza e un universo ricco di femminilità presente nel reparto Profumeria.

Nel nuovo reparto Intimo&Moda sono disponibili le nuove maximaglie e pigiama Jadea oltre a leggings, coordinati, costumi mare per lei&lui, slip o calze per la donna, l'uomo e il bambino.

Il meglio anche per la casa, tutta la freschezza e l'igiene per chi ama circondarsi di pulito. Un'ampia gamma di prodotti a disposizione, le migliori marche e le ultime novità sempre in anteprima e offerte sempre al massimo della convenienza.

E per l'infanzia vi aspetta il nuovo Bolle di Bimbo, il primo negozio per bambini a Vieste dove trovare omogeneizzati, pannolini, biberon, tutine&pagliaccetti, intimo, protezioni solari, cosmetica, giochi mare, passeggini...e in anteprima i nuovi grembiuli per l'asilo e la scuola.

Bolle di Sapone è a Vieste in via D'Azeglio, 1 ed è aperto tutti i giorni della settimana con orario continuato dalle 8.00 alle 20.30.

Il viso è una tela dove poter creare un dipinto. Da Bolle di Sapone trovi i tuoi colori.

Pubblicato in Avvisi

Si avvisa che con deliberazione del 02.08.2017, la Giunta regionale ha approvato i criteri e le modalità per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per l’a.s. 2017/2018, unitamente al modello per la richiesta dei contributi.
A tal proposito, si porta a conoscenza che gli interessati, entro e non oltre il 30 settembre 2017, dovranno produrre, con il modello, apposita istanza da presentare alla scuola di appartenenza dello studente, unitamente a copia del modello ISEE (Situazione Economica Equivalente), relativo ai redditi 2016 (scadenza 15.01.2018), la cui soglia non potrà essere superiore ad € 10.632,94.
Si evidenzia che in sede di approvazione del modello per la richiesta dei contributi, la Giunta regionale ha apportato una importante integrazione. Alla domanda, infatti, dovrà essere allegata, pena esclusione dal beneficio, la documentazione fiscale a supporto della spesa sostenuta per l’acquisto dei libri di testo (fattura, scontrino fiscale).

Per qualsiasi informazione, è possibile contattare l’ufficio P.I. del Comune di Vieste (tel. 0884/712235), oppure la segreteria scolastica di riferimento.
I moduli sono scaricabili dal sito del Comune di Vieste

Pubblicato in Avvisi

I primi sono già attivati ieri sera. Altri giungeranno entro il 16 ago­sto. Sono i rinforzi inviati dallo Stato. E’ la risposta del Viminale al­la strage di mercoledì nei pressi della vecchia stazione ferroviaria di San Marco in Lamis, nella quale sono state uccise quattro persone: il presunto boss Mario Luciano Romito, 50 anni, il cognato che gli fa­ceva da autista, Matteo De Palma, di 44 anni e due fratelli contadini uccisi in quanto testimoni inconsapevoli dell' eccidio, Luigi e Aurelio Luciani, rispettivamente di 47 e di 43 anni. Nel corso della notte e an­che nella giornata i carabinieri del comando provinciale di Foggia hanno ascoltato numerose persone tra amici e parenti delle vittime, eseguendo perquisizioni, ma finora non sarebbero emersi elementi utili alle indagini sulla strage. il ministro dell'Interno, Marco Minniti ha annunciato i rinforzi al termine della riunione del Comitato nazio­nale per l'ordine e la sicurezza pubblica, tenutasi in prefettura a Fog­gia. Il controllo del territorio è la prima risposta: 192 unità aggiunti­ve arriveranno in provincia di Foggia, la prima parte già ieri sera, e tra loro anche 24 appartenenti ai Cacciatori di Calabria, reparto spe­ciale dei carabinieri. "Sono capaci di fare qualunque tipo di operazio­ne"; ha detto Minniti. Si tratta di uomini dei reparti prevenzione e an­ticrimine della polizia di Stato, delle compagnie di intervento dei carabinieri, dei baschi verdi della Gdf.

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cronaca

Un gruppo di docenti aveva promosso una petizione per fermare l’iniziativa della Regione che vuole istituire la giornata in ricordo delle vittime meridionali dell’Unità
Altro che Lea Durante, roba da dilettanti, siamo all’uso «proprietario» e politico della storia, teorizzato da Alessandro Barbero, sull’onda degli storici «sabaudisti»: scegliere cosa narrare e farne miti fondanti, per formare patrioti. Quindi è pedagogia, politica; nessuna meraviglia, che la storia «non scelta», la raccontino altri. Il popolo vota (bene, male, come gli pare: è il difetto della democrazia, pur così malmessa); i rappresentanti eletti votano (bene, male, eccetera); sul Giorno della Memoria delle vittime dimenticate (e diffamate: guai ai vinti!) dell’unificazione d’Italia con saccheggi, stupri e genocidio, gli eletti dicono sì, all’unanimità o quasi, in Basilicata, Puglia, una mezza dozzina di Comuni, e la Campania stanzia 1,5 milioni di euro in manifestazioni, studi, approfondimenti.
Al che, altri eletti (nessuno li ha votati, forse si ritengono tali) ordinano al presidente della Puglia di ignorare il voto a loro sgradito; non «finanziare alcun momento pubblico» (clandestino, invece sì?) dell’iniziativa voluta dal parlamento regionale; non consentire che di storia si parli nelle scuole (da «non coinvolgere in alcun modo»), se non come deliberato da lorsignori.

Scusate, le orecchiette con le cime di rape: l’alice sì o no? Metti che uno si sbagli e parta una petizione... «Diremo agli studenti che il Mezzogiorno è arretrato per colpa dell’unificazione italiana?», scrivono i firmatari della petizione. No, perché, scusate, voi ancora raccontate che il Regno delle Due Sicilie era arretrato e sono arrivati i civilizzatori a dirozzarli, distruggendo le fabbriche o mandandole in rovina dirottando gli appalti al Nord, rubando l’oro delle banche e sterminando centinaia di migliaia di «arretrati», quindi poco male...? Leggete cosa scrive il ministro Giovanni Manna al re, rapporto sul censimento 1861, sul fatto che mancano 458mila persone, per la «guerra», rispetto al totale atteso; leggete, archivio Istat, con tabelle, i padri della demografia unitaria, Pietro Maestri e Cesare Correnti, sul fatto che, appena arrivati i piemontesi, al Sud, la popolazione, che cresceva più che nel resto d’Italia, smette di farlo e diminuisce di 120mila unità in un anno; o Luigi Bodio, capo della statistica, archivio Istat, sui 110mila giovani, quasi tutti terroni, renitenti alla leva, tutti morti, o «clandestinamente» emigrati (peccato che non si trovino...); o dei 105mila terroni, tutti maschi, scomparsi («emigrati» pure loro?).
Leggete dei 600mila incarcerati nel ‘61, dei 400mila ancora nel ‘71, riferisce il di Rudinì, in Parlamento, della mortalità nelle carceri che arrivò al 20 per cento; dei deportati, almeno 100mila, di cui 20mila, denunciò il Maddaloni, nel solo 1861. E dopo aver tacciato quali «fantasiose ricostruzioni», «leggende», «fole» le ricostruzioni degli eccidi sabaudi al Sud, ora che non si riesce più a negarli, ci è offerta come «onestà intellettuale» l’ammissione che «gli storici devono fare di più per portare alla luce e spiegare e stigmatizzare i numerosi episodi di violenza a carico delle popolazioni meridionali».
E già, in 156 anni è mancato il tempo... Han dovuto dircelo gli storici stranieri, come Denis Mac Smith, che ci furono più mort’ammazzati (per il loro bene, si capisce) per annettere l’ex Regno borbonico che in 11 anni di guerre di indipendenza contro l’Austria. Ed è ancora uno straniero (temibile neoborbonico?), il professor John Anthony Davis («Napoli e Napoleone»), università del Connecticut, fra i maggiori studiosi della nostra storia di quegli anni, a dirci che la favola dell’arretratezza del Regno delle Due Sicilie fu «inventata» da Bendetto Croce, per giustificare le condizioni sempre peggiori in cui precipitò l’ex Regno divenuto «Sud», dopo le amorevoli cure unitarie. Lo dimostrano gli studi dei prof Paolo Malanima e Vittorio Daniele, del Consiglio nazionale delle ricerche, di Stephanie Collet dell’università di Bruxelles, dell’Ufficio studi della Banca d’Italia (Carlo Ciccarell e Stefano Fenoaltea), di Vito Tanzi (Fondo monetario internazionale). Ma bastavano Francesco Saverio Nitti, Giustino Fortunato, unitarista deluso, quando scoprì che «questi sono più porci dei peggiori porci nostri», Gramsci che parla del Sud «colonia». Inutile l’ottimo ciclo di studi ricordati, su queste pagine, dal professor Saverio Russo (che ne fu un protagonista), sull’inconsistenza della vulgata «miseri e arretrati», o del professor Luigi De Matteo («Noi della meridionale Italia»), dell’Orientale di Napoli; eccetera.

Il Regno delle Due Sicilie non era più povero del Nord (più o meno stesso reddito) né arretrato (il doppio degli studenti universitari del resto d’Italia messo insieme; le fabbriche più grandi della Penisola; addetti all’industria più numerosi di oggi). Ma fosse stato economicamente indietro del 15-20 per cento, come arditamente sostenuto di recente (con riaggiustamenti successivi, però...) da un poi fortunato titolare di cattedra in «Tutta colpa del Sud»: quale affare avremmo fatto, se in 156 anni siamo precipitati al 56 per cento del reddito medio del Nord, 3-4 volte peggio?
Ci vuole coraggio a spacciare questo per unità (ma non prendono treni lorsignori, non hanno figli in partenza per altrove, mentre Milano forse si fotte l’ennesima mammella, un’Authority europea, dopo l’Expo-mafia, Human Technopole eccetera sempre con soldi pubblici?); a pensare di liquidare tutto come «propaggini estreme di un meridionalismo “piagnone” e rivendicazionista» (e ci trovate pure qualcosa da ridere?) o nominando tutti «neoborbonici» sul campo, «sanfedisti», faccia buia della luminosa medaglia di quei giacobini che presero a cannonate i loro concittadini, per consegnare il Paese a un esercito straniero, che lo spogliò di tutto, massacrando (il solo generale Thiebault) 60mila persone. Discutiamo delle idee, ma pure del prezzo di vite altrui che si è disposti a pagare per imporle a chi non si riesce a convincere.
Ma che paura fa il Giorno della Memoria? Saranno convegni, dibattiti, manifestazioni... E cosa impedisce a chiunque, in civile confronto (sempre che non sia proprio questo che inquieta), di esporre dati e opinioni cui si attribuisce maggior fondatezza? Dovreste esser lieti di una possibilità così succulenta di sbugiardare il branco di...? di...? «Neoborbonici»! Evvai (ma che palle!). Invece di virare sulla paura che si alimenti «l’inconsapevole sentimento antiunitario contro il leghismo del Nord». Mentre non fa paura il consapevole (dimostrato e gridato) sentimento antiunitario della Lega Nord contro il Sud. Se no una petizione l’avreste fatta. Mi sbaglio?

Lea Durante ha mai promosso petizioni per adeguare la rete ferroviaria (tutto a Nord, nulla a Sud) con o senza alta velocità (o è revanscismo neoborbonico?). O contro l’esclusione, da parte del ministero dell’Istruzione, di poeti e scrittori meridionali, pur se premi Nobel, dai programmi di Letteratura del Novecento per i nostri licei? No? Eppure son 7 anni che si fanno raccolte firme, proteste di istituti scolastici, interrogazioni parlamentari. O contro la normativa che «premia il merito» degli atenei che sorgono nelle regioni più ricche e condanna a morte prossima quelli meridionali?
O contro i criteri in base ai quali la salute di un terrone vale meno di quella di un settentrionale? (A meno che i firmatari, non abbiano taciuto per non parer «piagnoni» e «revanscisti»). La cultura faccia ponti non fossati, professoressa. Il Giorno della Memoria serve a discutere. Chi ne ha paura, teme di non aver da dire o quel che può esser da altri detto.

Ma quanne ‘na cose niscune te la vo’ di’, allore la terre se crepe, se apre, e parla.

Pino Aprile

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cultura

Contro l'istituzione in Puglia della giornata della memoria per le vittime meridionali dell'Unità d'Italia e per contrastare la diffusione di iniziative simili in altre regioni è stata presentata a Bari una petizione, firmata da oltre 1. 100 tra intellet­tuali, storiografi, cittadini, docenti e studen­ti delle scuole e delle università pugliesi. In Puglia l'istituzione è prevista da una mozio­ne presentata dalla consigliera del Movi­mento 5 Stelle Antonella Laricchia, appro­vata dal consiglio regionale nella seduta del 4 luglio scorso, con la quale si impegna la giunta ad indicare il 13 febbraio come gior­nata ufficiale in cui si possano commemora­re i meridionali che perirono in occasione dell'unificazione italiana: "Rispetto a questa. mozione; curata dai movimenti neoborbonici appoggiati dal Mo­vimento 5 Stelle, noi siamo contro – ha soste­nuto Lea Durante, docente dell' Ateneo di Bari e vicepresidente della International Gramsci. Society - l'uso politico ed elettorale della storia e della memoria. I promotori hanno prolungato la raccolta di firme per tutto agosto. Si ritroveranno a settem­bre per presentare al consiglio Regionale della Pug1ia una proposta di iniziative e attività per i prossimi mesi. Erano presenti all'incontro anche Saverio Russo, docente di Storia Moderna all'Università di Foggia, e Maria Laterza, direttrice della libreria La­terza di Bari, che con Alessandro Laterza ha aderito come casa editrice alla petizione.

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Cultura

"Quattro ore sotto il sole cocente, quattro ore sotto quaranta gradi per protestare contro l’indifferenza e contro la disattenzione per la perdita di 14 posti di lavoro del 118 delle isole Tremiti". A Massimiliano Di Fonso, segretario generale dell'Usppi e a Angelo Ricucci della Cgil, nemmeno il sole di agosto li ferma.
Dopo due ore di protesta i segretari provinciali dell’Usppi Massimiliano Di Fonso, Massimo Nicastro ed il Segretario della Cgil Angelo Ricucci e Mario La Vecchia sono stati ricevuti dal Direttore Sanitario Battista che ha illustrato una nota inviata alla regione puglia per chiedere una deroga di ore aggiuntive per una area disagiata come le Tremiti.
"Si aspetta adesso il placet di Michele Emiliano e l’autorizzazione di Ruscitti e Campobasso per avere 200 ore aggiuntive e salvare cinque posti di lavoro.
Siamo in una fase particolare della vertenza, le priorità della Regione, il mese di agosto, il caldo e le innumerevoli problematiche che attanagliano la sanità, non possono permettere che i sindacati Usppi e Cgil lascino i lavoratori in mezzo alla strada, saranno vicini a ferragosto e seguiranno l’evolversi della vertenza anche in periodo feriale.
Oggi siamo in attesa delle autorizzazioni regionali per salvare cinque posti di lavoro - dichiara Massimiliano Di Fonso.
Intanto l’associazione subentrante Avas incassa i primi soldi pagati dalla Asl come previsto dalla norma regionale per i dipendenti, sapendo invece che utilizza parte del personale come volontariato.
Siamo certi che al più presto Michele Emiliano ed i suoi tecnici Ruscitti e Campobasso diano risposte concrete alla vertenza.
Nel frattempo lo stato di agitazione continua con lo sciopero della fame proclamato da oggi per tutti gli ex dipendenti del 118 delle tre Isole Tremiti".

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.

Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta!

Da LA GARGANICA trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze...addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !
La Garganica un mondo di servizi in più...

La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Sanità
Pagina 1 di 2

Ondaradio consiglia...

Lucatelli arredamento

Reporter della tua città

28 Novembre 2017 - 17:23:44

Reporter della Tua Città/ Vieste pulita? Chissà!!

La notizia che Vieste non sarebbe affatto un comune virtuoso in fatto di rifiuti, è solo di qualche giorno fa. Ma il dover vivere sommersi dai rifiuti, dopo che le tasse sul…

Seguici su...

Emittente radiofonica OndaRadio - Editore: Associazione Amici della Radio - Lungomare Europa - Marina di Vieste - Lotto 24 - CF 93005440719 - Partita Iva 01689250718
Presidente: Mario Vieste - Direttore Responsabile: Ninì delli Santi - Telefono: 0884 705248 - Email: info@ondaradio.info
Registrazione al Tribunale di Lucera n. 64 del 24/02/1988 - Registro periodici del Tribunale di Foggia 02/09/2005